“I Legnanesi”: ottimo riscontro per la prima di “Non ci resta che ridere” a Cassano Magnago.  Lorenzo Cordara, nuovo attore della compagnia dialettale, nei panni del “Giuàn” dopo l’addio alle scene di Luigi Campisi.

“I Legnanesi”, buona la prima

Buona la prima per il nuovo spettacolo de “I Legnanesi”. E per Lorenzo Cordara, l’attore chiamato a un ruolo non facile: sostituire Luigi Campisi nel ruolo del “Giuàn”.
“Non ci resta che ridere”: questo il nome del nuovo show andato in scena per la prima volta ieri sera, mercoledì 6 novembre 2019, al teatro di Cassano Magnano: una prima promossa a pieni voti dal pubblico. Il dialetto, le mille battute della famiglia Colombo “e poi un omaggio a Troisi e Benigni, quadri musicali con un grande omaggio alla mamma” ci racconta Antonio Provasio, “La Teresa”. Colpiscono poi le bellissime scenografie, coreografie festose e colorate, quadri musicali con un grande omaggio alla mamma.
Sul palco come sempre “La Teresa”, “La Mabilia” (Enrico Dalceri) e il nuovo “Il Giuàn” impersonificato appunto da Cordara. Che prima dello spettacolo ci ha confidato: “Sono pronto, prontissimo”.

Leggi anche:  Cascine e cortili nel nuovo calendario degli Studi Storici Tradatesi

LE FOTO:

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE