Turismo in Lombardia: sempre più un lavoro da giovani. Ecco gli ultimi dati diffusi dalla Camera di Commercio. Monza se la cava bene ma le province con più under 35 impegnati in questo settore sono Lodi e Cremona.

Turismo in Lombardia sempre più un lavoro da giovani

Turismo, un’attività sempre più da giovani, anche in Lombardia. Lo dicono i dati Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su fonte registro imprese. A trainare è ovviamente Milano dove, in cinque anni, le imprese nel settore turistico trainate da under 35 crescono del 14% passando dalle 2.312 del 2013 alle 2.626 del 2018, più della crescita media italiana che nello stesso periodo è del 5%.  Si tratta di oltre 2.500 imprese dei servizi di ristorazione e circa 100 attività di alloggio e pesano il 5% sul corrispondente totale italiano (53 mila imprese giovani). Quasi un’imprese su due (47,5%) è di imprenditori nati all’estero mentre le imprese femminili sono il 29% del totale.

I dati

In totale in Lombardia sono 7.500 le imprese impegnate nel settore turistico, il 14% del totale nazionale e pesano il 13,6% sul totale del settore. Si concentrano a Milano (2.626 imprese), Brescia (1.116), Bergamo (855), Varese e Monza Brianza (oltre 500 ciascuna). Ma i giovani che vogliono puntare sul turismo sono concentrati soprattutto a Lodi (15,7%) e Cremona (15,2%).

Trainano la crescita delle imprese giovani del turismo Milano (+13,6% in cinque anni) e Monza Brianza (+5,1%) a fronte di un rallentamento nelle altre province. Brescia e Mantova le imprese dove le donne pesano di più nel turismo (42% delle imprese giovani), Milano e Cremona dove ci sono più imprenditori nati all’estero (rispettivamente 47,5% e 43%).

Un percorso formativo dedicato alle imprese turistiche

Visto l’interesse la Camera di Commercio mette a disposizione anche un percorso formativo, realizzato attraverso Formaper, azienda speciale della Camera di commercio, suddiviso in cicli per sviluppare le competenze di promozione e marketing digitale, potenziare capacità d’innovazione di prodotto e di promozione dell’offerta, far emergere e raccogliere l’offerta dei servizi collegati al comparto turistico dell’accoglienza e degli hotel, innalzare gli standard di qualità dei prodotti/servizi turistici e del territorio.

Leggi anche:  Sciopero drivers Amazon Lombardia: oggi la protesta

L’attività di formazione è rivolta a titolari, soci, dirigenti, manager, collaboratori e le nuove figure professionali introdotte nel settore della gestione del marketing digitale di imprese turistiche iscritte alla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e a Guide turistiche iscritte a Gitec – Guida Italiana Turismo e Cultura. 5 i cicli previsti fino al mese di dicembre.

Per informazioni e iscrizioni: http://www.milomb.camcom.it/formazione-per-operatori-turistici

Un settore che può crescere ancora

Milano e la Lombardia infatti possono crescere ancora come meta turistica internazionale. Lo sostiene Valeria Gerli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Lo dimostra l’interesse dei giovani a proporsi in questo settore. Sulla scia di tutte le iniziative di forte richiamo internazionale messe in atto a partire dall’anno di Expo, nel 2018 bisogna continuare a puntare sui grandi eventi e sulla qualità e la varietà dell’offerta. Non solo pubblico internazionale, che già ama i nostri territori. Occorre investire anche per richiamare i turisti italiani. In molti da tutte le regioni di Italia hanno già scoperto e apprezzato Milano come città d’arte, cultura e leisure e le mete lombarde. Ora bisogna convincerli a tornare e soggiornare più a lungo a Milano e in Lombarda per approfondire e sperimentare tutte le offerte”.