Il traghetto è ancora oggi il metodo migliore per raggiungere la Sardegna, in qualsiasi periodo dell’anno; in estate le varie tratte offrono un maggior numero di partenze ogni giorno, per consentire a tutti i turisti di raggiungere l’isola senza problemi. L’importante sta nel prenotare con anticipo, a tal proposito è possibile trovare anche in rete l’elenco con tutti gli arrivi a porto Torres dei traghetti diretti in Sardegna, in modo da organizzare al meglio la propria vacanza.

Come, dove e quando

Come abbiamo detto, gli elenchi dei traghetti che partono per la Sardegna, e le indicazioni sull’orario d’arrivo sono tutte informazioni disponibili in rete, dove è anche possibile prenotare subito la partenza e il ritorno, senza doversi rivolgere a specifiche agenzie dove recarsi di persona. Basta quindi inserire la data di partenza e quella del ritorno, insieme alle indicazioni sull’auto su cui si viaggia e sul numero delle persone, per ottenere un elenco di tutte le opportunità di viaggio disponibili, in modo da poter prenotare in pochi click. Il biglietto viene recapitato direttamente via e-mail quindi non si dovrà fare altro che prepararsi alla vacanza in Sardegna. I porti italiani uniti da una linea di traghetti a Porto Torres sono molteplici, come ad esempio Civitavecchia e Genova; si può arrivare in Sardegna anche dalla Corsica, dalla Francia e dalla Spagna.

Quanto costa

I costi dipendono da una serie di fattori, tra cui il periodo in cui si parte, il numero di viaggiatori e il modello di mezzo su cui si viaggia; ovviamente un’autovettura paga per il viaggio meno di un grosso camper o di un furgone. I viaggio in traghetto durano alcune ore, molti viaggiatori preferiscono partire nelle ore serali, in modo da poter arrivare all’alba o in prima mattina al porto prescelto. Per poter consentire un viaggio confortevole sono quindi disponibili cabine posizionate in varie zone della nave. La tipologia di cabina scelta e la sua posizione sulla nave modificano in modo preciso il costo finale del biglietto. Si tratta sempre di traghetti moderni e molto comodi, su cui il viaggio trascorre in totale tranquillità.

Leggi anche:  Festa delle generazioni a Uboldo: in 10 anni piantati 800 alberi

Qualche informazione per la partenza

I traghetti sono navi di dimensioni abbastanza grandi, su cui prendono posto numerosi automezzi e persone. Per poterli riempire al porto, e anche in occasione dell’arrivo, occorre diverso tempo; conviene quindi arrivare al porto per la partenza con un paio d’ore di anticipo, per avere la certezza di posizionarsi in modo corretto in base al posto della vettura sul traghetto. I biglietti per il viaggio dovranno essere stampati, così da consegnarli al personale di bordo quando richiesto. Arrivare all’ultimo minuto potrebbe comportare l’impossibilità di imbarcarsi, quindi è bene partire da casa in anticipo, per evitare qualsiasi genere di inconveniente. Si può prendere il traghetto anche senza autoveicolo, in tal caso lo si potrà lasciare nei parcheggi vicino al porto, oppure arrivare all’attracco con i mezzi pubblici, ad esempio in treno o con appositi bus. Il biglietto ha in tal caso un costo minore e si può arrivare alla partenza anche con solo un’ora di anticipo.