Nuovo accordo tra Agenzia delle Entrate e aziende del territorio lombardo all’insegna del dialogo e della collaborazione. Il Direttore regionale dell’Agenzia Cinzia Romagnolo e il Presidente di Assolombarda Carlo Bonomi, infatti, hanno firmato un nuovo protocollo d’intesa, con l’obiettivo di promuovere la fiducia e la comunicazione tra le due realtà e garantire una linea diretta in caso di dubbi e richieste di chiarimento provenienti dal mondo delle imprese.

Fisco e imprese lombarde

L’intesa conferma inoltre le precedenti esperienze positive di cooperazione tra il fisco e le aziende lombarde, rilanciando il tavolo di confronto avviato negli anni precedenti per affrontare insieme le questioni tecniche più complesse.

Il dialogo alla base dell’intesa – Il protocollo firmato oggi istituisce un nuovo canale di comunicazione tra fisco e aziende del territorio. In particolare, Assolombarda potrà segnalare al fisco le questioni di carattere operativo che riguardino un numero significativo di imprese e la Direzione Regionale fornirà tempestivamente i chiarimenti e le informazioni richieste. Dal canto suo, inoltre, la Direzione Regionale dell’Agenzia si impegna a convocare riunioni o tavoli di confronto nel caso in cui le segnalazioni riguardassero l’introduzione di nuovi adempimenti o la modifica di quelli esistenti, in modo da individuare, in via preventiva con i funzionari di Assolombarda, soluzioni operative tali da semplificare i cambiamenti da introdurre all’interno delle aziende.

Agenzia delle Entrate e Assolombarda

Il tavolo di confronto e i servizi telematici al servizio delle imprese – L’intesa di oggi conferma le esperienze positive ottenute in Lombardia grazie alla collaborazione tra fisco e mondo imprenditoriale, rilanciando il tavolo tecnico di confronto avviato negli anni precedenti da Entrate e Assolombarda sulle questioni concrete più complesse che, in assenza di prassi amministrative certe, necessitano di un corretto inquadramento giuridico tributario. L’Agenzia e Assolombarda si impegna a diffondere le soluzioni individuate grazie al tavolo di confronto presso gli uffici e le aziende interessate.

Leggi anche:  "Giornata della legalità: impegno contro le mafie"

In un’ottica di collaborazione tra imprese e Agenzia, inoltre, Assolombarda continuerà a promuovere presso le aziende associate il ricorso ai servizi telematici resi disponibili dalle Entrate per fornire assistenza e informazioni, ad esempio, in caso di comunicazioni di irregolarità, cartelle di pagamento, compilazione e invio telematico delle dichiarazioni fiscali, versamenti eseguiti e stato dei rimborsi.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Nuovo slancio ai programmi congiunti di formazione – Anche la formazione rientra tra i punti dell’accordo siglato oggi. Direzione Regionale della Lombardia e Assolombarda, infatti, intendono continuare a realizzare insieme momenti di informazione e dibattito pubblico simili a quelli tenuti in passato. Pertanto, con il protocollo d’intesa viene rinnovato l’impegno comune per attuare programmi congiunti di formazione attraverso il ricorso a laboratori didattici, seminari e convegni ai quali parteciperanno dirigenti e funzionari dell’Agenzia in qualità di relatori.

“Gli accordi con Assolombarda – ha dichiarato il Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate della Lombardia Cinzia Romagnolo – rappresentano dei passi concreti di dialogo all’interno di un rapporto di fiducia reciproca che è alla base della cultura della compliance. La Direzione Regionale della Lombardia con questo nuovo accordo intende implementare decisamente il dialogo preventivo per la soluzione rapida e condivisa di problematiche concrete che impattano quotidianamente sulle imprese”.

“Siamo convinti che il fisco possa essere una leva per la competitività delle imprese e la crescita del territorio – ha dichiarato Carlo Bonomi, Presidente di Assolombarda. È quindi indispensabile una collaborazione diretta con la pubblica amministrazione per sostenere le aziende nell’adempimento degli obblighi fiscali e nella corretta applicazione delle norme, soprattutto in questo momento di forte impulso alla digitalizzazione”.