Quinto appuntamento del ciclo di incontri “Noi viviamo un’epoca di cambiamento, ma un cambiamento d’epoca”. Mercoledì 13 in Truffini sarà ospite il professor Raul Caruso, docente all’università Cattolica.

Quinta serata del ciclo di incontri per il dialogo nella città

In villa Truffini mercoledì 13 febbraio alle 21 si terrà il quinto appuntamento del ciclo di incontri “Non viviamo un’epoca di cambiamento ma un cambiamento d’epoca” dal titolo: “La terza guerra mondiale a macchia di leopardo”

La responsabilità per la pace”.

Ospite il docente universitario professor Caruso

Relatore sarà il professor Raul Caruso, docente  di  elementi  di  economia  internazionale   all’Università  Cattolica di Milano. Direttore esecutivo di Network of European Peace Scientists. Direttore  di  Peace  Economics,  Peace  Science  and  Public  Policy,  Ed.  Degruyter, Boston, MA, USA.

“Sembra chiaro che una nuova guerra fredda sia già in atto tra le grandi potenze economico-militari mondiali. E c’è chi teme che in qualche posto la guerra vera potrebbe scoppiare davvero molto presto.  – spiega don Gianni Cazzaniga – Ma quante cose accadono alle nostre spalle di cui non sappiamo nulla malgrado ci riguardino tutti?  Ci sono legami tra le guerre di condominio, quelle dei coniugi, quelle delle multinazionali, e quelle tra gli Stati? Se vogliamo costruire la pace dobbiamo partire dai conflitti di tutti i giorni? Chi vuole la pace può restare alla finestra? E per cosa e come, oggi, si fa la guerra? Non è facile rendersi conto dei fenomeni quando sono su scala planetaria: per questo abbiamo il dovere di impegnarci a cercare”.

Leggi anche:  Palio dei bar: vince la contrada Croce FOTO

Il programma

Il ciclo di incontri, partito a settembre, e promosso dalla Comunità pastorale del S.Crocifisso, continuerà con altri due appuntamenti. Mercoledì 20 marzo sempre in Truffini si parlerà di “Economia e finanza: l’uomo diventa scarto? Alla ricerca di un nuovo modello economico”, mentre mercoledì 8 maggio la conferenza avrà per tema “Un cambiamento d’epoca: e la Chiesa? Riforme e testimonianza”.