Studenti protagonisti al Museo Fratelli Cozzi: “Abbiamo imparato molte cose come parlare al pubblico e mettere da parte le emozioni in alcuni casi, speriamo di avere ancora a che fare con voi e con tutto lo staff conosciuto, grazie per le enormi opportunità che ci avete dato”.

Studenti protagonisti al Museo Fratelli Cozzi

In queste settimane la città di Legnano ha dimostrato grande attenzione agli studenti con l’attribuzione da parte della Fondazione Famiglia Legnanese, di cui Pietro Cozzi è socio fondatore, di 136 borse di studio agli alunni meritevoli. Domenica 25 novembre, inoltre, gli studenti degli istituti Bernocchi, Dell’Acqua, IAL e Galileo Galilei di Legnano, uniti all’Istituto Mendel di Villa Cortese, hanno portato sul palco del teatro Tallisio Tirinnanzi di Legnano, straordinarie performance in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Anche il  Museo Fratelli Cozzi crede da sempre nella necessaria sinergia con le scuole e, fin dalla sua fondazione, ha promosso progetti di alternanza scuola-lavoro, stage e percorsi di ricerca dedicati, sino ad ora, agli studenti delle scuole superiori, post diploma e universitari.

Il progetto MuseimpresaLAB

Nell’ultimo anno il Museo Fratelli Cozzi deciso di essere tra i Musei capofila del progetto MuseimpresaLAB (insieme a Officine Rancilio, Fondazione Dalmine, Museo Piaggio, Museo Storico Reale Mutua). Nell’ambito del progetto nazionale organizzato dai Musei appartenenti alla rete di Museimpresa, gli studenti degli istituti superiori, hanno ideato, progettato e realizzato delle visite guidate per raccontare ai loro coetanei, ma anche a bambini e adulti, le collezioni museali attraverso nuove modalità narrative. In particolare in questo anno scolastico c’è stata la collaborazione con l’IS Carlo dell’Acqua di Legnano e con l’ITET Maggiolini di Parabiago. Gli studenti, coordinati dalle professoresse Tiziana Fiori per l’istituto legnanese e Isabella Rezzonico per il Maggiolini, hanno approfondito tematiche relative all’organizzazione del lavoro individuale e in team, public speaking, problem solving e, ovviamente, gestione dei contenuti. Particolarmente emozionante l’incontro di mercoledì 14 novembre, quando gli studenti dell’ITET Maggiolini hanno accolto gli studenti dell’Università per adulti Papa Francesco di San Vittore Olona in un pomeriggio dove generazioni lontane, si sono strette nell’emozione di ricordi condivisi.

“Vogliamo ringraziare l’impegno dei professori e degli studenti, non è stato facile per loro impattare con i tempi e l’approccio che il mondo del lavoro richiede, ma siamo ampiamente soddisfatti del percorso di crescita a cui abbiamo avuto il piacere di assistere. Ed è stato un grande piacere seguire anche la realizzazione del video di Andrea Meddi che, dopo l’esperienza di stage organizzata in collaborazione con l’Istituto Michelangelo Antonioni di Busto Arsizio, ha voluto tornare al Museo Fratelli Cozzi con un nuovo progetto realizzato insieme a Gloria Albanesi, Daniele Furini (direttore della fotografia), Enrico Cariolato (VFX) e Gerardo Tummillo (musiche), per raccontare la sensazione di immersione totale che ha provato la prima volta che ha visitato il Museo”.