In occasione del progetto Clil, i Legnano Knights saranno alle scuole medie giovedì 21 marzo

I Legnano Knights ed il progetto Clil

La squadra storica di basket di Legnano, i Knights, toneranno a scuola per un giorno, giovedì 21 marzo, per il progetto eccellenza Clil. L’attività è organizzata dall’istituto complessivo Tosi, con la supervisione della professoressa Anna Loddo.

La nascita del progetto

Il progetto nasce dall’idea della professoressa Loddo, madre di un ex atleta dei Knights Lorenzo Ciapparelli, ponendosi l’obbiettivo di integrare l’attvità sportiva con la realtà scolastica.

Ma che cosa è il CLIL?

Clil è l’acronimo di “Content and Language Integrated Learning”, ovvero apprendimento integrato di contenuto e lingua, in questo caso l’inglese. Con questa attività i ragazzi devono appredere una materia qualsiasi, come può essere la storia piuttosto che la matematica, in lingua inglese. Il tutto verrà attuato con l’ausilio di immagini, video, lim e materiale coinvolgente preso da internet.

Perchè chiamare in causa i Knights?

“Il mondo della scuola e dello sport sono molto simili. Hanno regole da rispettare, ma con un buon team e un buon allenamento si ottengono buoni risultati. Abbiamo deciso di inserire il Legnano Basket come miglior realtà sportiva cittadina.” queste le parole della prof Loddo, che userà la presenza di due giocatori americani come principale fonti di conversazione con i ragazzi.

Leggi anche:  Vento scoperchia tetto, domani scuola chiusa a Fagnano

Come verranno utilizzati i 2 americani nell’attività?

I 2 giocatori americani saranno intervistati dai ragazzi di seconda media in lingua inglese. Finita l’intervista eseguiranno anche una attività di Warm-up in Lega 2.

Il promotore del progetto

Il promotore della collaborazione tra l’istituto Tosi e la squadra di basket è il GM dei Knights Maurizio Basilico. Queste le sue parole:”La proposta mi ha subito entusiasmato personalmente ma soprattutto come società. Per me che ho lavorato e lavoro tutt’oggi con le scuole, è un valore aggiunto incredibile poter parlare di sport in ambito scolastico.” Inoltre ha sottolineato come le similitudini tra sport e scuola sono molteplici e i vari confronti possono essere stimolanti per i ragazzi, i quali possono trarre ispirazione.