Vengono installati di notte, ma la Polizia locale li oscura e li rimuove.

Pubblicità abusiva, Polizia al lavoro

Il Comando di Polizia Locale nel corso del 2019 continuerà l’attività di controllo, monitoraggio, copertura e rimozione degli impianti pubblicitari abusivi. Nel corso del 2018 sono state completate le operazioni di rimozione di 9 impianti pubblicitari abusivi collocati in prevalenza lungo le principali arterie viabilistiche di attraversamento del territorio comunale. Strade su cui passano grossi volumi di traffico, e quindi di destinatari delle pubblicità, e quindi molto appetibili per gli installatori abusivi.

Oscurati e smantellati

Difficile cogliere sul fatto chi installa gli impianti abusivi per le pubblicità, operazione fatta prevalentemente di notte. Quel che si è riusciti a fare, invece, è prima la copertura  con la scritta “pubblicità abusiva” e successivamente la rimozione degli impianti fuorilegge. Il contrasto alla cartellonistica fuori legge non ha ragioni solo burocratiche: spesso questi impianti vengono  collocati in posizioni ritenute pericolose dalle norme del Codice della Strada.

Leggi anche:  Conto Rinnovabili, prima iniziativa in Europa di agevolazioni e incentivi privati per le piccole e medie imprese

Concorrenza sleale

Oltre alla sicurezza, il contrasto alla pubblicità abusiva serve anche a garantire la correttezza del mercato. Oscurare e rimuovere gli impianti abusivi significa permette agli operatori commerciali pubblicitari del settore, rispettosi delle norme, di non essere danneggiati dai concorrenti “sleali” che affiggono indiscriminatamente senza sottostare alle regole del marcato. “Ringraziamo il Comando di Polizia Locale per avere raggiunto questo importante obbiettivo di contrasto all’abusivismo, certi che si proseguirà, con ancor maggior forza, in questa direzione”, commenta l’Amministrazione.

LEGGI ANCHE: Pubblicità sessista donna come carne

Arrestato il maresciallo Calvo, era a capo della stazione di Nerviano