Eddie Vedder e i Pearl Jam spazzano via i timori dei 60mila presenti ieri alla seconda serata degli I-Days nell’aera Expo.

I-Days: Vedder conquista tutti

Quattro anni di “astinenza” per i fan e la paura di dover aspettare ancora dopo l’annullamento della data britannica per mancanza di voce. E invece ieri sera, sul palco dell’area Expo, Eddie Vedder e i Pearl Jam hanno regalato un sogno agli oltre 60mila presenti. “Oggi ho bisogno della vostra voce, oggi siete parte della band!” ha affermato subito il frontman. Giù dal palco, non si aspettava altro. Sin da quella canzone, la prima che il gruppo portò in Italia nel ’92 e che anche ieri ha aperto uno dei concerti più attesi della stagione, Release. Fino a un momento molto speciale: quello del festeggiamento, davanti a un’area Expo mai così piena dalla fine dell’Esposizione, dell’anniversario tra Vedder e la moglie, conosciuta proprio a MIlano nel 200. Ma I Pearl Jam solo stati solo la ciliegina sulla torta di una giornata “ad alto contenuto rock”. Prima di loro sul palco il trio The Last Internationale, seguiti dai gallesi Catfish and The Bottleman e dagli Stereophonics. Se però Vedder e i suoi sono stati l’ultima dolcissima portata del menù di venerdì, l’area Expo si sta riempiendo per il terzo dei 4 giorni degli I-Days.

Leggi anche:  Mercatino Enogastronomico della Certosa a Morimondo

Stasera Noel Gallagher

Il fratello Liam giovedì sera, in apertura dei Killers. Lui, Noel, stasera invece con gli High Flying Birds. Che tra i due, per dirla con un eufemismo, si sa. Chissà però che gli I-Days non diventino teatro di sfida tra i fratelli Gallagher, e che stasera Noel non cerchi di entusiasmare il pubblico più di quanto non abbia già fatto Liam giovedì sera. Anche oggi i concerti inizieranno alle 17. Prima Joan Thele, poi Isaac Gracie e Paul Kalkbrenner. Alle 21, spazio al “Re del Britpop” Noel Gallagher con il suo gruppo, gli High Flying Birds. E agli special guest della serata, i Placebo.

Domani si chiude

Tutte le migliori favole hanno una fine. E così anche gli I-Days. Una chiusura esplosiva per il festival in area Expo: alle 17.30 si aprono le danze con i Crx. Si torna all’alt rock britannico con i Wolf Alice e poi spazio al punk rock con gli Offsping. Ultimi a cavalcare l’ultimo palco dell’ultimo giorno degli I-Days, i Queens of The Stone Age.