Lucio Tabini, presidente della sezione provicinale dell’Unione nazionale Cavalieri d’Italia, ha incontrato il 31 gennaio Sacconi, Prefetto di Milano da ottobre, emozionandolo alla consegna del riconoscimento di “socio onorario” della sezione.  “Ci ha invitato a continuare la  nostra missione rivolta alla solidarietà assicurando la sua vicinanza e collaborazione”.

 Il presidente Tabini a palazzo Diotti

Il Cavaliere Lucio Tabini,  Presidente della Sezione Provinciale Unci Milano,  il 31 gennaio  ha incontrato al Palazzo del Governo della Città Metropolitana “Palazzo Diotti “ ,   il dottor Renato Sacconi che dal 15 ottobre  è subentrato al Prefetto  Luciana  Lamorgese , prendendo possesso del prestigioso e importante incarico.

Il Cavaliere Lucio Tabini ha portato nell’occasione dell’incontro, i saluti di tutto il  Consiglio Direttivo della Sezione Unci Milano , della Presidenza Nazionale Unci  formulando i migliori auguri per il delicato compito che l’attende, anche nel promuovere e  consolidare le sinergie presenti sul territorio a garanzia dei diritti e della sicurezza dei cittadini lombardi.

Sacconi, prefetto dalla lunga carriera

Renato Sacconi, il nuovo prefetto di Milano,  ha una carriera alle spalle importante: ha prestato servizio nelle sedi di Firenze, Roma-Ministero, Caserta, Massa e Carrara, di nuovo Firenze, Milano, Monza e Siena. E’ stato Capo di Gabinetto nelle Prefetture di Massa e Carrara, Firenze e Milano, dove ha svolto anche le funzioni di vice prefetto vicario.

 I complimenti del Prefetto all’associazione Cavalieri d’Italia

Il colloquio  si è protratto in un clima di reciproca stima. “Il prefetto, uomo dello Stato,  intende la sua funzione in modo molto aperto , meno burocratico ma con grandi capacità di risoluzione dei problemi vista la sua grande esperienza professionale svolta negli anni precedenti questo nuovo  incarico.  – illustra il presidente Unci – Si è complimentato inoltre  per  tutte le buone azioni/iniziative che la nostra Associazione Cavalieri d’Italia  unitamente ai soci  simpatizzanti e al Gruppo femminile  della Sezione conduce sotto l’aspetto  filantropico/umanitario e culturale nel sociale ,  quali testimoni del riarmo civico nel concetto del volontariato e della cittadinanza attiva”.

Leggi anche:  Associazione e scuole in vetrina in Frera

 La consegna della tessera onoraria

.Il Presidente della Sezione Unci ha  consegnato al Prefetto lettera di accettazione alla carica di Socio Onorario della Sezione unitamente a una tela pittorica della ricorrenza del  “20° Anniversario Fondazione Sezione” con copia della nostra Rivista il Cavaliere d’Italia. “Il Prefetto molto emozionato ha apprezzato questo riconoscimento,  – continua il presidente – dando valore ai principi per i quali l’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia si impegna da molti anni.  Ha espresso soddisfazione per il contenuto della nostra rivista “Il Cavaliere d’Italia” che ha voluto sfogliare,  invitandoci a continuare in questa nostra missione rivolta alla solidarietà assicurando la sua vicinanza e collaborazione ad una realtà così ben radicata su tutto il  territorio Nazionale e ci ha spronati a continuare nelle nostre iniziative benefiche”.

Premio bontà

E’ stata anche l’occasione per invitare il  Prefetto alla cerimonia del premio bontà che quest’anno raggiungerà la 13° edizione   ed è il fiore all’occhiello dell’ attività filantropica ( si svolgerà al  Collegium Rhaudense dei Padri Oblati in Rho il 27 ottobre).