Fra i tanti misteri lombardi c’è anche il cosiddetto lago Gerundo. Uno specchio d’acqua leggendario che non c’è più ma che, si narra, fosse incastonato al centro della nostra regione, nella Bergamasca al confine col Milanese, in quella zona ancor oggi detta “Gera” che, infatti, rimane nel toponimo di alcuni Comuni, come Fara Gera d’Adda.

Il lago preistorico scomparso

E che tradizione vuole si spingesse a Nord verso l’area nota come Isola bergamasca, forse appunto isola poiché al centro del Gerundo, tanto che il nome di un paese, Medolago, significherebbe proprio “in mezzo al lago”.

Il leggendario drago rivive

Del lago preistorico sopravvive anche la leggenda di un fiabesco drago, di nome Tarantasio, che è stato fatto rivivere con uno straordinario spettacolo di suoni e luci, come racconta GiornalediTreviglio.it: spettacolare l’ologramma proiettato sul fiume a Canonica d’Adda. Che paura!

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO