Nobis Assicurazioni è la prima compagnia con al suo interno una specifica divisione Automotive.

Divisione che ha come canale specifico di mercato società di noleggio, flotte aziendali, case automobilistiche e dealer.

Un team dedicato al settore che, grazie all’approfondita conoscenza del mercato, permette di creare innovazione, sviluppando prodotti in grado di soddisfare le sempre nuove esigenze di mobilità e sicurezza.

Maria De Nobili, direttore della Business Unit Automotive di Nobis Assicurazioni ha rilasciato numerose interviste, attraverso le quali ha chiarito e approfondito il tema dei mutamenti delle offerte delle assicurazioni.

“Oggi operiamo a  360 gradi sul mercato ma che, allo stesso tempo, ci avvaliamo di specificità importanti – spiega -siamo orgogliosi di essere la prima Compagnia ad avere una Divisione Automotive, con know-how  specifico ed un intero staff operativo (tecnico, commerciale, di gestione sinistri, ecc) ad alta profilazione e specializzazione, così da rivolgerci come interlocutori privilegiati verso tutti gli operatori di settore, siano essi concessionari, Costruttori, Banche, società finanziarie e società di leasing e di noleggio“.  Tutto ciò è utile affinché si possano distribuire prodotti assicurativi in grado di soddisfare ogni tipo di target e tutte le esigenze che realmente esistono.

Il noleggio ai privati e la soluzione di Nobis

Nobis vuole stare al passo con i tempi e soprattutto con le ultime tendenze in fatto di noleggio ai privati. Stando alle ultime stime di Aniasa, si sta vivendo una forte crescita del noleggio di auto ai privati e si pensa che a fine anno si raggiungeranno i 50mila contratti attivi. 

“Stiamo già dialogando con le più importanti società di renting per creare prodotti specifici dedicati a questo ambito, che è ancora molto da scoprire e sviluppare” dichiara Maria De Nobili.

Su questo trend in continua crescita spunta un’altra novità, ovvero l’assicurazione sul debito, un’attività scelta per poter tutelare sia i clienti privati sia l’azienda che eroga il servizio. “L’obiettivo di arricchire il canone di noleggio con la tutela degli imprevisti che potrebbero ostacolare l’ottemperanza dell’impegno economico– spiega Maria De Nobili – è quello di superare uno dei principali punti di incertezza che oggi dividono il privato dalla formula del renting, ovvero la serenità nel sostenere un impegno finanziario duraturo nel tempo senza incorrere in penali onerose”.

Quali sono i nuovi progetti di Nobis?

Per quanto riguarda la le flotte aziendali, Nobis sta pensando a molte soluzioni utili e interessanti che riguardano il noleggio, il leasing e le formule di acquisto con il riscatto o con la maxirata.

“Guardiamo molto anche agli scenari esteri e analizzando le offerte esistenti nei principali Paesi europei – aggiunge Maria De Nobili – notiamo la scarsa diffusione della tutela dai danni da casco (i cosiddetti microdanni, ndr.). A breve contiamo di presentare una copertura davvero innovativa che ad oggi non è ancora presente nel mercato italiano. Stiamo al contempo studiando polizze specifiche per il tema valori residui” che sempre più sono oggetto di argomentazione”.

Nobis si approccia al mercato cercando di soddisfare tutti i suoi clienti, dall’utilizzatore al fornitore del servizio, in merito a ciò continua la dichiarazione di Maria De Nobili: “La nostra sfida è quella di soddisfare sia le esigenze della società che erogano servizi, in modo che possano distinguersi sul mercato, sia quelle del singolo consumatore o driver”

E i concessionari?

Nobis ha pensato anche a un’offerta dedicata ai concessionari: è NOBIS 1 Day, la prima polizza assicurativa a tariffa fissa che garantisce una copertura RCA per un periodo da uno a trenta giorni alle autovetture già immatricolate ma sprovviste di Carta di Circolazione.

Grazie a NOBIS 1 Day per i dealer si aprono nuovi scenari commerciali perché la nuova polizza, dando copertura immediata, solleva dalla responsabilità per la circolazione delle auto su strada e permette di mettere in atto una serie di iniziative per incentivare le vendite come la pronta consegna (reale ed effettiva), la prova su strada (anche per le auto usate) e la possibilità di offrire la formula “Soddisfatti o rimborsati”.

Questa novità è già stata proposta alle concessionarie e non ci sono dubbi che sarà un ottimo compromesso per aprire nuove opportunità di business.