Regione Lombardia investirà presto sulla crescita e lo farà partendo dai fondi europei dedicati agli investimenti. L’annuncio è arrivato nella mattinata di ieri, martedì 18 dicembre, a Palazzo Lombardia, dove si è svolto il convegno annuale del Por (Programma Operativo Regionale) Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2014-2020.

Più competenze

Nel corso del suo intervento, il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala ha sottolineato i punti di forza della nostra Regione. “Come Regione spendiamo in fondi europei più di quanto abbiamo a disposizione e questo perché facciamo fruttare al meglio le nostre competenze e la nostra capacità di innovazione e ricerca attraverso il nostro sistema produttivo”.

Primo bando al via

Regione che non vuole perdere tempo. Il prossimo bando, al via dal 1 gennaio 2019, destina infatti 70 milioni a fondo perduto per imprese e organismi di ricerca per rafforzare la capacità innovativa del territorio. Saranno quindi finanziati progetti di ricerca, sviluppo e innovazione volti al potenziamento degli ecosistemi lombardi.

Leggi anche:  Reddito di Cittadinanza, la Regione chiede al Governo di fare chiarezza

Rete pubblico-privato

“A fronte della dotazione iniziale di circa 1 miliardo, Regione
Lombardia – ha continuato Sala – ha già programmato
interventi per 800 milioni di euro. Sosteniamo fortemente la
creazione di una rete tra pubblico e privato per realizzare
insieme progetti di ricerca e innovazione su tematiche
strategiche per la vita dei cittadini”.