Grande successo domenica  per il concerto di suor Cristina alla The Boga Fondation che per l’occasione ha indossato gli occhiali di Gandhi condividendo il messaggio di pace.

Suor Cristina incanta con la sua voce celestiale

Tanti applausi e anche tante richieste di bis. E’ stato un grandissimo successo di pubblico e di critica il concerto di suor Cristina tenuto domenica alla The Boga Foundation a Tradate. Nonostante il maltempo e le difficili condizioni atmosferiche, il pubblico delle grandi occasioni ha gremito il bellissimo spazio allestito per l’occasione dalla The Boga Foundation. E suor Cristina non ha deluso le attese, anzi ha entusiasmato tutti con la sua voce celestiale. Ha interpretato alla perfezione brani del suo ultimo disco “Felice” e brani di altri autori.

 Attraverso il canto racconta la sua storia

 

Accompagnata, come sempre, da Elvezio Fortunato e Luca Di Gregorio e dalla vocalist Debbie Summa, suor Cristina ha tenuto il pubblico incollato alla sedia per oltre un’ora nel corso della quale, oltre a cantare, si è raccontata illustrando le tappe più significative della sua vita. Dalla voglia giovanile di cantare e ballare all’incontro con Gesù fino alla bellissima esperienza in Brasile per il noviziato. Senza dimenticare il talent “The Voice” che l’ha lanciata nel mondo della musica.

Leggi anche:  Teatro nei Cortili, si riapre il sipario a Tradate

L’abbraccio coi fans

 

Accompagnata dalla Madre Superiora, suor Agata, del Convento delle Orsoline di Lambrate dove vive, suor Cristina al termine della serata si è concessa volentieri all’incontro con i tanti fans presenti.

 

Immortalata con gli occhiali di Gandhi

 

Suor Cristina ha anche indossato gli occhiali di Gandhi della The Boga Foundation per condividere il messaggio di pace lanciato con l’iniziativa “Guardare il mondo con gli occhiali di Gandhi”.

L’iniziativa della The Boga Foundation dei tre fratelli Boga, Felice, Fausto e Cesare, vuole evocare un simbolo e una filosofia: quella della tolleranza, della non violenza, del rispetto delle differenze, del dialogo, anche interreligioso:”… il mio più intimo desiderio” diceva Ghandhi “… è di realizzare la fratellanza … tra tutti gli uomini, indù, musulmani, cristiani, parsi e ebrei. Un messaggio che ha condiviso anche suor Cristina facendosi ritrarre con gli occhiali di Gandhi.