Settegiorni https://settegiorni.it Tue, 13 Nov 2018 20:52:49 +0000 it-IT hourly 1 Trenord, il Pd non ci sta: “Per la Regione va premiata con altri 6 anni di contratto” https://settegiorni.it/politica/trenord-il-pd-non-ci-sta-per-la-regione-va-premiata-con-altri-6-anni-di-contratto/ https://settegiorni.it/politica/trenord-il-pd-non-ci-sta-per-la-regione-va-premiata-con-altri-6-anni-di-contratto/#respond Tue, 13 Nov 2018 17:35:16 +0000 https://settegiorni.it/?p=54964 Il Partito Democratico critico sulle mosse della maggioranza regionale e sulla risoluzione votata oggi in consiglio regionale su Trenord. Trenord, Astuti: “Dalla Giunta nessuna strada per migliorare il servizio” Continue lamentele dagli utenti e disagi sulle linee. Il Partito Democratico in Regione si schiera al fianco dei pendolari Trenord e oggi, nel consiglio regionale dedicato […]

Continua la lettura di Trenord, il Pd non ci sta: “Per la Regione va premiata con altri 6 anni di contratto” su Settegiorni.

]]>
Il Partito Democratico critico sulle mosse della maggioranza regionale e sulla risoluzione votata oggi in consiglio regionale su Trenord.

Trenord, Astuti: “Dalla Giunta nessuna strada per migliorare il servizio”

Continue lamentele dagli utenti e disagi sulle linee. Il Partito Democratico in Regione si schiera al fianco dei pendolari Trenord e oggi, nel consiglio regionale dedicato quasi interamente al servizio ferroviario regionale, punta il dito contro la maggioranza. “L’ulteriore peggioramento del servizio ferroviario era ampiamente prevedibile – fa notare il consigliere dem Samuele Astuti –  eppure la Giunta regionale non ha una vera proposta per uscirne. Anzi, si trincera dietro le critiche a Trenitalia e al governo del Pd. Chi governa da 23 anni non può cercare scuse o capri espiatori, può solo chiedere scusa e rimboccarsi le maniche sopra i gomiti. Invece, in Consiglio, abbiamo assistito a una difesa d’ufficio”.

Contratto prorogato di 6 anni

Come Astuti, tutto il Pd si è schierato contro la risoluzione votata oggi in consiglio. Nel testo, tra le altre cose, si chiede anche di prorogare il contratto a Trenord di altri sei anni, fino al 2026. “Una decisione che vale più di mille parole – commenta Astuti – Noi abbiamo votato contro: pensiamo che il servizio vada migliorato, e che per farlo la Regione debba metterlo a gara invitando i migliori operatori stranieri a fare una proposta. Lo abbiamo proposto, ma Lega e Centrodestra hanno votato contro. Evidentemente, secondo loro, le cose in fondo vanno bene così”. Il voto si è infatti chiuso con 46 favorevoli alla risoluzione, 27 contrari e 2 astenuti. Bocciata la contro-risoluzione del Pd inserita in un emendamento, che  proponeva invece la messa a gara, nel 2020, di almeno una parte del servizio ferroviario regionale. La maggioranza ha anche difeso il piano emergenziale di Trenord che prevede la sostituzione del 5% delle corse con bus, cosa che il Pd, insieme ai sindaci, ha contestato questa mattina con un presidio sotto Palazzo Pirelli, prima dell’inizio della seduta.

SULLO STESSO ARGOMENTO:

Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma

Treni, Scurati: “Troppo facile attaccare la Regione omettendo quanto fatto dai Governi”

Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone FOTO

Continua la lettura di Trenord, il Pd non ci sta: “Per la Regione va premiata con altri 6 anni di contratto” su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/trenord-il-pd-non-ci-sta-per-la-regione-va-premiata-con-altri-6-anni-di-contratto/feed/ 0
Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Andrea Monti https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-andrea-monti/ https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-andrea-monti/#respond Tue, 13 Nov 2018 17:33:41 +0000 https://settegiorni.it/?p=54965 Questa mattina, martedì 13 novembre 2018, la maggioranza di centrodestra ha votato una risoluzione, 46 voti favorevoli 27 contrari e 2 astenuti, con cui, tra l’altro, propone la proroga del contratto di servizio con Trenord dal 2020 al 2026. Contrario il Pd, la cui contro-risoluzione, contenuta in un emendamento interamente sostitutivo bocciato dal centrodestra, proponeva […]

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Andrea Monti su Settegiorni.

]]>
Questa mattina, martedì 13 novembre 2018, la maggioranza di centrodestra ha votato una risoluzione, 46 voti favorevoli 27 contrari e 2 astenuti, con cui, tra l’altro, propone la proroga del contratto di servizio con Trenord dal 2020 al 2026. Contrario il Pd, la cui contro-risoluzione, contenuta in un emendamento interamente sostitutivo bocciato dal centrodestra, proponeva invece la messa a gara, nel 2020, di almeno una parte del servizio ferroviario regionale.

Il commento di Andrea Monti sul Consiglio regionale

Il consigliere regionale della Lega Andrea Monti ha commentato il Consiglio Regionale sul servizio ferroviario che si è tenuto oggi, martedì 13 novembre.

“Una lunga e profonda discussione sui problemi di Trenord oggi in Consiglio Regionale. Dopo 4 ore di discussione viene votata la nostra risoluzione. Da ora in avanti dobbiamo voltare pagina sulla qualità del servizio. #trenord #treni #ferrovia #trenitalia #rfi #disagi #soppressioni #pendolari #ritardi #regionelombardia — presso Consiglio regionale della Lombardia.”

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Andrea Monti su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-andrea-monti/feed/ 0
Si toglie l’apparecchio acustico: arrivano pompieri e ambulanza https://settegiorni.it/cronaca/si-toglie-lapparecchio-acustico-arrivano-pompieri-e-ambulanza/ https://settegiorni.it/cronaca/si-toglie-lapparecchio-acustico-arrivano-pompieri-e-ambulanza/#respond Tue, 13 Nov 2018 17:05:35 +0000 https://settegiorni.it/?p=54956 Attimi di paura in via Castelli Fiorenza 32 intorno alle 18 di oggi, martedì 13 novembre. Si toglie l’apparecchio acustico: arrivano pompieri e ambulanza A dare l’allarme ai pompieri un uomo di circa 75 anni. Rientrato in casa il pensionato ha allertato il 112 perchè la moglie, che si trovava all’interno dell’abitazione non apriva la […]

Continua la lettura di Si toglie l’apparecchio acustico: arrivano pompieri e ambulanza su Settegiorni.

]]>
Attimi di paura in via Castelli Fiorenza 32 intorno alle 18 di oggi, martedì 13 novembre.

Si toglie l’apparecchio acustico: arrivano pompieri e ambulanza

A dare l’allarme ai pompieri un uomo di circa 75 anni. Rientrato in casa il pensionato ha allertato il 112 perchè la moglie, che si trovava all’interno dell’abitazione non apriva la porta e non rispondeva. Una volta sul posto vigili del fuoco e soccorritori stavano effettuando le operazioni per entrare nell’abitazione. Strada chiusa per montare l’autoscala. La donna però ha aperto da sola la porta dell’abitazione al quarto piano. Aveva semplicemente tolto per alcuni minuti l’apparecchio acustico.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Si toglie l’apparecchio acustico: arrivano pompieri e ambulanza su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/si-toglie-lapparecchio-acustico-arrivano-pompieri-e-ambulanza/feed/ 0
Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Astuti https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-astuti/ https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-astuti/#respond Tue, 13 Nov 2018 17:04:04 +0000 https://settegiorni.it/?p=54955 Il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti ha commentato la discussione di questa mattina in Consiglio regionale, sulla situazione del servizio ferroviario in Lombardia. Servizio ferroviario, il PD contrario alla risoluzione approvata Questa mattina, martedì 13 novembre 2018, la maggioranza di centrodestra ha votato una risoluzione, 46 voti favorevoli 27 contrari e 2 astenuti, con cui, […]

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Astuti su Settegiorni.

]]>
Il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti ha commentato la discussione di questa mattina in Consiglio regionale, sulla situazione del servizio ferroviario in Lombardia.

Servizio ferroviario, il PD contrario alla risoluzione approvata

Questa mattina, martedì 13 novembre 2018, la maggioranza di centrodestra ha votato una risoluzione, 46 voti favorevoli 27 contrari e 2 astenuti, con cui, tra l’altro, propone la proroga del contratto di servizio con Trenord dal 2020 al 2026. Contrario il Pd, la cui contro-risoluzione, contenuta in un emendamento interamente sostitutivo bocciato dal centrodestra, proponeva invece la messa a gara, nel 2020, di almeno una parte del servizio ferroviario regionale. La maggioranza ha anche difeso il piano emergenziale di Trenord che prevede la sostituzione del 5% delle corse con bus, cosa che il Pd, insieme ai sindaci, ha contestato questa mattina con un presidio sotto Palazzo Pirelli, prima dell’inizio della seduta.

“La giunta si trincera dietro le critiche a Trenitalia”

Il consigliere regionale del Pd Astuti ha commentato:

“L’ulteriore peggioramento del servizio ferroviario era ampiamente prevedibile eppure la giunta regionale non ha una vera proposta per uscirne, anzi, si trincera dietro le critiche a Trenitalia e al governo del Pd. Chi governa da 23 anni non può cercare scuse o capri espiatori, può solo chiedere scusa e rimboccarsi le maniche sopra i gomiti. Invece, in Consiglio, abbiamo assistito a una difesa d’ufficio e, peggio, all’approvazione di una risoluzione che regala a Trenord altri quattro anni, dal 2020 al 2026, di gestione dei treni lombardi: è una decisione che vale più di mille parole. Noi abbiamo votato contro, perché pensiamo che il servizio vada migliorato, e che per farlo la Regione debba metterlo a gara invitando i migliori operatori stranieri a fare una proposta. Lo abbiamo proposto, ma Lega e Centrodestra hanno votato contro. Evidentemente, secondo loro, le cose in fondo vanno bene così.”

LEGGI ANCHE: Consiglio regionale sul servizio ferroviario, le parole di Fontana

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, il commento di Astuti su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-il-commento-di-astuti/feed/ 0
Inaugurazione della nuova sede di CasaPound a Legnano https://settegiorni.it/politica/inaugurazione-della-nuova-sede-di-casapound-a-legnano/ https://settegiorni.it/politica/inaugurazione-della-nuova-sede-di-casapound-a-legnano/#respond Tue, 13 Nov 2018 16:37:23 +0000 https://settegiorni.it/?p=54933 Avrà luogo sabato 17 novembre, a partire dalle 17, l’inaugurazione della nuova sede di CasaPound a Legnano. Le parole di Angela De Rosa, portavoce regionale di CasaPound “L’apertura di questa nuova sede, la nona in Lombardia, è la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto in questi anni: raccogliamo i frutti di ciò che abbiamo pazientemente costruito. La nostra […]

Continua la lettura di Inaugurazione della nuova sede di CasaPound a Legnano su Settegiorni.

]]>
Avrà luogo sabato 17 novembre, a partire dalle 17, l’inaugurazione della nuova sede di CasaPound a Legnano.

Le parole di Angela De Rosa, portavoce regionale di CasaPound

“L’apertura di questa nuova sede, la nona in Lombardia, è la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto in questi anni: raccogliamo i frutti di ciò che abbiamo pazientemente costruito. La nostra nuova sede sarà punto di riferimento per gli italiani e per tutti coloro che vogliono tornare a lavorare e lottare per la propria nazione. Questa inaugurazione non è né un punto di arrivo né un punto di partenza ma l’ulteriore tappa di un percorso che vedrà le attività politiche, sociali e culturali crescere su tutto il territorio lombardo. Le polemiche e le accuse di Anpi e associazioni di sinistra non ci toccano: sono l’ennesima dimostrazione del vuoto umano, culturale e politico in cui vivono. Non ci facciamo certo intimidire da chi, da tempo, ha smesso di essere presente sul territorio e al fianco dei cittadini italiani”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

 

Continua la lettura di Inaugurazione della nuova sede di CasaPound a Legnano su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/inaugurazione-della-nuova-sede-di-casapound-a-legnano/feed/ 0
Era una notte nera… si successo https://settegiorni.it/attualita/era-una-notte-nera-si-successo/ https://settegiorni.it/attualita/era-una-notte-nera-si-successo/#respond Tue, 13 Nov 2018 16:21:44 +0000 https://settegiorni.it/?p=54935 Era una notte nera… si successo! Sabato 10 novembre,si e’ svolta la tredicesima edizione della manifestazione, dal titolo: “Addio alle armi”. In una serata dal clima incerto, lungo un suggestivo percorso, rivoluzionato all’ultimo momento a causa del rischio di pioggia, ecco  il racconto di un soldato che finita la guerra torna a casa. Il percorso verso […]

Continua la lettura di Era una notte nera… si successo su Settegiorni.

]]>
Era una notte nera… si successo! Sabato 10 novembre,si e’ svolta la tredicesima edizione della manifestazione, dal titolo: “Addio alle armi”. In una serata dal clima incerto, lungo un suggestivo percorso, rivoluzionato all’ultimo momento a causa del rischio di pioggia, ecco  il racconto di un soldato che finita la guerra torna a casa. Il percorso verso casa e’ irto di ostacoli superati grazie all’astuzia, alle capacita’ ma soprattutto al desiderio di tornare.

Era una notte nera: la serata

Proprio come nell’Odissea: le prove da superare, gli incontri, nel nostro racconto a cavallo tra Corbetta e Itaca, sono a base di musica e canto! Il nostro Ulisse, grazie a quanto appreso nel lungo percorso, arrivato a casa, con la musica e la danza, trova il modo di sconfiggere i novelli proci.

Qualche numero

Le presenze, distribuite nelle 5 ore, si sono aggirate sui 3300/3500. A partire dalle 17.00 , 33 gruppi, costituiti mediamente da un centinaio di persone, ogni 9 minuti, partendo dal cortile del comune ha seguito questo suggestivo percorso.L’ultimo gruppo si e’ mosso poco dopo le 22.  8 scene. Ciascuna di esse richiamava un fatto descritto nell’Odissea ma traslato nella Corbetta del 1920. Sono state circa 200 le persone coinvolte nella manifestazione (attori, accompagnatori e incaricati della logistica). Molti di questi 200 sono bambini e ragazzi.

Il commento

“La notte nera non e’ soltanto un racconto a tappe, in luoghi suggestivi (alcuni saranno stati sicuramente una sorpresa per i partecipanti) e’ anche un lavoro -piacevole- che vede coinvolti giovani e adulti, i quali, insieme, lavorano per valorizzare Corbetta.  Aiutare la città per renderla “a misura di bambino” e’ un modo che vogliamo usare per far si che sia più bella e vivibile da tutti. Questo lo possiamo fare partendo dai ragazzi ed e’ la base della Città dei bambini…”, commenta il presidente Angelo Vaghi. Consulenza registica e drammaturgica affidata all’Associazione tra artisti Ciridì, con la collaborazione di Danza Controvento, M.U.R.I. Laboratorio teatrale Amici di Preloreto e dei ragazzi dell’ICS Aldo Moro Corbetta, Sicurezza garantita da Prociv e Polizia locale.

Continua la lettura di Era una notte nera… si successo su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/era-una-notte-nera-si-successo/feed/ 0
Carlo Ronzio entra nell’albo dei negozi storici regionali https://settegiorni.it/attualita/carlo-ronzio-entra-nellalbo-dei-negozi-storici-regionali/ https://settegiorni.it/attualita/carlo-ronzio-entra-nellalbo-dei-negozi-storici-regionali/#respond Tue, 13 Nov 2018 16:10:14 +0000 https://settegiorni.it/?p=54930 Carlo Ronzio entra nell’albo dei negozi storici regionali. Martedì 13 novembre  in Regione Lombardia la premiazione alla presenza anche dell’assessore al Commercio Laura Cattaneo. Carlo Ronzio premiato Ronzio, figura storica della città, ha avvito la sua salumeria nel 1966 e oggi si fregia della targa di “negozio storico”, che ha ricevuto  a palazzo Lombardia insieme […]

Continua la lettura di Carlo Ronzio entra nell’albo dei negozi storici regionali su Settegiorni.

]]>
Carlo Ronzio entra nell’albo dei negozi storici regionali. Martedì 13 novembre  in Regione Lombardia la premiazione alla presenza anche dell’assessore al Commercio Laura Cattaneo.

Carlo Ronzio premiato

Ronzio, figura storica della città, ha avvito la sua salumeria nel 1966 e oggi si fregia della targa di “negozio storico”, che ha ricevuto  a palazzo Lombardia insieme ad altri 131 esercizi commerciali lombardi. “Magenta può dunque vantare, insieme a tanti altri simboli, anche questo risultato di prestigio, che dimostra la dinamicità, la forza e l’entusiasmo con cui, la gente della nostra terra svolge il suo mestiere. Complimenti davvero”, aggiunge Del Gobbo.

Il commento di Del Gobbo

“Voglio fare i miei più sinceri complimenti a Carlo Ronzio per il riconoscimento ricevuto oggi da Regione Lombardia, segno di un’attenzione che la nostra istituzione dedica a chi lavora con passione, umiltà e competenza”, ha detto il consigliere regionale di Noi con l’Italia, Luca Del Gobbo, ex sindaco della città.  Regione Lombardia, con questo premio,  riconosce, promuove e valorizza la storicità delle attività commerciali con almeno 50 anni di attività

Continua la lettura di Carlo Ronzio entra nell’albo dei negozi storici regionali su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/carlo-ronzio-entra-nellalbo-dei-negozi-storici-regionali/feed/ 0
Lombardia è ricerca, vince l’ISIS Bernocchi di Legnano https://settegiorni.it/economia/lombardia-e-ricerca-vince-lisis-bernocchi-di-legnano/ https://settegiorni.it/economia/lombardia-e-ricerca-vince-lisis-bernocchi-di-legnano/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:58:35 +0000 https://settegiorni.it/?p=54915 Nella foto la preside Annalisa Wagner, i docenti Francesco Lauricella e Walter Carozzani e i sette ragazzi che hanno vinto il premio.   Sette studenti dell’ISIS Bernocchi di Legnano hanno ricevuto un importante riconoscimento l’8 novembre al teatro alla Scala per “Lombardia è ricerca”. TSA, il prototipo vincente Il progetto vincente del Bernocchi è il prototipo TSA -Treno Sicurezza […]

Continua la lettura di Lombardia è ricerca, vince l’ISIS Bernocchi di Legnano su Settegiorni.

]]>
Nella foto la preside Annalisa Wagner, i docenti Francesco Lauricella e Walter Carozzani e i sette ragazzi che hanno vinto il premio.

 

Sette studenti dell’ISIS Bernocchi di Legnano hanno ricevuto un importante riconoscimento l’8 novembre al teatro alla Scala per “Lombardia è ricerca”.

TSA, il prototipo vincente

Il progetto vincente del Bernocchi è il prototipo TSA -Treno Sicurezza Attiva – realizzato nel laboratorio ARCA dell’Istituto. Ad ispirare i ragazzi sono stati anche i recenti fatti di cronaca. Il prototipo, infatti, nasce per monitorare lo stato di salute dei binari ferroviari. L’obiettivo del TSA è di migliorare le condizioni di sicurezza del trasporto su ferro. Il dispositivo elettronico proposto dagli studenti punta a ‘leggere’ il traferro tra un binario e l’altro, mentre il treno è in movimento: In questo modo sarà possibile segnalare quando lo spazio tra i binari è ritenuto fuori tolleranza ed attivare così una manutenzione preventiva. Nel dettaglio il TSA si basa su un raggio laser da collocare nella parte inferiore della locomotiva. Questo usa il binario come specchio riflettente, che reindirizza il fascio di luce laser riflesso verso un sensore ottico. Gli studenti del ISIS Bernocchi di Legnano si sono aggiudicati il 1 °posto con il progetto ‘TSA’ Treno sicurezza attiva’. L’ammontare del riconoscimento è stato di 15.000,00.

 

LEGGI ANCHE:

Assegnato il premio “Lombardia è ricerca” in trionfo anche Legnano e Magenta

“Lombardia è ricerca”, appuntamento alla Scala

 

 

Continua la lettura di Lombardia è ricerca, vince l’ISIS Bernocchi di Legnano su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/economia/lombardia-e-ricerca-vince-lisis-bernocchi-di-legnano/feed/ 0
Pino Campagna sabato sera al Galleria di Legnano https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/pino-campagna-sabato-sera-al-galleria-di-legnano/ https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/pino-campagna-sabato-sera-al-galleria-di-legnano/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:47:25 +0000 https://settegiorni.it/?p=54903 «Ci sei? Ce la fai? Sei connesso?». Sì, è proprio lui, Pino Campagna. Il comico pugliese reso famoso da Zelig sabato 17 novembre sarà al Teatro Galleria di Legnano. Appuntamento alle 21. Pino Campagna in “Io…SuperTerrone” Pino Campagna, il “Papy Ultras” di Zelig, sabato sera sarà al Teatro Galleria di Legnano con uno spettacolo dal titolo […]

Continua la lettura di Pino Campagna sabato sera al Galleria di Legnano su Settegiorni.

]]>
«Ci sei? Ce la fai? Sei connesso?». Sì, è proprio lui, Pino Campagna. Il comico pugliese reso famoso da Zelig sabato 17 novembre sarà al Teatro Galleria di Legnano. Appuntamento alle 21.

Pino Campagna in “Io…SuperTerrone”

Pino Campagna, il “Papy Ultras” di Zelig, sabato sera sarà al Teatro Galleria di Legnano con uno spettacolo dal titolo “Io… SuperTerrone”.  Il comico pugliese continua dunque la sua intensa attività di divulgatore di meridionalità, questa volta però con una sfida che richiede dei super poteri. Si tratta infatti di allontanare discriminazioni, disuguaglianze e incomprensioni. Oltretutto facendo leva esclusivamente sulle uniche armi in possesso di Campagna, ovvero la comicità e l’umorismo. Il risultato è un viaggio immaginario che accompagnerà il pubblico per mille e più chilometri lungo tutta la Penisola, mettendo in scena usanze regionali, tradizioni popolari, la metamorfosi dei linguaggi comuni e il modo unico di essere Italiani.

Non mancherà la Puglia

La tappa principale sarà ovviamente la Puglia, terra natale di Campagna, che ergendosi a professore impartirà lezioni di francese, tedesco, giapponese e inglese usando i suoi cari dialetti pugliesi come base teorica di studio delle nuova grammatica dialettale divulgando lezioni di lingua straniera. Né mancherà il “Papy Ultras”, il personaggio che lo ha reso celebre a colpi di squilli del telefono.

Dal folk al cabaret

La carriera del comico pugliese nel mondo dello spettacolo ha preso avvio all’inizio degli anni Ottanta come cantante folk. Solo successivamente è avvenuto l’approdo al cabaret, che risale al 1987: dopo il trasferimento a Roma, Campagna è entrato a far parte della compagnia stabile “Al Fellini”. Alla fine degli anni Novanta poi sono iniziate le apparizioni stabili sul piccolo schermo, in programmi come “La sai l’ultima?” e poi diverse edizioni di Zelig, trasmissione che lo ha consacrato all’affetto del grande pubblico.

Pino Campagna

LEGGI ANCHE: Facchinetti e Fogli, i due Pooh, venerdì al Galleria di Legnano

Continua la lettura di Pino Campagna sabato sera al Galleria di Legnano su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/pino-campagna-sabato-sera-al-galleria-di-legnano/feed/ 0
Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma https://settegiorni.it/attualita/treni-dal-pirellone-la-palla-passa-a-roma/ https://settegiorni.it/attualita/treni-dal-pirellone-la-palla-passa-a-roma/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:34:38 +0000 https://settegiorni.it/?p=54905 Il trasporto ferroviario regionale e il servizio offerto da Trenord. Via libera dal Pirellone alla risoluzione sul trasporto regionale su ferro in vista dell’incontro di domani del presidente Attilio Fontana con il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Per il futuro dei treni in Lombardia scatta dunque l’ora della verità. La situazione Ritardi, disservizi, treni soppressi, […]

Continua la lettura di Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma su Settegiorni.

]]>
Il trasporto ferroviario regionale e il servizio offerto da Trenord. Via libera dal Pirellone alla risoluzione sul trasporto regionale su ferro in vista dell’incontro di domani del presidente Attilio Fontana con il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Per il futuro dei treni in Lombardia scatta dunque l’ora della verità.

La situazione

Ritardi, disservizi, treni soppressi, pendolari stretti come sardine, corse dimezzate su alcune tratte e sostituite da corse offerte dal trasporto su gomma, dagli autobus. Scenari incerti all’orizzonte, senza certezze di investimenti e di piani di assunzioni e sviluppo. Questa la triste fotografia che ha portato il Consiglio regionale ad affrontare per gran parte della giornata il tema del trasporto ferroviario e portare in Aula una proposta di risoluzione.

La risoluzione

Il documento presentato in Aula da Andrea Monti invita Presidente e Giunta regionale ad attivarsi con il Governo affinché Trenitalia effettui investimenti analoghi a quelli sostenuti da Trenord per sostituire i treni vecchi con convogli di adeguata qualità. Il documento sollecita anche Trenord a rivedere la struttura organizzativa per garantire un livello adeguato di servizi e Rete Ferroviarie Italiane, Rfi, a interventi di ammodernamento e manutenzione della rete in Lombardia; inoltre si invita Trenord a riferire in Commissione Territorio ogni quattro mesi sugli interventi effettuati. La proposta di Risoluzione tocca anche il contratto di Trenord con Regione Lombardia, sottolineando che l’ipotesi di rinnovo fino al 2026 potrà essere valutata positivamente qualora venga garantita la possibilità di ulteriori investimenti in nuovo materiale rotabile. La risoluzione ha avuto semaforo verde con il con il voto di 46 consiglieri, 27 contrari e 2 astenuti.

La disamina del presidente Fontana

“È manifesta la non gestione di un’azienda in cui soci hanno rimarcato negli anni una enorme disparità di investimenti – ha analizzato il presidente della Giunta, Attilio Fontana – Regione Lombardia ha impegnato 3,5 miliardi di euro, realizzati o programmati, Trenitalia solo 170 milioni nello stesso periodo: serve modificare gli assetti attuali. Rfi inoltre non investe nella rete da anni, manca manutenzione necessaria e fondamentale. A queste carenze è dovuta una grande parte dei disservizi subiti dai nostri cittadini. A Roma chiederemo che le promesse dei soci vengano mantenute, che vengano presi nuovi impegni e che il sistema ferroviario lombardo torni ad essere una delle priorità anche del Governo”.

Gli attacchi del M5S

“Mancanza di personale, mancanza di mezzi e problemi di governance. In questo senso, Regione Lombardia non può far finta di non sapere cosa fa o non fa Trenord”, ha osservato Nicola Di Marco che ha tuonato a muso duro: “E’ imbarazzante questa maggioranza: la sua priorità è Pedemontana, poi tutto d’un tratto si accorge dei problemi del sistema ferroviario”. Bordate anche al Pd: “Dov’era questo partito quando il ministro alle Infrastrutture era Delrio. Naturalmente, ora ci aspettiamo presidi e volantinaggi anche per l’aumento dei biglietti della metropolitana”. Poco prima un attacco analogo nei confronti del Partito democratico era arrivato anche dal capogruppo Dario Violi.  Dai pentastellati è arrivata la richiesta di prevedere nella risoluzione il rilancio delle stazioni e il tema della sicurezza.

Il Pd

Voto contrario alla risoluzione da parte del Pd che di primo mattino aveva manifestato in stazione Cadorna e proprio davanti al Pirellone, primo dell’inizio del Consiglio. Tranciante il giudizio di Carmela Rozza: “E’ una risoluzione ipocrita, priva di contenuti che non dà soluzioni ai pendolari”.

Lega e Forza Italia

“Un errore è stato non riuscire ad avere una governance con maggioranza regionale”, ha osservato Alessandro Corbetta. “Trenord ci chiede un gesto di grande responsabilità: accettare dei tagli, ma è chiaro che vogliamo vedere dei risultati. Facciamo in modo che Regione Lombardia abbia il controllo di questa società. Il M5S faccia pressioni sul ministro Toninelli, che è un lombardo, per avere una gestione più vicina al territorio”. Un’analisi condivisa da Marco Mariani che ha rilanciato: “Il precedente amministratore delegato di Fs era una birba, voleva il controllo di tutto per fare investimenti e migliorie. Questi si chiamano ricatti. E poi fa fatta chiarezza sulla proprietà e sulla gestione di reti, mezzi e stazioni: così, oggi, è solo un gran guazzabuglio”. Il capogruppo di Forza Italia, Marco Comazzi ha commentato da parte sua: “Non ci facciamo illusioni da Roma, ancora una volta sarà la Lombardia a doversi arrangiare da sola e ancora una volta ne saremo orgogliosi”. Infine il capogruppo della Lega, Roberto Anelli ha chiosato: “Abbiamo sentito tante critiche, ma nessuna proposta alternativa, così è facile parlare”. Dal rappresentante del partito di Salvini è arrivato un altro invito a Fontana: “Domani a Roma, faccia un giro anche in altri uffici per continuare a tenere calda la pista dell’autonomia. Quando l’avremo ottenuta, tanti problemi li risolveremo da soli”.

La soddisfazione del relatore

Soddisfatto dell’esito della votazione, il relatore della risoluzione, Andrea Monti: “Adesso però occorre passare dalle parole ai fatti, che sono poi quelli che chiedono in ultima istanza le migliaia di pendolari che ogni giorno sono costretti ad utilizzare i treni lombardi, argomento oggi attualissimo anche alla luce del nuovo orario invernale. Su questo punto ci sono state molte polemiche recenti circa il taglio di alcuni treni, sostituiti con un servizio di pullman. Occorre porre un inciso: siamo disposti ad accettare i tagli, a patto che questa scelta porti reali benefici nell’immediato.

“Ognuno si prenda responsabilità”

“Tutti devono prendersi le proprie responsabilità – ha aggiunto Monti – Si chiede quindi alla Giunta di farsi parte attiva presso tutti i soggetti coinvolti, specialmente verso chi, fino ad oggi ha fatto orecchie da mercante. In particolare, il socio che possiede il 50% di Trenord, ovvero Trenitalia (Gruppo Fs), dimostratosi sospettosamente assente fino ad oggi. Trenitalia deve effettuare investimenti analoghi a quelli fatti, non con pochi sforzi, da Regione Lombardia in questi anni. Altro punto cruciale è l’aggiornamento delle ferrovie su cui viaggiano i pendolari, nella stragrande maggioranza in capo ad Rfi, altra azienda pubblica interamente controllata dal Gruppo FS. La risoluzione chiede inoltre di valutare l’applicazione di ulteriori misure e servizi compensativi per gli utenti, a fronte dei disagi patiti. Infine c’è la richiesta indirizzata proprio a Trenord di riferire con cadenza quadrimestrale presso la Commissione Territorio e Infrastrutture circa le azioni di miglioramento della rete e sullo stato di avanzamento degli investimenti. Personalmente credo sia arrivato il momento di cambiare davvero le cose”.

Continua la lettura di Treni, dal Pirellone la palla passa a Roma su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/treni-dal-pirellone-la-palla-passa-a-roma/feed/ 0
Conferenze sulla storia di Abbiategrasso, un successo la serata di chiusura https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/conferenze-sulla-storia-di-abbiategrasso-un-successo-per-la-serata-di-chiusura/ https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/conferenze-sulla-storia-di-abbiategrasso-un-successo-per-la-serata-di-chiusura/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:27:47 +0000 https://settegiorni.it/?p=54906 Terzo e ultimo incontro del ciclo di conferenze sulla storia di Abbiategrasso Si chiudono in bellezza le conferenze sulla storia della città Venerdì 9 novembre alle 21, nella Chiesa di San Bernardino di Abbiategrasso, di fronte a un pubblico attento, curioso e interessato alla storia di Abbiategrasso, si è svolta la terza e ultima serata del “3° Ciclo […]

Continua la lettura di Conferenze sulla storia di Abbiategrasso, un successo la serata di chiusura su Settegiorni.

]]>
Terzo e ultimo incontro del ciclo di conferenze sulla storia di Abbiategrasso

Si chiudono in bellezza le conferenze sulla storia della città

Venerdì 9 novembre alle 21, nella Chiesa di San Bernardino di Abbiategrasso, di fronte a un pubblico attento, curioso e interessato alla storia di Abbiategrasso, si è svolta la terza e ultima serata del “3° Ciclo di Conferenze sulla Storia di Abbiategrasso” organizzata dal Ducato di Abbiate-Grasso e patrocinato dal Comune. Ha dato inizio alla serata con un breve saluto e un ringraziamento a tutti i presenti, la presentatrice ufficiale  Marcela Rodríguez Valdivieso, la quale ha salutato al Presidente del Consiglio Comunale, Marcantonio Tagliabue e ha ringraziato chi ha reso possibile questa iniziativa.  La Rodríguez ha quindi presentato la terza relatrice di questa rassegna, la Dottoressa Giuseppina Montanari, che ha trattato in modo vivace, interessante e coinvolgente il tema della serata, “San Bernardino e San Rocco: Edifici che Raccontano la Vita di Devozione e Pietà della Comunità”.

L’incontro

La dott.ssa Montanari ha magistralmente raccontato la costruzioni dell’Oratorio di San Rocchino (1507), la Chiesa di San Rocco (1632) e la Chiesa di San Bernardino (1630) e la relazione tra questi chiese il suo sviluppo nelle peste del 1507 e 1630 e la importante contribuzione di Galeazzo Tarantola nella costruzione delle chiese San Rocco e San Bernardino. In conclusione Marcela Rodriguez ha invitato a Giuseppina Montanari e Julio Araya, che, nella sua veste
ufficiale di Duca Giulio I°, ha consegnato alla dottoressa Montanari un bellissimo mazzo di fiori come  inrgraziamento per il suo lavoro. Dopo il Duca di Abbiate-Grasso ha invitato ai presenti per il ultimo evento del
anno del Ducato, chiamato “4 Profili d’Autrice” che si terrà venerdì 16 novembre alle ore 21, nella Sala Consigliere del Castello Visconteo di Abbiategrasso

Continua la lettura di Conferenze sulla storia di Abbiategrasso, un successo la serata di chiusura su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/conferenze-sulla-storia-di-abbiategrasso-un-successo-per-la-serata-di-chiusura/feed/ 0
SIDERA ^B: Cure a domicilio per pazienti cronici, se ne parla in Regione https://settegiorni.it/attualita/sidera-b-cure-a-domicilio-per-pazienti-cronici-se-ne-parla-in-regione/ https://settegiorni.it/attualita/sidera-b-cure-a-domicilio-per-pazienti-cronici-se-ne-parla-in-regione/#respond Tue, 13 Nov 2018 14:54:06 +0000 https://settegiorni.it/?p=54900 Il progetto SIDERA ^B ha come partner di ricerca IRCCS Fondazione don Carlo Gnocchi Onlus, Università degli Studi di Milano – Bicocca, LIUC – Università Cattaneo e Politecnico di Milano, VitalAire Italia spa, Tenacta Group spa, Amiko srl, Grifo Multimedia srl), e vede la collaborazione con Telbios e Fondazione Politecnico. SIDERA ^B Il progetto SIDERA ^B (Sistema Integrato Domiciliare e […]

Continua la lettura di SIDERA ^B: Cure a domicilio per pazienti cronici, se ne parla in Regione su Settegiorni.

]]>
Il progetto SIDERA ^B ha come partner di ricerca IRCCS Fondazione don Carlo Gnocchi Onlus, Università degli Studi di Milano – Bicocca, LIUC – Università Cattaneo e Politecnico di Milano, VitalAire Italia spa, Tenacta Group spa, Amiko srl, Grifo Multimedia srl), e vede la collaborazione con Telbios e Fondazione Politecnico.

SIDERA ^B

Il progetto SIDERA ^B (Sistema Integrato Domiciliare e Riabilitazione assistita al Benessere) è finanziato da Regione Lombardia tramite il Bando POR FESR 2014-2020 – Asse 1, che si pone come obiettivo quello di progettare, sviluppare e validare una piattaforma per la continuità di cura al domicilio, supportata da tecnologie innovative per pazienti con patologie croniche di particolare rilevanza, quali bronco-pneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), Malattia di Parkinson (e patologie neurodegenerative), oltre a scompenso cardiaco cronico (CHF).

 

L’evento SIDERA ^B desidera coinvolgere tutti gli stakeholder che operano nel contesto territoriale e ospedaliero di Regione Lombardia, dalle Direzioni Strategiche, alle Unità Operative, con particolare riferimento a quanti si occupano di cronicità in ambito cardiologico, pneumologico, neurologico e riabilitativo, nonché gestiscono l’introduzione di nuove tecnologie per l’ottimizzazione dei percorsi diagnostico- terapeutici e riabilitativi e l’empowerment dei pazienti.

Il programma

10.00 Registrazione partecipanti e welcome coffee

10.30 Apertura dei lavori e saluti istituzionali Silvana Di Matteo, Regione Lombardia

10.45 Il progetto SIDERA ^B : vision e aspetti innovativi Maria Romano, Telbios e Silvia Trazzi, VitalAire

11.00 Le implicazioni direzionali e gestionali del progetto SIDERA ^B : il ruolo della PA Davide Croce ed Emanuele Porazzi, LIUC – Università Cattaneo

11.15 La presa in carico secondo il modello SIDERA ^B : aspetti clinici Francesca Baglio, IRCCS Fondazione don Carlo Gnocchi

11.45 Il Benessere come componente del modello SIDERA ^B Olivia Realdon, Università degli Studi di Milano – Bicocca

12.00 Approccio multidimensionale alla validazione del modello: implicazioni gestionali e tecniche Emanuela Foglia, LIUC – Università Cattaneo

12.15 Question time

12.30 Fine lavori

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di SIDERA ^B: Cure a domicilio per pazienti cronici, se ne parla in Regione su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/sidera-b-cure-a-domicilio-per-pazienti-cronici-se-ne-parla-in-regione/feed/ 0
Incendio ditta Vanzaghello, il sopralluogo delle autorità https://settegiorni.it/cronaca/incendio-ditta-vanzaghello-il-sopralluogo-delle-autorita/ https://settegiorni.it/cronaca/incendio-ditta-vanzaghello-il-sopralluogo-delle-autorita/#respond Tue, 13 Nov 2018 14:30:46 +0000 https://settegiorni.it/?p=54899 Incendio ditta a Vanzaghello, dopo il fatto accaduto nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre, le autorità competenti sono tornate sul luogo. Incendio ditta: il sopralluogo Polizia locale di Vanzaghello, Ufficio tecnico del Comune, Vigili del fuoco e carabinieri della Stazione di Castano Primo, nella mattinata di martedì 13 novembre, sono tornati in […]

Continua la lettura di Incendio ditta Vanzaghello, il sopralluogo delle autorità su Settegiorni.

]]>
Incendio ditta a Vanzaghello, dopo il fatto accaduto nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre, le autorità competenti sono tornate sul luogo.

Incendio ditta: il sopralluogo

Polizia locale di Vanzaghello, Ufficio tecnico del Comune, Vigili del fuoco e carabinieri della Stazione di Castano Primo, nella mattinata di martedì 13 novembre, sono tornati in corso Italia. Obiettivo del sopralluogo: verificare l’agibilità della ditta che è stata interessata da un rogo nella notte tra lunedì martedì. Stando ai primi accertamenti pare che le fiamme siano partite da un camion in riparazione. Ingenti i danni che sono ancora in fase di quantificazione.

Le fiamme nella notte

Poco dopo la 1.30 di stanotte, i residenti sono stati svegliati dal fumo e da rumori di scoppio che provenivano da un’azienda di corso Italia. Subito è stato allertato il 112, le fiamme erano visibili in tutta la zona. Sul posto, oltre ai pompieri, anche i carabinieri della Compagnia di Legnano, l’ambulanza della Croce Rossa di Busto Arsizio e l’automedica.

LEGGI ANCHE: Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello

Continua la lettura di Incendio ditta Vanzaghello, il sopralluogo delle autorità su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/incendio-ditta-vanzaghello-il-sopralluogo-delle-autorita/feed/ 0
Consiglio regionale sul servizio ferroviario, le parole di Fontana https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-le-parole-di-fontana/ https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-le-parole-di-fontana/#respond Tue, 13 Nov 2018 14:24:15 +0000 https://settegiorni.it/?p=54891 Si è aperta con una comunicazione del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, la seduta di Consiglio regionale urgente, dedicata al servizio ferroviario regionale. Ecco le sue dichiarazioni. Consiglio regionale sul servizio ferroviario, la comunicazione del Presidente La seduta urgente del Consiglio regionale incentrata sul trasporto ferroviario, di oggi, 13 novembre 2018, si è aperta […]

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, le parole di Fontana su Settegiorni.

]]>
Si è aperta con una comunicazione del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, la seduta di Consiglio regionale urgente, dedicata al servizio ferroviario regionale. Ecco le sue dichiarazioni.

Consiglio regionale sul servizio ferroviario, la comunicazione del Presidente

La seduta urgente del Consiglio regionale incentrata sul trasporto ferroviario, di oggi, 13 novembre 2018, si è aperta con una comunicazione del Presidente della Regione Lombardia. Fontana ha dichiarato che intende agire per migliorare la situazione del trasporto ferroviario lombardo. Tuttavia ha sottolineato la notevole differenza di investimenti fra i due soci di Trenord negli ultimi 10 anni: Regione Lombardia ha investito 3 miliardi, contro i 170 milioni di Trenitalia. Ha inoltre evidenziato che la maggior parte dei disservizi che colpiscono la rete ferroviaria sono da attribuire a carenze infrastrutturali, di cui è responsabile Ferrovie dello Stato.

L’intento del Presidente Fontana

Fontana ha spiegato:

“Il servizio ferroviario in Lombardia versa in condizioni non degne della nostra regione: lo abbiamo pubblicamente riconosciuto fin dal nostro insediamento. Lo dico a chiare lettere: non vogliamo chiudere questa legislatura lasciando il servizio di trasporto ferroviario nelle stesse condizioni in cui lo abbiamo trovato”.

L’incontro a Roma

“Sono ben contento che anche il ministro delle Infrastrutture abbia deciso negli ultimi giorni di riprendere concretamente in mano il dossier del trasporto ferroviario lombardo e abbia convocato un incontro per domani a Roma. Finalmente potremo aprire il confronto che da mesi auspichiamo, oltre che con il Governo, con Ferrovie dello Stato, RFI e Trenitalia“.

 La disparità di investimenti

“L’attuale situazione manifesta impossibilità di gestione di una azienda, Trenord, i cui due soci, paritari al 50%, hanno fatto rimarcare negli anni una enorme disparità negli investimenti. Voglio ribadire ancora che, a fronte dei 3 miliardi di euro di investimenti degli ultimi 10 anni da Regione Lombardia, Trenitalia ha investito nello stesso periodo 170 milioni di euro. Basterebbe questo indicatore per rendere palesi le difficoltà di Trenord e, conseguentemente, gli interventi necessari per modificare gli attuali assetti”.

Molti disservizi sono dovuti a carenze infrastrutturali

Fontana ha ricordato inoltre che:

“Le Ferrovie dello Stato, da ormai troppi anni, non investono adeguatamente sulla rete lombarda, facendo mancare i necessari interventi di potenziamento strutturale e di manutenzione; e non è certo un mistero che a queste carenze infrastrutturali è dovuta gran parte dei disservizi quotidianamente subiti dai nostri cittadini”.

Il management di Trenord

Per quanto riguarda il management di Trenord, Fontana ha evidenziato che la Regione si era dichiarata pronta a mutare radicalmente gli assetti “arrivando, all’inizio dello scorso mese di agosto, alla formulazione di un’ipotesi innovativa, finalizzata alla creazione di servizi più affidabili e efficienti, conosciuta ai vertici di Ferrovia dello Stato dell’epoca ma mai approfondita con quelli attuali”.

Il piano di emergenza

Sul piano temporaneo d’emergenza presentato nei giorni scorsi da Trenord, il presidente Fontana ha precisato che esso è finalizzato a uscire dallo stato di emergenza e “solo a risolvere nell’immediato i problemi più gravi” e che sia necessario “intervenire in modo incisivo sul servizio, soprattutto per limitare i disagi dei pendolari nelle ore di punta; su questo ci impegniamo ad agire in tempi brevissimi, con la collaborazione del Governo, se possibile”.

161 nuovi convogli

Il Presidente ha aggiunto:

“Ricordo anche che la Regione ha acquistato 161 nuovi convogli, che inizieranno a entrare in servizio dal 2020, andando progressivamente a sostituire l’inadeguata flotta di Trenitalia in Trenord, che, lo ricordo, ha un’età media di 32 anni, mentre i treni acquistati dalla Regione hanno un’età media di 10 anni”.

“Non un grandissimo sforzo”

“I cambiamenti intercorsi ai vertici in Ferrovie dello Stato ci hanno fatto ben sperare riguardo a una rinnovata volontà di investimento nella nostra regione e in Trenord  tuttavia, hanno finora avuto come risultato concreto la fornitura alla Lombardia di 14 treni usati e un aiuto in merito al personale, insieme a molte dichiarazioni di intenti e promesse. Non un grandissimo sforzo, direi, considerato che già da luglio Ferrovie dello Stato aveva messo in vendita un ingente quantitativo di convogli”.

Un concorso per la mobilità 4.0

“Assicuro a quest’Aula il massimo impegno mio e della Giunta innanzitutto per superare questa fase di emergenza. In una seconda fase, quando saranno entrati in servizio tutti i nuovi treni acquistati, sarà stato assunto il personale necessario e saranno stati apportati i necessari interventi sulla rete, potremo dichiararci fuori dall’emergenza, vigilare perché sia a regime un servizio consolidato e lavorare per il futuro. È nostra intenzione con il contributo delle migliori Università di Italia e d’Europa, lanciare un concorso per studiare un progetto che possa realizzare la mobilità 4.0 che merita una regione all’avanguardia come è la Lombardia“.

LEGGI ANCHE: Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone FOTO

Continua la lettura di Consiglio regionale sul servizio ferroviario, le parole di Fontana su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/consiglio-regionale-sul-servizio-ferroviario-le-parole-di-fontana/feed/ 0
Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti https://settegiorni.it/cronaca/il-piccolo-loris-ha-bisogno-dellaiuto-di-tutti/ https://settegiorni.it/cronaca/il-piccolo-loris-ha-bisogno-dellaiuto-di-tutti/#respond Tue, 13 Nov 2018 14:03:44 +0000 https://settegiorni.it/?p=54895 Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti. La famiglia di Seregno lancia una raccolta fondi per abbattere le barriere architettoniche della nuova casa. Dove Loris, colpito da una emorragia cerebrale che ha cambiato la sua vita e quella della sua mamma e del suo papà, avrà più spazio per le sue attività. Il piccolo […]

Continua la lettura di Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti su Settegiorni.

]]>
Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti. La famiglia di Seregno lancia una raccolta fondi per abbattere le barriere architettoniche della nuova casa. Dove Loris, colpito da una emorragia cerebrale che ha cambiato la sua vita e quella della sua mamma e del suo papà, avrà più spazio per le sue attività.

Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti

E’ il 23 aprile 2012, un lunedì mattina, quando quella MAV (malformazione arterovenosa) “scoppia” e per il piccolo Loris, di due anni e mezzo, la luce si spegne. L’argento vivo tipico di quest’età svanisce, così come i sorrisi, le corse al parco, la gioia di abbracciare mamma e papà. A trasformare la sua esistenza è un’emorragia cerebrale che lo costringe in un letto d’ospedale. Prima il coma, poi lo stato vegetativo, e quindi una minima coscienza.

Loris all’età di due anni e mezzo

Giovane e coraggioso guerriero

Sono passati sei anni e mezzo ma la storia di Loris nessuno la dimentica. Non la dimentica Seregno, dove vive la famiglia. Non la dimentica la Brianza che non può e non deve abbandonare questa famiglia e la sua battaglia. Adesso infatti Loris ha bisogno di tutti noi!

Come vive oggi

Oggi Loris è cosciente, ma rallentato in tutto, ha una tetraparesi spastica del corpo e un’emiparesi facciale. Non parla e non mangia ma da qualche mese ha voglia di muoversi accennando i movimenti con gli arti superiori. E la sua famiglia sta facendo tutti il possibile per potergli garantire una pronta ripresa.

I dottori infatti sono convinti che, nonostante si tratti di “un percorso in salita,il piccolo potrà raggiungere grandi traguardi. Potrà veramente riprendersi in modo vicino a quello totale.”

Loris in una foto recente

La nuova casa per Loris

Recentemente i suoi genitori hanno acquistato una nuova casa, più grande, a Seregno. Con spazi adeguati alle attività di riabilitazione di cui ogni giorno Loris ha bisogno. Con un giardino, per poterlo far stare all’aria aperta.

Ma prima del trasferimento c’è bisogno di abbattere tutte le barriere architettoniche. Da qui nasce la raccolta fondi lanciata sui social.

Servono 20mila euro

Gli obiettivi sono:

  • costruire un bagno adeguato con i giusti sanitari e la giusta protezione;
  • una stanza per le ore di terapia con i diversi professionisti dove Loris si possa concentrare senza distrazioni;
  • adattare tutti gli altri spazi della casa alle sue esigenze.

I genitori, che per consentire a Loris le migliori cure e i migliori professionisti fanno ogni giorno enormi sforzi e sacrifici, chiedono l’aiuto di tutti. Anche un piccolo contributo per loro può essere molto importante.

La raccolta fondi

Se volete partecipare alla raccolta fondi per Loris vi lasciamo di seguito tutte le informazioni e gli estremi per le donazioni.

INTESTAZIONE:
ASSOCIAZIONE ONLUS  IL CAMMINO DI LORIS

Codice fiscale 91132470153

IBAN IT66F0558433840000000002912
BIC / SWIFT BPMIITMMXXX

BPM BANCA POPOLAR DI MILANO
VIA MONTELLO ANG. VIA CIRCONVALLAZIONE – 20038 SEREGNO

Postepay Manuel Ferrara
4023 6006 5129 3617
C.F. FRRMNL95L04F704V

Continua la lettura di Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/il-piccolo-loris-ha-bisogno-dellaiuto-di-tutti/feed/ 0
Treni, Scurati: “Troppo facile attaccare la Regione omettendo quanto fatto dai Governi Pd” https://settegiorni.it/politica/treni-scurati-regione-governi-pd/ https://settegiorni.it/politica/treni-scurati-regione-governi-pd/#respond Tue, 13 Nov 2018 13:53:35 +0000 https://settegiorni.it/?p=54894 Treni, dopo la protesta di stamattina, martedì 13 novembre, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Silvia Scurati. Treni, la replica di Scurati “Per capire la situazione attuale non si può ignorare quanto è avvenuto in passato, dato che i mancati investimenti si ripercuotono sul presente. Per quanto riguarda le affermazioni dei colleghi del Pd, […]

Continua la lettura di Treni, Scurati: “Troppo facile attaccare la Regione omettendo quanto fatto dai Governi Pd” su Settegiorni.

]]>
Treni, dopo la protesta di stamattina, martedì 13 novembre, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Silvia Scurati.

Treni, la replica di Scurati

“Per capire la situazione attuale non si può ignorare quanto è avvenuto in passato, dato che i mancati investimenti si ripercuotono sul presente. Per quanto riguarda le affermazioni dei colleghi del Pd, credo sia troppo facile puntare il dito contro Regione Lombardia omettendo però quanto fatto dai Governi che si sono succeduti negli ultimi anni”. Così Silvia Scurati, consigliere regionale della Lega, è intervenutain aula nel dibattito sul servizio ferroviario in Lombardia.

“Lombardia penalizzata”

“Lo Stato e la Regione sono soci al 50% di Trenord, ma il comportamento negli ultimi anni è stato ben differente. Un esempio concreto è dato dalla flotta di Trenord: 390 treni, di cui 200 di proprietà Ferrovie Nord e 190 di Ferrovie dello Stato. Si tratta di una flotta disomogenea, con un età media di 9 anni per i treni di Fnm e 32 anni per i treni messi a girare sulla rete lombarda da Fs.  Una situazione estremamente penalizzante per la Lombardia, confermata dalla mancanza di investimenti da parte statale. Dal 2010 al 2018 la Regione ha investito 3 miliardi di euro per l’acquisto di nuovo materiale rotabile contro appena 170 milioni messi dallo Stato. Le Ferrovie dello Stato hanno consegnato 480 nuovi treni a tutte le Regioni italiani ad esclusione della Lombardia che teoricamente, facendo la media, avrebbe dovuto ricevere 110 treni”.

“L’ad di Ferrovie nominato dal Pd”

“Gran parte delle scelte che hanno svantaggiato Trenord – prosegue Scurati – sono state compiute da Renato Mazzoncini, che dopo mirabolanti imprese compiute a Firenze, fu premiato da Matteo Renzi con la nomina di ad di Ferrovie dello Stato e poi riconfermato dal governo Gentiloni, sempre a guida Pd. Per poter investire in Lombardia, Mazzoncini pretendeva di avere il 51% di Trenord: un vero ricatto ai danni dei pendolari lombardi”. “Ora che il Pd non sgoverna più questo Paese . conclude il consigliere della Lega –  sono molte le speranze per  il futuro. La Regione e il nuovo Governo stanno già valutando ogni azione possibile per il rilancio del servizio e per la tutela del diritto alla mobilità dei nostri pendolari. E’ importante, a questo fine, che vi sia il massimo consenso sulla Risoluzione che stiamo oggi per votare e che dà pieno mandato alla Lombardia e al suo Governatore Fontana per andare a Roma a trattare sul servizio ferroviario nella nostra Regione”.

Continua la lettura di Treni, Scurati: “Troppo facile attaccare la Regione omettendo quanto fatto dai Governi Pd” su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/treni-scurati-regione-governi-pd/feed/ 0
Tumore al pancreas, Uboldo s’illumina di viola https://settegiorni.it/attualita/tumore-al-pancreas-uboldo-sillumina-di-viola/ https://settegiorni.it/attualita/tumore-al-pancreas-uboldo-sillumina-di-viola/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:48:55 +0000 https://settegiorni.it/?p=54886 Giovedì Uboldo si colorerà di viola per la giornata mondiale per la lotta al tumore al pancreas. Luci viola e appello social Inondare social e città di una marea viola. E’ l’appello lanciato via social a Uboldo. Giovedì, in concomitanza con la giornata mondiale per la lotta al cancro al pancreas, municipio e monumento ai […]

Continua la lettura di Tumore al pancreas, Uboldo s’illumina di viola su Settegiorni.

]]>
Giovedì Uboldo si colorerà di viola per la giornata mondiale per la lotta al tumore al pancreas.

Luci viola e appello social

Inondare social e città di una marea viola. E’ l’appello lanciato via social a Uboldo. Giovedì, in concomitanza con la giornata mondiale per la lotta al cancro al pancreas, municipio e monumento ai caduti saranno infatti illuminati di viola, e dello stesso colore saranno i palloncini che verranno esposti da molte attività commerciali. Tutta la città è chiamata ad aderire. “Fotografate Uboldo colorata, condividete e facciamo diventare viola i social, taggando ‘Associazione Nastro Viola – Insieme contro il tumore al pancreas’. E se volete sostenere anche concretamente la ricerca, trovate info su www.nastroviola.org“.

LEGGI ANCHE:

Prevenzione: 12 regole per ridurre il rischio cancro

Tumore al pancreas: riconoscimento in America per la chirurgia di Rho

Continua la lettura di Tumore al pancreas, Uboldo s’illumina di viola su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/tumore-al-pancreas-uboldo-sillumina-di-viola/feed/ 0
Ospedale Galmarini, milioni in arrivo ma non per i medici https://settegiorni.it/politica/ospedale-galmarini-milioni-in-arrivo-ma-non-per-i-medici/ https://settegiorni.it/politica/ospedale-galmarini-milioni-in-arrivo-ma-non-per-i-medici/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:32:04 +0000 https://settegiorni.it/?p=54883 La Regione ieri ha deliberato lo stanziamento di fondi per gli ospedali lombardi. 3,08 milioni per l’ospedale Galmarini ma resta il nodo personale. Ospedale Galmarini, manca il personale ma si studiano nuove strutture Sindaci, comitati, cittadini e territorio che chiedono medici e la Regione che risponde con milioni di euro per una nuova struttura. Non […]

Continua la lettura di Ospedale Galmarini, milioni in arrivo ma non per i medici su Settegiorni.

]]>
La Regione ieri ha deliberato lo stanziamento di fondi per gli ospedali lombardi. 3,08 milioni per l’ospedale Galmarini ma resta il nodo personale.

Ospedale Galmarini, manca il personale ma si studiano nuove strutture

Sindaci, comitati, cittadini e territorio che chiedono medici e la Regione che risponde con milioni di euro per una nuova struttura. Non è stata accolta nel migliore dei modi la notizia, seppur positiva, dello stanziamento di poco più di 3 milioni per l’ospedale Galmarini. Fondi che serviranno per la realizzazione del nuovo blocco operatorio, una nuova struttura che si intende far sorgere accanto al Monoblocco chiamata a ospitare un nuovo polo chirurgico.

Paura “scatola vuota”

Alla notizia c’è chi storce il naso. L’ospedale Galmarini ha già visto, più volte, cosa succede quando si realizzano strutture senza che vi sia il personale per riempirli. Scatole vuote, investimenti destinati a prender polvere o sottoutilizzati: basti pensare alla TAC o all’asilo nido, nemmeno mai aperto. Una voce delle tante a farlo notare è quello di Mauro Micheluzzi, promotore della raccolta firme e del comitato “E gli investimenti per il personale dove sono? Prima di pensare alle nuove strutture è necessario programmare un nuovo piano di assunzioni di medici e infermieri! Il problema principale attualmente riguarda proprio la carenza del personale. E’ inutile continuare a costruire scatole nuove se non abbiamo nulla da mettere dentro”.

LEGGI ANCHE: Raccolta firme per l’ospedale Galmarini: anche online

La soddisfazione dei leghisti varesini

Chi plaude invece all’arrivo dei nuovi fondi sono i due leghisti varesini, Emanuele Monti e Francesca Brianza, in Regione. “Un risultato assolutamente positivo quello dei fondi, che ammontano a 11 milioni di euro, che Regione Lombardia ha destinato agli ospedali della nostra provincia – commenta Monti, presidente della commissione regionale Sanità –  Segno dell’impegno costante che la Giunta regionale mette per la nostra Sanità. Ora, auspico un passo ulteriore, ovvero che vengano definite quelle scelte che sono fondamentali per il futuro delle nostre strutture”. “Queste risorse – commenta Brianza – testimoniano il continuo impegno di Regione Lombardia che investe sul sistema sanitario della Provincia di Varese e, in particolare, dimostrano lo sforzo di Regione per rilanciare l’ospedale di Tradate: un presidio fondamentale per il territorio e che copre un bacino di utenti molto ampio tra la provincia di Varese e quella di Como. Questo intervento, insieme all’acquisizione di nuovi medici nei reparti di cardiologia, radiologia e Pronto Soccorso – conclude – è la risposta concreta a tutti coloro che accusano Regione Lombardia di voler chiudere la struttura”.

LEGGI ANCHE: Ospedale Galmarini, “Il Dg Bravi risolva i problemi”

 

Continua la lettura di Ospedale Galmarini, milioni in arrivo ma non per i medici su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/ospedale-galmarini-milioni-in-arrivo-ma-non-per-i-medici/feed/ 0
Alberi di Natale, Legnano ne adotta tre https://settegiorni.it/attualita/alberi-di-natale-legnano-ne-adotta-tre/ https://settegiorni.it/attualita/alberi-di-natale-legnano-ne-adotta-tre/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:13:23 +0000 https://settegiorni.it/?p=54870 Alberi di Natale, a Legnano spuntano i primi tre. Alberi di Natale a Legnano Ecologia e tradizione. La Giunta Comunale di Legnano ha deliberato il posizionamento di tre alberi di Natale (uno nel centro cittadino e due nei quartieri periferici) per accompagnare i cittadini durante le festività natalizie che stanno per giungere. Tre alberi che […]

Continua la lettura di Alberi di Natale, Legnano ne adotta tre su Settegiorni.

]]>
Alberi di Natale, a Legnano spuntano i primi tre.

Alberi di Natale a Legnano

Ecologia e tradizione. La Giunta Comunale di Legnano ha deliberato il posizionamento di tre alberi di Natale (uno nel centro cittadino e due nei quartieri periferici) per accompagnare i cittadini durante le festività natalizie che stanno per giungere. Tre alberi che saranno adottati dalla Città di Legnano; pini della specie abete del Caucaso, coltivati dalla ditta Zenone di Mezzomerico (No) che, dal 1980, opera nell’ambito del vivaismo natalizio.

In centro, all’Oltrestazione e all’Oltresempione

Tre alberi che saranno così posizionati: uno nel centro cittadino (10 metri di altezza con 7.500 luci e 500 palle decorative) e gli altri due, rispettivamente, nei quartieri Oltrestazione e Oltresempione. Questi ultimi saranno di cinque metri di altezza e con una decorazione di 1.200 luci e oltre cento palle decorative. Dal primo di dicembre, dunque, Legnano sarà colorata dalla tradizione natalizia per eccellenza. Facendolo con l’attenzione e l’obbligo nei confronti dell’ambiente.

Rispettosi dell’ambiente

Come spiega il sindaco Gianbattista Fratus, «questi tre alberi saranno sempre accuditi dall’azienda che li installerà. Ci si interroga sempre giustamente – continua il primo cittadino – sull’opportunità di avere un albero di Natale vivo, sia in casa sia nella pubblica piazza, domandosi che fine poi facciano questi alberi. Ecco, con questa valutazione, come Amministrazione pensiamo di aver trovato un ottimo punto di incontro tra la valorizzazione delle nostre tradizioni e il voler bene all’ambiente». L’azienda Zenone infatti, al termine dell’esposizione natalizia dei tre alberi, li piantumerà nuovamente nei propri vivai, accudendoli quotidianamente.

Installazioni natalizie ai varchi della Ztl

Oltre ai tre alberi, saranno posizionate anche tre ulteriori installazioni ai varchi della Ztl (zona traffico limitato). In questo caso, si tratterà di strutture in ferro ricoperte da rami di abete e illuminate con le classiche luci natalizie.

“Questo è solo un assaggio”

“Sappiamo che da tempo i legnanesi chiedono che l’albero di Natale torni a far brillare luci e speranze in città – conclude Fratus -; il Natale 2018, ne sono certo, riuscirà in questo intento. E gli alberi di Natale posizionati in città sono solo un assaggio di quello che sarà realizzato durante tutto il mese di dicembre”.

La spesa è di 13.500 euro

Questa prima operazione, compresa l’adozione degli tre alberi, costerà alle case comunali 13.500 euro. Tutto il programma relativo al mese di dicembre sarà illustrato nei prossimi giorni.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Continua la lettura di Alberi di Natale, Legnano ne adotta tre su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/alberi-di-natale-legnano-ne-adotta-tre/feed/ 0
Bollini rosa argento: premiato il Villaggio Amico https://settegiorni.it/attualita/bollini-rosa-argento-premiato-il-villaggio-amico/ https://settegiorni.it/attualita/bollini-rosa-argento-premiato-il-villaggio-amico/#respond Tue, 13 Nov 2018 12:04:00 +0000 https://settegiorni.it/?p=54878 Bollini rosa argento: Villaggio Amico si conferma una Residenza sanitaria assistenziale attenta al lato umano della cura Bollini rosa argento: Villaggio Amico vince ancora Villaggio Amico è stata premiata oggi da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere , con ben tre Bollini RosaArgento , il massimo riconoscimento biennale attribuito alle strutture, […]

Continua la lettura di Bollini rosa argento: premiato il Villaggio Amico su Settegiorni.

]]>
Bollini rosa argento: Villaggio Amico si conferma una Residenza sanitaria assistenziale attenta al lato umano della cura

Bollini rosa argento: Villaggio Amico vince ancora

Villaggio Amico è stata premiata oggi da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere , con ben tre Bollini RosaArgento , il massimo riconoscimento biennale attribuito alle strutture, pubbliche o private accreditate, attente al benessere, alla tutela della dignità e in grado di garantire una gestione personalizzata, efficace e sicura delle persone ricoverate. La Residenza sanitaria assistenziale e centro polifunzionale di Gerenzano, alle porte di Milano, quindi, ha ottenuto il massimo del punteggio per il biennio dall’1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2020.

Bollini rosa argento: gli obiettivi

Uno degli obiettivi dei Bollini rosa argento, la cui iniziativa gode del patrocinio di dodici società scientifiche e associazioni in ambito geriatrico, è quello di fornire alle famiglie uno strumento di orientamento per scegliere il luogo di ricovero più adatto per i propri cari non autosufficienti . I servizi delle strutture premiate per il bando 2019-2020, assieme ai giudizi espressi dall’utenza, saranno infatti consultabili sul sito www.bollinirosargento.it tramite un motore di ricerca dedicato, a partire da gennaio 2019. Le strutture premiate da Onda e distribuite su tutto il territorio nazionale sono 153; tra queste, anche Villaggio Amico è risultata essere una Rsa in possesso dei requisiti considerati importanti per garantire la migliore accoglienza degli ospiti e identificati da una Commissione multidisciplinare di esperti, che includono non solo caratteristiche socio-sanitarie – come appropriatezza dell’assistenza clinica, caratteristiche strutturali e servizi offerti –, ma anche grande attenzione al lato umano dell’assistenza e della cura per garantire agli ospiti una buona qualità di vita e una permanenza dignitosa all’nterno dell’RSA. Nello specifico, la struttura lombarda, che già nel 2016 aveva ottenuto due bollini, offre la massima attenzione agli ospiti, grazie a un personale qualificato e a servizi all’avanguardia: dal Villaggio della Memoria – il centro che ospita i malati di Alzheimer – al rinnovato centro fisioterapico Energy Center; dal centro diurno disabili all’asilo nido, fino alle terapie non-farmacologiche (Pet therapy, Doll therapy, Snoezelen Room) a supporto delle cure più tradizionali per le persone affette dall’Alzheimer o altre forme di demenza. L’iniziativa Bollini RosaArgento ha il patrocinio di: AIP – Associazione Italiana Psicogeriatria, FNOPI – Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche, Senior Italia Federanziani, SICGe – Società Italiana di Cardiologia Geriatrica, SID – Società Italiana di Diabetologia, SIGG – Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, SIGITE – Società Italiana Ginecologia Terza Età, SIGOT – Società Italiana Geriatria Ospedale e Territorio, SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, SINEG – Società Italiana di Neurogeriatria, SIP – Società Italiana di Psichiatria, SIR – Società Italiana di Reumatologia.

Il commento

“Siamo orgogliosi di questo riconoscimento da parte di Onda che ci permette di continuare a far parte del Network Bollini RosaArgento – dice Marina Indino, direttore generale area tecnica operativa e responsabile comunicazione e marketing di Villaggio Amico – . È il risultato del lavoro appassionato e sempre attento dei nostri operatori che ogni giorno contribuiscono a migliorare l’assistenza verso gli ospiti della struttura, facendoli sentire a casa in un ambiente pulito, accogliente e, soprattutto, rispettoso della dignità dei ricoverati . Spero che i nostri servizi, consultabili da gennaio 2018 sul sito dei Bollini RosaArgento tramite un motore di ricerca dedicato, possano essere d’aiuto alle tantissime famiglie che si trovano ad affrontare la difficile scelta di una struttura per il ricovero dei propri cari” .

 

Continua la lettura di Bollini rosa argento: premiato il Villaggio Amico su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/bollini-rosa-argento-premiato-il-villaggio-amico/feed/ 0
AMGA Sport cerca un direttore sportivo per le piscine di Legnano e Parabiago https://settegiorni.it/attualita/amga-sport-cerca-un-direttore-sportivo-per-le-piscine-di-legnano-e-parabiago/ https://settegiorni.it/attualita/amga-sport-cerca-un-direttore-sportivo-per-le-piscine-di-legnano-e-parabiago/#respond Tue, 13 Nov 2018 11:48:21 +0000 https://settegiorni.it/?p=54873 AMGA Sport sta cercando un direttore sportivo cui affidare la gestione delle piscine di Legnano e di Parabiago. AMGA Sport offre contratto a tempo pieno e indeterminato AMGA Sport sta cercando una figura di direttore sportivo, per un contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato. A questa sarà affidata la gestione degli impianti natatori […]

Continua la lettura di AMGA Sport cerca un direttore sportivo per le piscine di Legnano e Parabiago su Settegiorni.

]]>
AMGA Sport sta cercando un direttore sportivo cui affidare la gestione delle piscine di Legnano e di Parabiago.

AMGA Sport offre contratto a tempo pieno e indeterminato

AMGA Sport sta cercando una figura di direttore sportivo, per un contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato. A questa sarà affidata la gestione degli impianti natatori delle città di Legnano e Parabiago.

Requisiti

Formazione

Tra i requisiti fondamentali richiesti ai candidati figurano il diploma di Isef o una laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive o una laurea magistrale in Scienze dell’Educazione Motoria e delle attività preventive e adattate/Scienze e tecniche avanzate dello sport. Inoltre è necessario possedere l’attestato di qualifica FIN, Federazione Italiana Nuoto, per il ruolo di direttore sportivo e gestore d’impianti natatori.

Esperienza

Si richiede inoltre di possedere un’esperienza minima di 6 mesi nel ruolo di direttore degli impianti sportivi e gestore d’impianti natatori e un’esperienza di almeno 5 anni nell’organizzazione e gestione di una scuola nuoto e del settore di acquafitness, nel coordinamento e nella gestione di progetti, nonché nell’organizzazione e gestione di eventi e laboratori tematici.

La prova d’esame

La prova d’esame consisterà in un colloquio teorico/pratico inerente le principali tematiche del settore, come le discipline sportive,  la gestione del personale, la normativa impianti sportivi, la normativa sulla tutela della salute e  la sicurezza dei lavoratori e gli elementi di organizzazione dei centri sportivi. Le domande vanno presentate entro le 12 di venerdì 30 novembre.

LEGGI ANCHE: Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello FOTO

Continua la lettura di AMGA Sport cerca un direttore sportivo per le piscine di Legnano e Parabiago su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/amga-sport-cerca-un-direttore-sportivo-per-le-piscine-di-legnano-e-parabiago/feed/ 0
Nottata con protagonisti i giovani SIRENE DI NOTTE https://settegiorni.it/cronaca/nottata-con-protagonisti-i-giovani-sirene-di-notte/ https://settegiorni.it/cronaca/nottata-con-protagonisti-i-giovani-sirene-di-notte/#respond Tue, 13 Nov 2018 11:27:25 +0000 https://settegiorni.it/?p=54861 Nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre i soccorritori sono intervenuti quattro volte. Malore in codice giallo per una giovane Una 36enne è stata soccorsa dalla Croce Rossa di Saronno intorno alle 21.30 mentre si trovava in via S. Giuseppe a Saronno. La giovane è poi stata trasportata in codice giallo al nosocomio […]

Continua la lettura di Nottata con protagonisti i giovani SIRENE DI NOTTE su Settegiorni.

]]>
Nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre i soccorritori sono intervenuti quattro volte.

Malore in codice giallo per una giovane

Una 36enne è stata soccorsa dalla Croce Rossa di Saronno intorno alle 21.30 mentre si trovava in via S. Giuseppe a Saronno. La giovane è poi stata trasportata in codice giallo al nosocomio saronnese.

Intossicazione

Una ragazzo di 28 anni è stata soccorso poco prima delle 23 dalla Croce Azzurra di Buscate per un’intossicazione. Al momento non è ancora chiara la natura di questa. Il giovane è stato trasportato all’ospedale di Busto Arsizio per accertamenti.

Scontro di gioco

Alle 23 a Legnano, nel centro sportivo di via Monte Rosa, due giovani di 27 e 28 anni si sono scontrati. Sul posto due ambulanze per soccorrerli: la SOS di Ubaldo e la Croce Rossa di Busto Arsizio. Entrambe hanno trasportato i giovani all’ospedale di Legnano per accertamenti.

Incendio a Vanzaghello

Poco dopo l’1.30 a Vanzaghello, in Corso Italia, è scoppiato un incendio. Sul posto la Croce Rossa di Busto.

Per saperne di più leggi: Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello FOTO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Continua la lettura di Nottata con protagonisti i giovani SIRENE DI NOTTE su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/nottata-con-protagonisti-i-giovani-sirene-di-notte/feed/ 0
Assolombarda, credito e finanza per far crescere le imprese https://settegiorni.it/economia/assolombarda-credito-e-finanza-per-far-crescere-le-imprese/ https://settegiorni.it/economia/assolombarda-credito-e-finanza-per-far-crescere-le-imprese/#respond Tue, 13 Nov 2018 11:22:14 +0000 https://settegiorni.it/?p=54801 Ridare alla finanza il suo ruolo di leva per la realizzazione delle politiche industriali. E’ questo l’obiettivo del manuale “Credito e Finanza per la crescita delle imprese”, presentato ieri  in via Pantano  prima davanti ai giornalisti, in conferenza stampa, poi agli Stati Generali del Credito. Possibile stretta “Siamo molto preoccupati per le piccole imprese che […]

Continua la lettura di Assolombarda, credito e finanza per far crescere le imprese su Settegiorni.

]]>
Ridare alla finanza il suo ruolo di leva per la realizzazione delle politiche industriali. E’ questo l’obiettivo del manuale “Credito e Finanza per la crescita delle imprese”, presentato ieri  in via Pantano  prima davanti ai giornalisti, in conferenza stampa, poi agli Stati Generali del Credito.

Possibile stretta

“Siamo molto preoccupati per le piccole imprese che nel 2019, stante l’attuale situazione, potrebbero subire una nuova stretta”. Così Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda, si è espresso nel presentare il lavoro prodotto con la collaborazione di un panel di esperti del mondo finanziario e accademico.  Un campanello d’allarme a cui si sono aggiunte le parole di Renato Carli, presidente del Gruppo Tecnico Credito e Finanza di Assolombarda, quando ha parlato della necessità delle nostre imprese di ricorrere a strumenti finanziari.  “Le imprese hanno necessità di crescere e irrobustirsi e per farlo devono allargare la base degli strumenti finanziari a cui ricorrere”,

Le proposte

Tra le proposte redatto nel libro, Assolombarda suggerisce di accentrare le funzioni di assicurazione dei depositi e di gestione delle crisi bancarie nelle mani di un’unica Autorità europea che operi di concerto con autorità e fondi di tutela nazionali; di offrire alle imprese accessi indiretti ai mercati dei corporate bond e delle azioni e di irrobustire la presenza sul mercato delle imprese a prescindere dalla loro dimensione.

Spread e investimenti

Quella di lunedì scorso è stata anche un’occasione per fare il punto su spread e investimenti del nostro Paese. “Spread a 300 punti significa che come paese stiamo scontando l’incertezza, la mancanza di chiarezza sui conti pubblici. Se perdurasse a questi livelli. potrebbe mettere in crisi molte banche” è la previsione fatta dallo stesso Bonomi, che sulla realizzazione di nuove infrastrutture non ha alcun dubbio: “Il tema dovrebbe essere in quanto tempo saranno pronte e non se realizzarle”.

Continua la lettura di Assolombarda, credito e finanza per far crescere le imprese su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/economia/assolombarda-credito-e-finanza-per-far-crescere-le-imprese/feed/ 0
Approda la Nave degli Scugnizzi a Robecco https://settegiorni.it/attualita/approda-la-nave-degli-scugnizzi-a-robecco/ https://settegiorni.it/attualita/approda-la-nave-degli-scugnizzi-a-robecco/#respond Tue, 13 Nov 2018 11:08:47 +0000 https://settegiorni.it/?p=54868 A Robecco approda la Nave degli Scugnizzi a partire dal 19 novembre, un’iniziativa voluta dall’Amministrazione Barni Al palazzo comunale approda la Nave degli Scugnizzi Dal 19 novembre al 5 dicembre 2018, presso il Palazzo comunale di Robecco sul Naviglio, in via Dante 21, si terrà ad ingresso libero la mostra, “La nave degli scugnizzi”, che racconta la storia di Giulia […]

Continua la lettura di Approda la Nave degli Scugnizzi a Robecco su Settegiorni.

]]>
A Robecco approda la Nave degli Scugnizzi a partire dal 19 novembre, un’iniziativa voluta dall’Amministrazione Barni

Al palazzo comunale approda la Nave degli Scugnizzi

Dal 19 novembre al 5 dicembre 2018, presso il Palazzo comunale di Robecco sul Naviglio, in via Dante 21, si terrà ad ingresso libero la mostra, “La nave degli scugnizzi”, che racconta la storia di Giulia Civita Franceschi, educatrice sensibile e intuitiva, genio pedagogico, che nell’aprile del 1913 saliva a bordo della Nave Asilo “Francesco Caracciolo”, destinata dal Ministero della Marina alla città di Napoli per il recupero dell’infanzia abbandonata.

Un’iniziativa culturale promossa dall’Amministrazione comunale

La mostra fotodocumentaria, a cura di Monia Valeriano, sarà inaugurata lunedì 19 novembre alle ore 18.30, nel Palazzo comunale e resterà aperta fino al 5 dicembre (in orario apertura uffici). Racconta la straordinaria esperienza educativa conseguita nel porto di Napoli a bordo di un antico veliero, dove centinaia di bambini senza famiglia hanno trovato una casa e una famiglia.

In questa storia non c’è una barca a vela e nemmeno un uomo ma è una storia di mare e di vita, di una donna e di una nave e merita di essere raccontata. I protagonisti sono: una nave la “Francesco Caracciolo”; una donna napoletana Giulia Civita Franceschi; e gli scugnizzi trasformati in “I Caracciolini”.

Continua la lettura di Approda la Nave degli Scugnizzi a Robecco su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/approda-la-nave-degli-scugnizzi-a-robecco/feed/ 0
Rinasce l’affresco dei fratelli Lampugnani https://settegiorni.it/attualita/rinasce-laffresco-dei-fratelli-lampugnani/ https://settegiorni.it/attualita/rinasce-laffresco-dei-fratelli-lampugnani/#respond Tue, 13 Nov 2018 10:46:58 +0000 https://settegiorni.it/?p=54851 Rinasce l’affresco dei fratelli Lampugnani nella chiesa di Sant’Ambrogio a Legnano. Rinasce l’affresco di Sant’Ambrogio a cavallo Continuano le visite che Fondazione comunitaria del Ticino Olona sta compiendo nei luoghi dove si concretizzano i progetti che vengono selezionati e finanziati. L’obiettivo è fare storytelling di quanto associazioni ed enti del terzo settore compiono grazie al […]

Continua la lettura di Rinasce l’affresco dei fratelli Lampugnani su Settegiorni.

]]>
Rinasce l’affresco dei fratelli Lampugnani nella chiesa di Sant’Ambrogio a Legnano.

Rinasce l’affresco di Sant’Ambrogio a cavallo

Continuano le visite che Fondazione comunitaria del Ticino Olona sta compiendo nei luoghi dove si concretizzano i progetti che vengono selezionati e finanziati. L’obiettivo è fare storytelling di quanto associazioni ed enti del terzo settore compiono grazie al loro impegno e all’aiuto della fondazione: un circolo virtuoso che va a tutto vantaggio del territorio e permette a tutti i cittadini di usufruire di beni e servizi che altrimenti sarebbero preclusi. “In questa occasione – spiega il presidente della Fondazione Salvatore Forte -, la visita ci ha portato nella bellissima chiesa di sant’Ambrogio. Nella navata di sinistra della chiesa di Sant’Ambrogio, la più antica di Legnano, si può ammirare il grande affresco dei fratelli Lampugnani, che nel 17° secolo ebbero l’incarico di rappresentare Sant’Ambrogio a cavallo, ricevuto dai dignitari di Milano dopo la sua acclamazione a vescovo”. In condizioni problematiche, l’opera è ora in restauro grazie al progetto, finanziato dalla Fondazione, del Collegio dei capitani delle contrade del Palio di Legnano che proprio in questa chiesa ha la sua sede originaria e dove si svolge l’investitura del gran maestro. Siamo andati a vedere lo stato dell’arte – prosegue Forte -, e abbiamo chiesto ad Anna Lucchini, restauratrice che insegna all’Accademia di Brera, di raccontarci come stanno andando i lavori”.

All’opera i restauratori dell’Accademia di Brera

“Sono qui coi miei studenti del terzo e quarto anno – ha dichiarato la professoressa -, con due ragazze che faranno la tesi su questo quadro e due miei assistenti. Abbiamo trovato l’affresco in condizioni pessime, per vari motivi: le infiltrazioni dal basso, che adesso sono state risanate grazie all’impianto installato dalla Domodry, hanno portato sulla superficie un quantitativo ingente di sali inquinanti che si sono cristallizzati deteriorando gran parte del colore nella parte inferiore. Altri problemi sono stati creati dai vari restauri succedutisi nel tempo. Siamo all’inizio, però abbiamo già operato la desalinizzazione di tutta la superficie con degli impacchi, stiamo rimuovendo le stuccature e abbiamo riportato alla luce la cornice originale, coperta da tre strati di pittura posteriore. Siamo in attesa del benestare della Sovrintendenza alla metodologia che stiamo individuando per procedere alla pulitura definitiva”.

“Un’opera importante sarà restituita alla collettività”

“Il lavoro procede con passione e professionalità – conclude il presidente Forte – e siamo sicuri che il risultato sarà di alto profilo e un’opera bella e importante sarà restituita alla collettività”.

 

Rinasce l'affresco dei fratelli Lampugnani

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Continua la lettura di Rinasce l’affresco dei fratelli Lampugnani su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/rinasce-laffresco-dei-fratelli-lampugnani/feed/ 0
Alimentazione e Sport: GS Rancilio in campo https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/alimentazione-e-sport-gs-rancilio-in-campo/ https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/alimentazione-e-sport-gs-rancilio-in-campo/#respond Tue, 13 Nov 2018 10:36:52 +0000 https://settegiorni.it/?p=54841 Alimentazione e Sport: il Gruppo Sportivo Rancilio di Parabiago invita a una serata organizzata da Officina Rancilio 1926 con esperti del settore. Alimentazione e Sport: l’evento L’Officina Rancilio 1926 ha organizzato per mercoledì 14 novembre alle 21 una serata alla sede del museo a Parabiago, in via Galeazzi 22. Tema dell’incontro e del dibattito sarà […]

Continua la lettura di Alimentazione e Sport: GS Rancilio in campo su Settegiorni.

]]>
Alimentazione e Sport: il Gruppo Sportivo Rancilio di Parabiago invita a una serata organizzata da Officina Rancilio 1926 con esperti del settore.

Alimentazione e Sport: l’evento

L’Officina Rancilio 1926 ha organizzato per mercoledì 14 novembre alle 21 una serata alla sede del museo a Parabiago, in via Galeazzi 22. Tema dell’incontro e del dibattito sarà l’attività fisica in correlazione con il cibo e il mangiare bene.

Gli ospiti

Durante la serata prenderanno parola Ugo Monsellato, medico sportivo e medico fiduciario della Federazione Ciclistica Italiana, Elena Casiragi, docente di Metodologia dell’Allenamento all’Università di Pavia – specialista di Nutrizione e Integrazione dello Sport – Equipe Enervit, Roberto Damiani, direttore sportivo Team Cofidis – ciclismo professionisti e Danilo Goffi, atleta e specialista nella disciplina della maratona. La serata verrà moderata dal giornalista sportivo ed ex ciclista professionista su strada e Mtb, Danilio Gioia.

Torna alla Home e leggi le altre notizie.

Continua la lettura di Alimentazione e Sport: GS Rancilio in campo su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/alimentazione-e-sport-gs-rancilio-in-campo/feed/ 0
Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone FOTO https://settegiorni.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone-foto/ https://settegiorni.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone-foto/#respond Tue, 13 Nov 2018 10:16:13 +0000 https://settegiorni.it/?p=54834 Treni, puntuali sono solo ritardi e disservizi. Ecco la protesta del Pd davanti al Pirellone e in stazione Cadorna: “Non un treno di meno”, lo slogan della manifestazione. Presidio davanti al Pirellone Sindaci, amministratori e pendolari, insieme ai consiglieri regionali del Partito democratico si sono radunati questa mattina davanti alla sede del Consiglio della Lombardia […]

Continua la lettura di Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone FOTO su Settegiorni.

]]>
Treni, puntuali sono solo ritardi e disservizi. Ecco la protesta del Pd davanti al Pirellone e in stazione Cadorna: “Non un treno di meno”, lo slogan della manifestazione.

Presidio davanti al Pirellone

Sindaci, amministratori e pendolari, insieme ai consiglieri regionali del Partito democratico si sono radunati questa mattina davanti alla sede del Consiglio della Lombardia per contestare l’inerzia della Regione nell’affrontare i problemi del trasporto ferroviario. Nel chiedere una svolta rispetto all’ulteriore peggioramento di affidabilità e puntualità rilevati nel corso del 2018, la manifestazione contesta l’intenzione di Trenord di sostituire diverse corse ferroviarie con i bus.

Volantinaggio in stazione

 

La protesta dell’opposizione ha avuto un “antipasto” proprio nel momento di maggior afflusso dei pendolari a Milano. Prima del presidio, infatti, dalle 7.30 alle 8.30, i consiglieri del Pd hanno effettuato un volantinaggio alla stazione di Milano Cadorna per poi dirigersi al Pirellone dove è in programma dalle 10 una seduta di Consiglio che si annuncia infuocata, tutta dedicata al trasporto ferroviario regionale.

Le proposte in Aula

Il Pd, con un emendamento interamente sostitutivo della risoluzione della maggioranza che sarà discussa in Aula, chiede la revisione del contratto di servizio e la messa a gara, a scadenza, nel 2020, del servizio ferroviario regionale o di parte di esso. Il capogruppo Fabio Pizzul e il consigliere Pietro Bussolati spiegano così l’iniziativa, entrando nelle polemiche Milano – Roma di questi giorni: “Il presidente Fontana e il Ministro Toninelli risparmino ai cittadini questo ridicolo rimpallo di responsabilità. I nove treni usati promessi per l’inizio di ottobre, peraltro arrivati solo in parte, sono una goccia nel mare dei problemi di Trenord. Lo ha ammesso lo stesso amministratore delegato Marco Piuri. Regione e Governo devono dare ai pendolari risposte ben più convincenti e concrete. Occorrono investimenti pesanti sulla rete e sui convogli, come quelli fatti dal precedente Governo, ma questa volta anche la Lombardia deve attivarsi per ottenere la propria parte. Sosterremo le ragioni di chi prende il treno tutti i giorni e vorrebbe un servizio all’altezza”.

LEGGI ANCHE: Presidio al Pirellone: sindaci e pendolari in protesta

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Treni, protesta del Pd davanti al Pirellone FOTO su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/treni-protesta-del-pd-davanti-al-pirellone-foto/feed/ 0
Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello FOTO https://settegiorni.it/cronaca/incendio-in-ditta-vanzaghello/ https://settegiorni.it/cronaca/incendio-in-ditta-vanzaghello/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:41:17 +0000 https://settegiorni.it/?p=54820 Incendio in ditta, fiamme e fumo in Corso Italia. Incendio in ditta, pompieri in azione Notte di paura quella vissuta a Vanzaghello. Poco dopo la 1.30 i residenti sono stati svegliati dal fumo e da rumori di scoppio che provenivano da un’azienda di Corso Italia. Subito è stato allertato il 112, le fiamme erano visibili in […]

Continua la lettura di Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello FOTO su Settegiorni.

]]>
Incendio in ditta, fiamme e fumo in Corso Italia.

Incendio in ditta, pompieri in azione

Notte di paura quella vissuta a Vanzaghello. Poco dopo la 1.30 i residenti sono stati svegliati dal fumo e da rumori di scoppio che provenivano da un’azienda di Corso Italia. Subito è stato allertato il 112, le fiamme erano visibili in tutta la zona.

LE FOTO:

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti diversi mezzi dei vigili del fuoco, l’ambulanza della Croce Rossa di Busto Arsizio e l’automedica per eventuali feriti e i carabinieri della Compagnia di Legnano. Per fortuna nessuno si trovava all’interno dell’azienda.

Le cause

Stando ai primi accertamenti pare che le fiamme siano partite da un camion in riparazione. Ingenti i danni che sono ora in fase di quantificazione.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Incendio in ditta, notte di paura a Vanzaghello FOTO su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/incendio-in-ditta-vanzaghello/feed/ 0
La Polisportiva Sedriano Ticino Sport arriva a 3424 utenti https://settegiorni.it/attualita/polisportiva-sedriano-ticino-sport-utenti/ https://settegiorni.it/attualita/polisportiva-sedriano-ticino-sport-utenti/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:38:32 +0000 https://settegiorni.it/?p=54821 Sport per tutti a Sedriano grazie alla Polisportiva Sedriano Ticino Sport. Non è uno slogan ma una importante realtà in costante crescita che oggi coinvolge ben 3424 utenti, giovani, anziani e disabili. Polisportiva Sedriano Ticino Sport, un po’ di storia A ridare nuovo slancio alle attività del palazzetto dello sport e della piscina comunale dal […]

Continua la lettura di La Polisportiva Sedriano Ticino Sport arriva a 3424 utenti su Settegiorni.

]]>
Sport per tutti a Sedriano grazie alla Polisportiva Sedriano Ticino Sport. Non è uno slogan ma una importante realtà in costante crescita che oggi coinvolge ben 3424 utenti, giovani, anziani e disabili.

Polisportiva Sedriano Ticino Sport, un po’ di storia

A ridare nuovo slancio alle attività del palazzetto dello sport e della piscina comunale dal 2015 è l’Associazione Polisportiva Sedriano Ticino Sport, riconosciuta dal Coni, nata nel 2010 come associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro per la promozione e la diffusione della pratica di ogni attività sportiva.
Da tre anni l’associazione gestisce gli impianti di via Allende e via Matteotti dopo aver vinto un bando di gara. «A seguito della stipula del contratto di concessione – spiega il presidente, Sergio Porta – la Polisportiva si è fatta carico dell’assunzione dei 13 dipendenti della precedente gestione (oggi sono 55 tra dipendenti e collaboratori), delle spese di utenze della piscina che prima erano in carico al Comune, circa 40mila euro l’anno, nonché di quelle del Palasport, della custodia e sorveglianza degli impianti, delle spese di manutenzione ordinaria, oltre all’obbligo di garantire il rispetto delle normative anche nel caso di manifestazioni e gare aperte al pubblico. Il nostro impegno prevede inoltre il conseguimento e il mantenimento di tutte le autorizzazioni necessarie, in particolare del certificato prevenzioni incendi, gestendo le relative pratiche, fatta salva la realizzazione di eventuali opere straordinarie, necessarie per il conseguimento delle autorizzazioni stesse, che sono a carico del Comune».

Rilanciata l’attività sul territorio

L’impegno costante della Polisportiva ha in pochi anni rilanciato l’attività sportiva sul territorio grazie anche a una serie di progetti e agli investimenti fatti sulla formazione del personale e sull’acquisto di attrezzature sportive all’avanguardia. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: il numero dei tesserati è passato da 1861 nel 2016 a 2764 nel 2018, ai quali vanno aggiunti 660 alunni che frequentano in orario scolastico i corsi nuoto riservati alle scuole elementari di Sedriano presso la piscina.
«Abbiamo eseguito interventi di riqualificazione degli impianti valorizzando il capitale strutturale di proprietà del Comune che si ritroverà nel 2025 impianti efficienti in condizioni migliori di come ci sono stati affidati – prosegue Porta -. In questi anni abbiamo speso 130mila euro per le opere di messa a norma previste dal bando di gara e circa 200mila euro per opere di riqualificazione delle strutture e l’acquisto di attrezzature».

Sport per tutti i gusti

La Polisportiva propone corsi e attività davvero per tutti: corsi di nuoto, corsi in acqua per gestanti, idrochinesiterapia o ginnastica posturale in acqua per anziani o persone colpite da traumi. Ampio il ventaglio di possibilità anche al Palasport. «Quante scuole in Italia hanno il privilegio di avere una piscina al proprio interno a costo zero? – aggiunge Sergio Porta -. Noi sgraviamo il Comune da pesanti costi di gestione della struttura e offriamo corsi di nuoto scolastici a un prezzo convenzionato accessibile a tutti». Sono 375 gli over60 che frequentano attività preventive e riabilitative al palasport o in piscina. La Polisportiva è oggi una importante istituzione che compensa la carenza di servizi di prevenzione e riabilitazione dedicati ad anziani, traumatizzati e gestanti nelle strutture sanitarie pubbliche, con costi accessibili a tutti. «La Polisportiva Sedriano Ticino Sport – conclude Porta – è una bella realtà che contribuisce a migliorare la qualità della vita dei sedrianesi e che consente al Comune di far funzionare a pieno regime due impianti sportivi ormai datati senza sobbarcarsi pesanti spese di funzionamento. Possiamo affermare ,senza timore di smentite, che palasport e piscina appartengono già ai sedrianesi, checché ne dicano i supporter di altre associazioni. Purtroppo, non ci sono ulteriori spazi per soddisfare le esigenze e risolvere i problemi di altri sodalizi. Per questo l’amministrazione dovrà pensare ad altre soluzioni».

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di La Polisportiva Sedriano Ticino Sport arriva a 3424 utenti su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/polisportiva-sedriano-ticino-sport-utenti/feed/ 0
Dalla Regione in arrivo 117 milioni per la sanità lombarda https://settegiorni.it/politica/dalla-regione-in-arrivo-117-milioni-per-la-sanita-lombarda/ https://settegiorni.it/politica/dalla-regione-in-arrivo-117-milioni-per-la-sanita-lombarda/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:22:15 +0000 https://settegiorni.it/?p=54798 Approvato il Programma Regionale Straordinario, dalla Regione in arrivo 117 milioni per la sanità lombarda. Ecco le dichiarazioni del Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera (in foto). Sanità lombarda, approvato il Programma Regionale Straordinario La Giunta regionale ha approvato il Programma Regionale Straordinario degli investimenti in ambito sanitario, in attuazione dello specifico finanziamento previsto nella Legge […]

Continua la lettura di Dalla Regione in arrivo 117 milioni per la sanità lombarda su Settegiorni.

]]>
Approvato il Programma Regionale Straordinario, dalla Regione in arrivo 117 milioni per la sanità lombarda. Ecco le dichiarazioni del Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera (in foto).

Sanità lombarda, approvato il Programma Regionale Straordinario

La Giunta regionale ha approvato il Programma Regionale Straordinario degli investimenti in ambito sanitario, in attuazione dello specifico finanziamento previsto nella Legge di Stabilità 2018-2020 (LR 43/2017). Con questa delibera sono stati dunque stanziati 117 milioni di euro, che saranno investiti nella sanità. Il Programma Regionale prevede anche che venga istituito un Centro Diurno Integrato a Bollate. Oltre ai 117 milioni, sulle risorse dell’esercizio 2019, sono state accantonati 4 milioni di euro per l’aggiornamento delle verifiche tecniche di vulnerabilità sismica e l’individuazione ed eventuale esecuzione delle le opere più urgenti nelle zone a maggior rischio sismico. Ecco di seguito le dichiarazioni dell’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito a questa approvazione.

Continui investimenti per mantenere il livello alto

Gallera ha spiegato:

Regione Lombardia è fortemente impegnata a mantenere un altissimo livello di qualità nel suo sistema sanitario. Questo grazie ai continui investimenti di risorse importanti che facciamo sulle nostre strutture diffuse sul territorio e sull’acquisto di apparecchiature e strumentazioni all’avanguardia. I 117 milioni che abbiamo approvato oggi in Giunta sono la dimostrazione tangibile della determinazione e volontà di Regione di rendere sempre più efficiente e attrattivo il nostro sistema sanitario”.

73 milioni per ASST e IRCCS

“Continua lo sforzo di Regione Lombardia di investimento per consolidare l’offerta di servizi sanitari per acuti ridisegnando l’offerta di servizi territoriali con particolare attenzione alle peculiarità degli ambiti locali. Ecco perché abbiamo investito oltre 73 milioni di euro nell’acquisizione di apparecchiature a bassa e media tecnologia e in interventi strutturali su tutto il territorio regionale. Abbiamo inoltre approvato l’elenco degli interventi urgenti di natura straordinaria per una spesa complessiva di 8.885.000″.

20 milioni per interventi indistinti

 “Abbiamo, inoltre, stanziato risorse importanti pari a 20.803.751, di cui 20.003.751 destinati a fondi di diretta gestione delle ASST e IRCCS pubblici per diversi piccoli interventi finalizzati al mantenimento del patrimonio strutturale e tecnologico, sulla base del numero dei posti letto e del numero di strutture territoriali che ospitano attività accreditate, prevedendo una soglia massima di un milione di euro ed una soglia minima di 250.000 euro. I rimanenti 800.000 sono destinati a fondi di diretta gestione delle ATS per diversi piccoli interventi finalizzati al mantenimento del patrimonio strutturale e tecnologico”.

CDI  a Bollate

“Nella delibera approviamo per l’ASST Rhodense la proposta di realizzazione in gestione diretta di un nuovo CDI presso il P.O. di Bollate, al fine di ampliare la rete d’offerta anziani in continuità alle RSA già presenti”.

Gli investimenti nel Milanese

Ecco nelle tabelle, in dettaglio, gli investimenti previsti dal Programma Regionale Straordinario per la zona di Milano.

LEGGI ANCHE: Milano 2035: la coalizione per l’abitare giovanile

Continua la lettura di Dalla Regione in arrivo 117 milioni per la sanità lombarda su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/dalla-regione-in-arrivo-117-milioni-per-la-sanita-lombarda/feed/ 0
Presidio al Pirellone: sindaci e pendolari in protesta https://settegiorni.it/attualita/presidio-al-pirellone-sindaci-e-pendolari-in-protesta/ https://settegiorni.it/attualita/presidio-al-pirellone-sindaci-e-pendolari-in-protesta/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:05:52 +0000 https://settegiorni.it/?p=54800 Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, incontrerà il ministro Toninelli e i vertici di Trenitalia, Rfi e Trenord. Lo ha annunciato lo stesso governatore a margine di un convegno. Presidio al Pirellone, Fontana: “Martedì ne discuteremo in aula” Giovedì 8 novembre è stato presentato in Commissione consigliare, dall’amministratore delegato di Trenord Marco Piuri, un piano d’emergenza. Fontana a riguardo ha […]

Continua la lettura di Presidio al Pirellone: sindaci e pendolari in protesta su Settegiorni.

]]>
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, incontrerà il ministro Toninelli e i vertici di Trenitalia, Rfi e Trenord. Lo ha annunciato lo stesso governatore a margine di un convegno.

Presidio al Pirellone, Fontana: “Martedì ne discuteremo in aula”

Giovedì 8 novembre è stato presentato in Commissione consigliare, dall’amministratore delegato di Trenord Marco Piuri, un piano d’emergenza. Fontana a riguardo ha detto “Martedì ne discuteremo in Aula e dopo faremo le valutazioni anche per rispetto del Consiglio regionale”. Ha continuato poi sul tema dei presunti tagli di alcune corse dove ha precisato che “gli autobus saranno utilizzati solo per corse che hanno meno di 50 passeggeri e in orari di non particolare utilizzo. Soprattutto non andremo ad incidere sulle tratte dei pendolari”. Infine ha concluso dicendo  “Diciamo le cose come stanno altrimenti è ovvio che sulla gente ha un impatto negativo. La situazione, purtroppo, è quella che è e i treni non si comprano al supermercato”.

Il comitato pendolari Gallarate Milano

Stefano Marchionna questa mattina, martedì 13 novembre, ha postato sul gruppo Facebook Comitato pendolari Gallarate – Milano:

“I pendolari sono più forti di Trenord. Se ci dovessimo fermare alla storia triste di tutti i giorni l’avrebbero sempre vinta loro. Metterci tempo, passione ma soprattutto la faccia sempre. Al di là del colore politico. Qui è una battaglia per il nostro futuro e quello di questa Regione contro l’assenza di visione e capacità politica. #nonUNtrenoDImeno insieme con Lisa Tamaro”.

Comitato pendolari Gallarate Milano

Continua la lettura di Presidio al Pirellone: sindaci e pendolari in protesta su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/presidio-al-pirellone-sindaci-e-pendolari-in-protesta/feed/ 0
Milano 2035: la coalizione per l’abitare giovanile https://settegiorni.it/attualita/milano-2035-la-coalizione-per-labitare-giovanile/ https://settegiorni.it/attualita/milano-2035-la-coalizione-per-labitare-giovanile/#respond Tue, 13 Nov 2018 08:31:36 +0000 https://settegiorni.it/?p=54796 Milano è “la città delle opportunità”: dal 2009 al 2014 ha registrato un importante incremento dei residenti giovani e una costante diminuzione di residenti over 45. Il 2014 è l’anno del boom: più 46.304 residenti tra i 15 e i 44 anni, il 68% tra i 25 e i 34 anni. Milano può attrarre circa […]

Continua la lettura di Milano 2035: la coalizione per l’abitare giovanile su Settegiorni.

]]>
Milano è “la città delle opportunità”: dal 2009 al 2014 ha registrato un importante incremento dei residenti giovani e una costante diminuzione di residenti over 45. Il 2014 è l’anno del boom: più 46.304 residenti tra i 15 e i 44 anni, il 68% tra i 25 e i 34 anni. Milano può attrarre circa 172 mila nuovi abitanti nei prossimi 10 anni. Accanto ai dati delle opportunità, ci sono quelli degli ostacoli: Milano è la città della disoccupazione giovanile e i giovani assunti milanesi sono retribuiti il 45% in meno dei loro colleghi sopra i 55 anni di età (Geography Index, 2016). Tra le questioni più urgenti, quella abitativa. Dal XV Rapporto dell’Osservatorio Diocesano del 2016 “tra i nuovi poveri ci sono i giovani, con lavori tanto precari e intermittenti che non riescono a sostenere i costi degli affitti, tantomeno accendere un mutuo. Per loro andrebbe fatta innanzitutto una politica della casa”.

Milano 2035, la coalizione per l’abitare giovanile

I costi di mercato per gli affitti in condivisione sono molto alti e la qualità dell’offerta molto bassa, 500 euro è il costo medio di una stanza singola. La richiesta di appartamenti condivisi cresce e molti sono i “coinquilini per necessità”, giovani lavoratori che non possono permettersi un appartamento.

Ma co-abitare può essere anche una grande opportunità, infatti è una palestra per potenziare le proprie capacità collaborative e la propria rete relazionale, con un impatto sulla qualità del tempo libero, ma anche sullo sviluppo della propria identità sociale e professionale. Il capitale sociale e relazionale, accanto alle competenze e alla determinazione individuali, possono contribuire a una soddisfacente transizione dei giovani alla vita adulta.

Chi arriva oggi a Milano? Chi può permetterselo veramente? Con chi condivide la sua casa? A quali condizioni?

Milano 2035, uno degli otto progetti finanziati dal IV bando “Welfare di comunità” di Fondazione Cariplo, vuole rispondere a queste domande provando a costruire una città più inclusiva e solidale per i giovani che si stanno sperimentando in percorsi di autonomia, a partire dalla dimensione abitativa come leva per lo sviluppo di un nuovo welfare territoriale. La coalizione si propone di sviluppare un sistema di accoglienza in grado di rispondere alle domande abitative dei giovani in maniera trasversale, affiancando all’offerta di casa l’opportunità di essere accompagnati in percorsi di cittadinanza attiva.

Il progetto sperimenta in territori specifici ecosistemi territoriali di accoglienza per rendere maggiormente visibile e misurabile l’impatto dell’abitare in ottica collaborativa dei giovani. Verranno coinvolti 5.000 giovani nelle attività del progetto, come potenziali beneficiari del sistema di offerta di casa e servizi per orientare le domande ma anche costruire connessioni con i giovani, tra i giovani e la città.

Milano 2035 agirà nel Gallaratese, il quartiere di Milano con l’età media più alta, e a Cinisello.

Quali servizi e opportunità offrono il Gallaratese e Cinisello?

Milano 2035 lavorerà su diversi fronti. Si occuperà dello sviluppo di una cultura condivisa sull’abitare giovanile, un problema affrontato solo in termini retorici che bisogna fare emergere e legittimarlo nell’agenda pubblica, e costruirà pratiche e condizioni perché vivere insieme sia una scelta, non una costrizione e condividere sia un’opportunità. Lavorerà al potenziamento dell’offerta abitativa, aumentando il numero di alloggi disponibili a condizioni accessibili e fornirà strumenti per nuove domande perché se l’orizzonte progettuale non è più quello a tempo indeterminato, almeno fino ai 35 anni abbiamo bisogno di soluzioni abitative temporanee, che non necessitino grandi investimenti e scelte vincolanti. Creerà luoghi di contatto, online e offline, per entrare in contatto con chi cerca casa, con chi l’ha trovata e vuol essere coinvolto in altre attività. L’intuizione innovativa sta nella co-progettazione di servizi collaborativi tra nuovi e vecchi abitanti, che valorizzeranno energie già presenti nei quartieri e creeranno occasioni per la cittadinanza attiva e il volontariato. Per accelerare l’autonomia dei giovani e favorire i talenti che possano poi restituire alla città il loro meglio.

 Cosa possono offrire i nostri territori per accogliere i giovani? E cosa possono offrire i giovani alla città?

Milano 2035 è una sfida per tutti: accogliere i “nuovi milanesi” e costruire insieme una direzione di sviluppo sostenibile per la città.

Abbiamo tutti qualcosa con cui contribuire: una stanza inutilizzata, un box vuoto, quell’armadio abbandonato in cantina. E abbiamo tutti un fratello, una cugina, la figlia di un collega che cerca casa.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Milano 2035: la coalizione per l’abitare giovanile su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/milano-2035-la-coalizione-per-labitare-giovanile/feed/ 0
Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/festa-dellagricoltura-e-del-ringraziamento-a-cisliano/ https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/festa-dellagricoltura-e-del-ringraziamento-a-cisliano/#respond Tue, 13 Nov 2018 07:30:55 +0000 https://settegiorni.it/?p=54838 Domenica 18 novembre Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano, tra “Fattoria in piazza”, pranzo e “Ortobimbi”. Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento con la parrocchia e Pro loco Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano. L’appuntamento è domenica 18 novembre in piazza San Giovanni a partire dalle 9.30, quando sarà allestita una “Fattoria in piazza” […]

Continua la lettura di Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano su Settegiorni.

]]>
Domenica 18 novembre Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano, tra “Fattoria in piazza”, pranzo e “Ortobimbi”.

Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento con la parrocchia e Pro loco

Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano. L’appuntamento è domenica 18 novembre in piazza San Giovanni a partire dalle 9.30, quando sarà allestita una “Fattoria in piazza” che permetterà a tutti di osservare da vicino gli animali delle fattorie, i trattori e gli attrezzi utilizzati nei campi. Alle 12.30 pranzo in oratorio e nel pomeriggio “Ortobimbi”, semina di ortaggi di stagione. Quindi, castagnata. Organizza la parrocchia di San Giovanni Battista in collaborazione con Pro loco e con il patrocinio del Comune. Per prenotare il pranzo: 02-903.87.043 oppure 339-15.18.730. TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Festa dell’Agricoltura e del Ringraziamento a Cisliano su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/festa-dellagricoltura-e-del-ringraziamento-a-cisliano/feed/ 0
Grande Guerra, mostra nel Municipio di Albairate https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/grande-guerra-mostra-nel-municipio-di-albairate/ https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/grande-guerra-mostra-nel-municipio-di-albairate/#respond Tue, 13 Nov 2018 07:30:47 +0000 https://settegiorni.it/?p=54835 In occasione del centenario della fine della Grande Guerra, il Municipio di Albairate ospita una mostra con documenti, filmati e cimeli. Grande Guerra, una mostra nel Municipio di Albairate Continuano ad Albairate gli eventi per celebrare il Centenario della Grande Guerra. Nella sala consiliare del Municipio in via Cesare Battisti, 2 sabato 17 novembre alle […]

Continua la lettura di Grande Guerra, mostra nel Municipio di Albairate su Settegiorni.

]]>
In occasione del centenario della fine della Grande Guerra, il Municipio di Albairate ospita una mostra con documenti, filmati e cimeli.

Grande Guerra, una mostra nel Municipio di Albairate

Continuano ad Albairate gli eventi per celebrare il Centenario della Grande Guerra. Nella sala consiliare del Municipio in via Cesare Battisti, 2 sabato 17 novembre alle 10.30 sarà inaugurata una mostra temporanea con documenti, filmati, cimeli e uniformi dell’epoca del primo conflitto mondiale. È un evento organizzato dall’Amministrazione comunale e curata da Angelo Stolfi (Associazione Nazionale Carabinieri) in collaborazione con la biblioteca civica “Lino Germani”. La mostra ad ingresso gratuito potrà essere visitata sabato 17 novembre dalle 15 alle 19, domenica 18 dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19, lunedì 19 dalle 09alle 13 (visita scuole).

Il sindaco Giovanni Pioltini commenta: «La mostra sulla Prima Guerra Mondiale (1914 – 1918), da un lato, consente di ricordare e onorare i nostri giovani caduti, quanti si sono sacrificati per il Paese, per costruire una società migliore e fondata sui principi di libertà, democrazia e giustizia, dall’altro di contribuire al recupero della memoria storica per le future generazioni e fare in modo che non si commettano più gli errori del passato». TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE.

Continua la lettura di Grande Guerra, mostra nel Municipio di Albairate su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cultura-e-turismo/grande-guerra-mostra-nel-municipio-di-albairate/feed/ 0
Un aiuto per Stephanie, il Comune prepara la raccolta fondi https://settegiorni.it/cronaca/un-aiuto-per-stefany-il-comune-prepara-la-raccolta-fondi/ https://settegiorni.it/cronaca/un-aiuto-per-stefany-il-comune-prepara-la-raccolta-fondi/#respond Mon, 12 Nov 2018 18:23:15 +0000 https://settegiorni.it/?p=54789 Il Comune di Venegono Inferiore è il primo a rispondere alla richiesta d’aiuto della famiglia Sousa. Un aiuto per Stephanie, Comune al lavoro L’accorato appello lanciato ieri dal cavalcavia di Venegono Inferiore non è caduto nel vuoto. I primi a rispondere sono stati proprio il Comune di Venegono Inferiore e il suo sindaco Mattia Premazzi. […]

Continua la lettura di Un aiuto per Stephanie, il Comune prepara la raccolta fondi su Settegiorni.

]]>
Il Comune di Venegono Inferiore è il primo a rispondere alla richiesta d’aiuto della famiglia Sousa.

Un aiuto per Stephanie, Comune al lavoro

L’accorato appello lanciato ieri dal cavalcavia di Venegono Inferiore non è caduto nel vuoto. I primi a rispondere sono stati proprio il Comune di Venegono Inferiore e il suo sindaco Mattia Premazzi. “Da quando la famiglia Sousa si è trasferita qui, abbiamo sempre cercato di fare il possibile – ha spiegato Premazzi – In primis, mettendo a disposizione un mezzo e un autista, tra i volontari comunali o della Laav, per trasportare la bambina alle visite o alle sedute di fisioterapia”. Il Comune inoltre cerca di andare incontro alle famiglia per quanto riguarda il sostegno nelle spese energetiche e nelle necessità di cura domiciliare. “Mi rendo conto che quella di Stephanie e della sua famiglia è una situazione difficilissima – continua il sindaco – Per questo, vogliamo fare di più”.

LEGGI ANCHE: “Aiutateci”: parla la mamma di Stephanie, la bimba costretta in carrozzina dopo un incidente

Presto una raccolta fondi

Subito il primo cittadino ha parlato di una raccolta fondi. “In questi giorni incontreremo diverse realtà per trovare la formula migliore. E’ importante che non solo il Comune ma tutta la comunità si attivi per aiutare Stephanie e la sua famiglia”. L’appello è stato lanciato anche via Facebook: “Stiamo promuovendo una raccolta di fondi per le cure mediche di Stephanie, nostra concittadina di 11 anni gravemente colpita a seguito di un incidente stradale, la cui famiglia lotta tutti i giorni per garantirle cure mediche specialistiche e riabilitative. Chiunque volesse contribuire, può lasciare i propri riferimenti all’ufficio sociale del comune di Venegono Inferiore, a breve verrete ricontattati con tutte le indicazioni su come procedere. Grazie.

areasociale@comunevenegonoinferiore.it
Tel 0331 856031”.

LEGGI ANCHE: “Voglio giustizia per mia figlia” Madre minaccia di buttarsi

Continua la lettura di Un aiuto per Stephanie, il Comune prepara la raccolta fondi su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/un-aiuto-per-stefany-il-comune-prepara-la-raccolta-fondi/feed/ 0
“Aiutateci”: parla la mamma di Stephanie, la bimba costretta in carrozzina dopo un incidente https://settegiorni.it/cronaca/aiutateci-parla-la-mamma-di-stefany-la-bimba-costretta-in-carrozzina-dopo-un-incidente/ https://settegiorni.it/cronaca/aiutateci-parla-la-mamma-di-stefany-la-bimba-costretta-in-carrozzina-dopo-un-incidente/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:24:25 +0000 https://settegiorni.it/?p=54768 Ieri la mamma residente a Venegono Inferiore ha minacciato l’estremo gesto per sollevare l’attenzione sulla situazione della figlia: “Aiutateci”. “Nessuna sentenza potrà ridarmi mia figlia, ma vogliamo giustizia” Tre anni di attese, di fatica, di lacrime. Di conti da far quadrare, di speranze. Speranze tra le quali per una sentenza continuamente rimandata dalle lungaggini della […]

Continua la lettura di “Aiutateci”: parla la mamma di Stephanie, la bimba costretta in carrozzina dopo un incidente su Settegiorni.

]]>
Ieri la mamma residente a Venegono Inferiore ha minacciato l’estremo gesto per sollevare l’attenzione sulla situazione della figlia: “Aiutateci”.

“Nessuna sentenza potrà ridarmi mia figlia, ma vogliamo giustizia”

Tre anni di attese, di fatica, di lacrime. Di conti da far quadrare, di speranze. Speranze tra le quali per una sentenza continuamente rimandata dalle lungaggini della giustizia. “Sono morta dentro”. A parlare è Clarice Sousa, la mamma che ieri, in un disperato tentativo di muovere l’attenzione sulla storia della figlia Stephanie, ha minacciato il suicidio dal cavalcavia di Venegono Inferiore. “Non l’avrei mai fatto – spiega – Non posso nemmeno permettermi di morire”. Il calvario per la sua famiglia è iniziato tre anni fa quando la figlia, che all’epoca aveva 7 anni, è stata investita. “Il pullman non si era fermato nello stallo di sosta ma lungo la strada, senza il marciapiede e senza illuminazione – racconta – Stefany è passata dietro per attraversare la strada è un’auto l’ha colpita in pieno”. La piccola è finita in coma, e da allora è costretta su una sedia a rotelle, disabile totale. “Ma è viva. Studia, fa i compiti, è anche un po’ biricchina. Sorride sempre, lei c’è. Anche se non sarà più come prima”. L’udienza del processo che dovrebbe far luce sulle responsabilità di quell’incidente, e sbloccare quindi (si spera) i soldi delle assicurazioni, nei giorni scorsi è stata rinviata alla prossima primavera, dopo diversi slittamenti dovuti ai cambi del magistrato.

LEGGI ANCHE: “Voglio giustizia per mia figlia” Madre minaccia di buttarsi

“Non ce la facciamo più”

Quel giorno è cambiato tutto. La famiglia di Stephanie ha dovuto cambiare casa, trasferendosi non senza difficoltà da Malnate a Venegono Inferiore. Nel frattempo la piccola, uscita dal coma, ha dovuto subire diverse e complicate operazioni, e altre ne aspetta. Il tutto con le continue visite e gli appuntamenti periodici da logopedisti e fisioterapisti, la necessità di dispositivi medici costosi, l’affitto della casa attuale e il mutuo di quella vecchia che non si riesce a vendere. “Non ce la facciamo più – continua Clarice – Siamo nelle mani di Dio. Aspettiamo. Aspettiamo la giustizia, aspettiamo che scorrano le liste d’attesa per l’operazione, aspettiamo di riuscire a trovare gli specialisti di cui lei ha bisogno, aspettiamo che si liberi un posto nelle strutture che possano aiutarla a migliorare. Lei ha sempre il sorriso in volto, ma senza tutta l’assistenza di cui ha bisogno sta facendo passi indietro. E fa davvero tanto male”.

L’intervista completa su La Settimana di Saronno di venerdì 16 novembre. 

Continua la lettura di “Aiutateci”: parla la mamma di Stephanie, la bimba costretta in carrozzina dopo un incidente su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/aiutateci-parla-la-mamma-di-stefany-la-bimba-costretta-in-carrozzina-dopo-un-incidente/feed/ 0
GpN: “Perchè niente navetta per i bambini evacuati?” https://settegiorni.it/politica/gpn-niente-navetta-bambini-evacuati/ https://settegiorni.it/politica/gpn-niente-navetta-bambini-evacuati/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:16:45 +0000 https://settegiorni.it/?p=54779 Il gruppo di opposizione “Gente per Nerviano” chiede la navetta verso S.Ilario. Navetta per i bambini rimasti senza aula “Vogliamo sapere perchè il Comune non ha istituito il servizio navetta verso la frazione. E’ la richiesta che arriva dalla lista di minoranza “Gente per Nerviano”. Come noto martedì 7 novembre la scuola dell’infanzia di via […]

Continua la lettura di GpN: “Perchè niente navetta per i bambini evacuati?” su Settegiorni.

]]>
Il gruppo di opposizione “Gente per Nerviano” chiede la navetta verso S.Ilario.

Navetta per i bambini rimasti senza aula

“Vogliamo sapere perchè il Comune non ha istituito il servizio navetta verso la frazione. E’ la richiesta che arriva dalla lista di minoranza “Gente per Nerviano”. Come noto martedì 7 novembre la scuola dell’infanzia di via Dei Boschi è stata evacuata e chiusa a causa delle infiltrazioni d’acqua. Un caso che ha fatto discutere in paese con genitori e politica sul piede di guerra. Con un’ordinanza il Comune ha poi disposto che alcune classi rimangano nel plesso, le restanti da martedì 13 novembre saranno ospitate nelle scuola di S.Iario.

La posizione di GpN

“Con la presente – si legge nella lettera inviata a Comune e scuola dalla lista -, in riferimento all’inagibilità del plesso dell’infanzia di via Dei Boschi, a causa delle condizioni di copertura dell’immobile, per le quali è stata prevista la collocazione di 4 classi nella scuola dell’infanzia e primaria di S.Ilario, al fine di limitare i disagi non creati dai genitori e famiglie derivati da una situazione ampiamente denunciata nel tempo dagli stessi, chiediamo la motivazione per la quale non venga predisposto un sistema di trasporto pubblico di andata e ritorno da via Di Boschi a S.Ilario. Ci preme sottolineare – proseguono da GpN – che l’inagibilità del plesso non è stata creata dai genitori e famiglie e la collocazione in un’area lontana dal luogo di residenza, domicilio di genitori o accompagnatori, comporta l’aggravarsi della situazione soprattutto per coloro che non hanno mezzi propri per raggiungere le scuole della frazione di S.Ilario”.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di GpN: “Perchè niente navetta per i bambini evacuati?” su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/gpn-niente-navetta-bambini-evacuati/feed/ 0
No al veleno del nuovo fascismo: Anpi contro CasaPound https://settegiorni.it/attualita/no-al-veleno-del-nuovo-fascismo-anpi-contro-casapound/ https://settegiorni.it/attualita/no-al-veleno-del-nuovo-fascismo-anpi-contro-casapound/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:10:05 +0000 https://settegiorni.it/?p=54766 No al veleno del nuovo fascismo, è così che l’Anpi Legnano (nella foto di copertina il presidente Primo Minelli) accoglie la notizia dell’inaugurazione della sede cittadina di CasaPound. No al veleno del nuovo fascismo “L’apertura di una sede di CasaPound, organizzazione i cui membri si definiscono ‘fascisti del nuovo millennio’, è di una gravità inaudita […]

Continua la lettura di No al veleno del nuovo fascismo: Anpi contro CasaPound su Settegiorni.

]]>
No al veleno del nuovo fascismo, è così che l’Anpi Legnano (nella foto di copertina il presidente Primo Minelli) accoglie la notizia dell’inaugurazione della sede cittadina di CasaPound.

No al veleno del nuovo fascismo

“L’apertura di una sede di CasaPound, organizzazione i cui membri si definiscono ‘fascisti del nuovo millennio’, è di una gravità inaudita – commenta l’Anpi -. Il veleno del nuovo fascismo portato da questa formazione politica non solo attraverso un’ideologia battuta dalla storia, ma anche attraverso forme di razzismo esplicito, di odio politico, è un insulto alla città e alla costituzione”. Tutto ciò non può avvenire nel silenzio totale, poiché l’esistenza di queste formazioni è in esplicita violazione alle leggi Scelba e Mancino che vietano la ricostituzione del partito fascista. Vigileremo e ci batteremo affinché le lancette della storia non ritornino nel buio che abbiamo conosciuto nel secolo scorso”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

 

Continua la lettura di No al veleno del nuovo fascismo: Anpi contro CasaPound su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/no-al-veleno-del-nuovo-fascismo-anpi-contro-casapound/feed/ 0
Pedone investito a Castiglione, elisoccorso in azione https://settegiorni.it/cronaca/pedone-investito-castiglione-elisoccorso/ https://settegiorni.it/cronaca/pedone-investito-castiglione-elisoccorso/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:08:56 +0000 https://settegiorni.it/?p=54774 L’incidente intorno alle 17 a Castiglione Olona all’incrocio di via IV Novembre. Pedone investito, elisoccorso sul posto Ambulanze ed elicottero al lavoro a Castiglione Olona, a pochi passi dall’incrocio di via IV Novembre. Tutta da chiarire la dinamica dell’incidente, sul posto sono intervenuti diversi mezzi di soccorso e i carabinieri di Castiglione Olona. A quanto […]

Continua la lettura di Pedone investito a Castiglione, elisoccorso in azione su Settegiorni.

]]>
L’incidente intorno alle 17 a Castiglione Olona all’incrocio di via IV Novembre.

Pedone investito, elisoccorso sul posto

Ambulanze ed elicottero al lavoro a Castiglione Olona, a pochi passi dall’incrocio di via IV Novembre. Tutta da chiarire la dinamica dell’incidente, sul posto sono intervenuti diversi mezzi di soccorso e i carabinieri di Castiglione Olona. A quanto appreso, un’auto avrebbe investito un pedone, forse un bambino di 11 anni. Si è subito temuto il peggio, con i mezzi intervenuti in codice rosso ma la situazione, fortunatamente, sembra meno grave. L’elisoccorso è rientrato in ospedale, mentre il ferito è stato preso in carico da un’ambulanza dell’ Sos Malnate, con codice giallo.

LEGGI ANCHE: Incidente auto-moto a Castiglione, uno è grave

Continua la lettura di Pedone investito a Castiglione, elisoccorso in azione su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/pedone-investito-castiglione-elisoccorso/feed/ 0
A Castellanza inaugurato l’Anno Accademico della LIUC, presenti Boccia e Bussetti FOTO https://settegiorni.it/economia/a-castellanza-inaugurato-lanno-accademico-della-liuc-presenti-boccia-e-bussetti-foto/ https://settegiorni.it/economia/a-castellanza-inaugurato-lanno-accademico-della-liuc-presenti-boccia-e-bussetti-foto/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:01:47 +0000 https://settegiorni.it/?p=54758 Nella mattinata di oggi, lunedì 12 novembre 2018, c’è stata la cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico della LIUC – Università Cattaneo. Sono intervenuti anche il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti e il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. Inaugurato l’Anno Accademico della LIUC “L’assuefazione è il declino di un Paese. E’ necessario avere occhi che guardano lontano, verso quella […]

Continua la lettura di A Castellanza inaugurato l’Anno Accademico della LIUC, presenti Boccia e Bussetti FOTO su Settegiorni.

]]>
Nella mattinata di oggi, lunedì 12 novembre 2018, c’è stata la cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico della LIUC – Università Cattaneo. Sono intervenuti anche il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti e il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

Inaugurato l’Anno Accademico della LIUC

“L’assuefazione è il declino di un Paese. E’ necessario avere occhi che guardano lontano, verso quella certezza nel futuro data solo dalla conoscenza, da luoghi del sapere come questa Università”: questo il richiamo del Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia alla platea dell’Inaugurazione dell’Anno Accademico della LIUC – Università Cattaneo di oggi, lunedì 12 novembre 2018, a cui è intervenuto anche il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. Boccia ha sottolineato che “in un Paese come il nostro, privo di materie prime e fonti energetiche, si deve alle menti la costruzione del futuro, mettendo le persone al centro della società e le imprese al centro dell’economia”.

L’intervento del Presidente Graglia

In piena sintonia con l’intervento di Boccia, le parole del Presidente della LIUC Michele Graglia:

“Noi tutti, in questo Ateneo, sentiamo forte il dovere di offrire ai nostri studenti le migliori condizioni e tutti gli strumenti a nostra disposizione per permettere loro di costruire, pragmaticamente, un futuro il più solido e sostenibile possibile. I confortanti risultati di queste settimane sul fronte delle immatricolazioni per le attuali due Scuole (Economia aziendale e Ingegneria gestionale) ci rafforzano nel continuare su una strada che, crediamo, permetterà anche negli anni futuri di vedere la nostra Università ottenere ottimi risultati nelle graduatorie nazionali sulla qualità del lavoro svolto”.

Preoccupazione per l’attuale scenario economico-politica

Il Presidente Graglia ha aggiunto:

“Se siamo certamente soddisfatti per i risultati ottenuti nelle immatricolazioni per questo anno, siamo altrettanto preoccupati per le crescenti incertezze, politiche ed economiche, che caratterizzano il periodo attuale. La certezza della continuità delle risorse, che solo il lavoro genera, è il vero problema da affrontare senza cadere nella demagogia inutile. Non creiamo l’illusione che isolandoci possiamo cambiare il mondo. Fuori dai nostri confini le aziende e i prodotti italiani, tutti, non solo moda e cibo, godono di grande rispetto sui mercati internazionali: siamo geneticamente bravi a fare industria. Mettiamo a frutto questa capacità per far crescere il nostro Paese”.

L’intervento del Rettore

La gestione della proposta di valore, il presidio delle relazioni con una pluralità di attori e la creazione di forze trainanti sono stati i 3 snodi fondamentali della relazione del Rettore Federico Visconti. Il professore ha tracciato un bilancio del percorso di evoluzione dell’ateneo. Visconti, poi, ha approfondito il cammino della LIUC degli anni più recenti, citando, nel suo discorso anche Sergio Marchionne: “Esiste un mondo in cui le persone non lasciano che le cose accadano. Le fanno accadere”.

La prolusione congiunta

A seguire c’è stata la prolusione congiunta, affidata a due donne: Raffaella Manzini, Professore Ordinario di Ingegneria economico gestionale e Pro Rettore alla Ricerca della LIUC – Università Cattaneo e Chiara Mauri, professore Ordinario di Economia e gestione delle imprese dell’Università della Valle d’Aosta. Il loro intervento è stato incentrato sul tema PMI, piccole e medie imprese.

Anno Accademico della LIUC Anno Accademico della LIUC

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, nel Milanese ne avrebbero diritto relativamente poche famiglie, i dati

Continua la lettura di A Castellanza inaugurato l’Anno Accademico della LIUC, presenti Boccia e Bussetti FOTO su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/economia/a-castellanza-inaugurato-lanno-accademico-della-liuc-presenti-boccia-e-bussetti-foto/feed/ 0
Augurusa (Pd) risponde a Turconi: “Sul commercio accuse false” https://settegiorni.it/politica/augurusa-pd-risponde-a-turconi-sul-commercio-accuse-false/ https://settegiorni.it/politica/augurusa-pd-risponde-a-turconi-sul-commercio-accuse-false/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:56:51 +0000 https://settegiorni.it/?p=54770 Augurusa replica alle critiche fatte dal leader del Carroccio di Arese Vittorio Turconi in merito al commercio. Augurusa replica a Turconi: “Solo falsità” “Mi piacerebbe replicare a Vittorio Turconi in merito al tema dei commercianti” – così l’assessore Giuseppe Augurusa replica alle critiche fatte dal leader del Carroccio nell’intervista uscita su Settegiorni. Non mi occupo […]

Continua la lettura di Augurusa (Pd) risponde a Turconi: “Sul commercio accuse false” su Settegiorni.

]]>
Augurusa replica alle critiche fatte dal leader del Carroccio di Arese Vittorio Turconi in merito al commercio.

Augurusa replica a Turconi: “Solo falsità”

“Mi piacerebbe replicare a Vittorio Turconi in merito al tema dei commercianti” – così l’assessore Giuseppe Augurusa replica alle critiche fatte dal leader del Carroccio nell’intervista uscita su Settegiorni.
Non mi occupo della felicità dei commercianti (il riferimento ai “i commercianti sono contenti”), mi sono occupato solo delle condizioni del loro comparto nel nostro Comune e respingo le accuse di propaganda sul tema”.

Delega del commercio passata a Roberta Tellini

“Sì, ma le accuse rispetto alla precedente gestione le trovo francamente ingenerose per quanto, ovviamente, legittime. Che non si trattasse di propaganda lo testimoniano i due anni di incontri con i commercianti aresini, 1,8 milioni impegnati per le ristrutturazioni dei centri commerciali. I piani sono stati tutti approvati, la convenzione del Giada è dal notaio per la stesura. Il progetto Mimose ha passato il vaglio della commissione paesaggistica, con qualche suggerimento. Oltre 250mila euro impegnati – ed in larga parte liquidati – per 36 progetti finanziati e per marketing territoriale”.

La mancata riapertura di piazza Dalla Chiesa

“E’ l’unica cosa che condivido, tra le critiche. Ma la ragione é semplice: ne siamo totalmente contrari. D’altra parte non si capisce la ragione per cui non l’abbiano fatto quando governavano loro. La Lega – che ci accusa di propaganda – è come il bue che dà del cornuto all’asino. Mi stupisce che questa critica, invece, arrivi da Turconi che ho sempre considerato un leale e pragmatico avversario. Spiace constatare che questo clima di campagna elettorale permanente – lanciata dall’indomito Ministro delle “interiora” (che parla solo alla pancia) – abbia fatto breccia anche tra le persone serie”.

Continua la lettura di Augurusa (Pd) risponde a Turconi: “Sul commercio accuse false” su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/augurusa-pd-risponde-a-turconi-sul-commercio-accuse-false/feed/ 0
Rotatoria al casello A7 di Binasco: riapre la circolazione https://settegiorni.it/politica/rotatoria-al-casello-a7-di-binasco-riapre-la-circolazione/ https://settegiorni.it/politica/rotatoria-al-casello-a7-di-binasco-riapre-la-circolazione/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:17:07 +0000 https://settegiorni.it/?p=54762 Nel pomeriggio di martedì 13 novembre sarà integralmente aperta al traffico veicolare la circolazione sulla nuova rotatoria al casello A7 di Binasco. Rotatoria al casello A7 di Binasco: riapre la circolazione Città Metropolitana di Milano comunica che nel pomeriggio di martedì 13 novembre sarà integralmente aperta al traffico veicolare la circolazione sulla nuova rotatoria antistante […]

Continua la lettura di Rotatoria al casello A7 di Binasco: riapre la circolazione su Settegiorni.

]]>
Nel pomeriggio di martedì 13 novembre sarà integralmente aperta al traffico veicolare la circolazione sulla nuova rotatoria al casello A7 di Binasco.

Rotatoria al casello A7 di Binasco: riapre la circolazione

Città Metropolitana di Milano comunica che nel pomeriggio di martedì 13 novembre sarà integralmente aperta al traffico veicolare la circolazione sulla nuova rotatoria antistante il casello A7 a Binasco. Si tratta della principale porta di accesso all’autostrada per Milano e per il Pavese anche per tanti automobilisti dell’Abbiatense. I lavori, protrattisi per lunghi mesi e non ancora conclusi, hanno provocato diversi disagi alla circolazione. “L’area oggetto dei lavori – chiarisce una nota del Comune di Binasco – rimane al momento ancora area di cantiere per cui si raccomanda massima prudenza ed attenzione”. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Rotatoria al casello A7 di Binasco: riapre la circolazione su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/politica/rotatoria-al-casello-a7-di-binasco-riapre-la-circolazione/feed/ 0
Laghetto Euro Pesca di Vermezzo: nono torneo “Matteo Pirro” https://settegiorni.it/attualita/laghetto-euro-pesca-di-vermezzo-nono-torneo-matteo-pirro/ https://settegiorni.it/attualita/laghetto-euro-pesca-di-vermezzo-nono-torneo-matteo-pirro/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:11:25 +0000 https://settegiorni.it/?p=54757 Nono torneo di pesca in ricordo di Matteo Pirro al laghetto Euro Pesca di Vermezzo: primo assoluto Jacopo Beretta con oltre 80 chili di pescato. Laghetto Euro Pesca di Vermezzo: nono torneo “Matteo Pirro” Nono torneo di pesca in ricordo di Matteo Pirro al laghetto Euro Pesca di Vermezzo, nel pomeriggio di domenica 4 novembre. […]

Continua la lettura di Laghetto Euro Pesca di Vermezzo: nono torneo “Matteo Pirro” su Settegiorni.

]]>
Nono torneo di pesca in ricordo di Matteo Pirro al laghetto Euro Pesca di Vermezzo: primo assoluto Jacopo Beretta con oltre 80 chili di pescato.

Laghetto Euro Pesca di Vermezzo: nono torneo “Matteo Pirro”

Nono torneo di pesca in ricordo di Matteo Pirro al laghetto Euro Pesca di Vermezzo, nel pomeriggio di domenica 4 novembre. Nonostante il tempo incerto, più di una ventina di pescatori si sono ritrovati per disputare questa importante gara di pesca alla carpa. Presente alla premiazione la famiglia Pirro, Piera, vedova di Matteo, la figlia Rossana e la nipotina.

Primo assoluto il favorito Jacopo Beretta, con oltre 80 chili di pescato, premiato con un bellissimo trofeo a tema ed un premio gastronomico. Primi di settore: Lovreglio Rino, Montuori Fabio e Negri Paolo. Secondi di settore: Ce’ Franca, Di Giovine Ignazio, Lovreglio Domenico e Pagano Umberto. Terzi di settore: Gabanetti Armando, Bellizio Francesco, Benedetti Marinella e Cariti Maurizio. Tutti i partecipanti sono stati premiati con un prodotto enogastronomico.

Nominato sindaco 9 anni fa ma deceduto per infarto dopo appena quattro mesi di mandato, Matteo Pirro è ricordato ancora oggi da molti come una persona molto buona, altruista e molto impegnata a livello di associazioni locali. Particolarmente sensibile ai problemi dei diversamente abili, aveva fatto costruire gli scivoli in cemento per accedere facilmente con le carrozzine alle sponde del laghetto. Girava per il paese con taccuino e penna per segnare cosa era da fare, e chiedeva ai membri delle associazioni cosa non andava, per vedere di porvi un rimedio ove possibile. Oltre agli impegni istituzionali da sindaco, ha fondato la Croce Oro a Vermezzo ed a Gaggiano. Era inoltre attivo nell’ aiutare i diabetici della zona di Milano e dintorni.

“Si cerca tramite il ricordo di Matteo – spiegano i promotori del torneo – di mantenere in vita anche un esempio da cui prendere spunto a livello civico, sociale ma soprattutto umano.La famiglia Pirro ed Euro Pesca ringraziano tutti per la partecipazione e per la buona riuscita della stessa”. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Laghetto Euro Pesca di Vermezzo: nono torneo “Matteo Pirro” su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/laghetto-euro-pesca-di-vermezzo-nono-torneo-matteo-pirro/feed/ 0
Polizia locale anche di sera contro furti e truffe https://settegiorni.it/cronaca/polizia-locale-anche-di-sera-furti-truffe/ https://settegiorni.it/cronaca/polizia-locale-anche-di-sera-furti-truffe/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:03:05 +0000 https://settegiorni.it/?p=54748 Polizia locale anche di sera anche a Rescaldina. Polizia locale anche di sera, agenti sul territorio Anche a Rescaldina ha visto in azione la Polizia locale in orario serale. Dal 9 novembre gli agenti hanno preso servizio anche in questa fascia oraria per garantire la sicurezza in un periodo dove, da sempre, si registra un aumento […]

Continua la lettura di Polizia locale anche di sera contro furti e truffe su Settegiorni.

]]>
Polizia locale anche di sera anche a Rescaldina.

Polizia locale anche di sera, agenti sul territorio

Anche a Rescaldina ha visto in azione la Polizia locale in orario serale. Dal 9 novembre gli agenti hanno preso servizio anche in questa fascia oraria per garantire la sicurezza in un periodo dove, da sempre, si registra un aumento dei furti in abitazione e tentativi di truffa ai danni degli anziani. Da qui fino a fine anno, grazie anche ai fondi arrivati dalla Regione Lombardia, sono stati predisposti turni dalle 20 a mezzanotte come concordato col Pirellone stesso. A inizio dicembre si farà un bilancio del servizio per una valutazione da condividere poi con la Regione.

Il commento del Comune

“Si tratta – spiega il consigliere delegato alla Polizia locale Ielo Gilles – di uno sforzo organizzativo e di presenza per cui ringrazio di cuore la comandante Alessandra Dall’Orto, gli ufficiali Casati e Solbiati e tutti gli agenti che si sono resi disponibili, le pattuglie saranno composte da tre agenti in modo da garantire una maggiore sicurezza e maggiore efficacia negli interventi. Ci auguriamo che per il futuro la Regione possa aumentare le quote destinate alla videosorveglianza e alla sicurezza”.
Poi il sindaco Michele Cattaneo: “Al di là delle polemiche di parte la nostra Amministrazione si è sempre dimostrata attenta al tema della sicurezza e questa iniziativa, insieme al maggior presidio della stazione, è un esempio di come, avendo le risorse, sia possibile investire in sicurezza aumentando il presidio del territorio. Abbiamo anche sempre sostenuto le libere iniziative dei gruppi di cittadini che avevano intenzione di auto-organizzarsi nel controllo vicendevole, quello che potremmo definire di ‘buon vicinato’. Esistono infatti a Rescaldina già due gruppi di cittadini che con un gruppo Whatsapp si informano a vicenda e, di volta in volta, se necessario, informano le forze dell’ordine. Siamo a disposizione di altri eventuali gruppi che volessero prendere contatto con noi per estendere l’iniziativa”.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Polizia locale anche di sera contro furti e truffe su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/polizia-locale-anche-di-sera-furti-truffe/feed/ 0
Reddito di cittadinanza, nel Milanese ne avrebbero diritto relativamente poche famiglie, i dati https://settegiorni.it/economia/reddito-di-cittadinanza-nel-milanese-ne-avrebbero-diritto-poche-famiglie-i-dati/ https://settegiorni.it/economia/reddito-di-cittadinanza-nel-milanese-ne-avrebbero-diritto-poche-famiglie-i-dati/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:43:42 +0000 https://settegiorni.it/?p=54714 Nella nostra provincia andrebbe a meno del 6,7% delle famiglie… a Crotone a quasi una famiglia su tre. Stiamo parlando del reddito di cittadinanza. A dirlo è la classifica stilata dal Sole 24Ore relativa alla presenza, nelle varie province italiane, di famiglie con Isee ordinario inferiore ai 9mila euro, che avrebbero quindi diritto al reddito […]

Continua la lettura di Reddito di cittadinanza, nel Milanese ne avrebbero diritto relativamente poche famiglie, i dati su Settegiorni.

]]>
Nella nostra provincia andrebbe a meno del 6,7% delle famiglie… a Crotone a quasi una famiglia su tre. Stiamo parlando del reddito di cittadinanza. A dirlo è la classifica stilata dal Sole 24Ore relativa alla presenza, nelle varie province italiane, di famiglie con Isee ordinario inferiore ai 9mila euro, che avrebbero quindi diritto al reddito di cittadinanza. Classifica che vede la provincia di Milano, piazzata al 86° posto. Il nostro territorio risulta quindi essere tra quelli in cui le famiglie indigenti sono le meno numerose.

Reddito di cittadinanza, la misura di sostegno a Milano

Secondo i calcoli del più noto dei quotidiani economici nella provincia di Milano potrebbero fare affidamento sulla misura quai 104mila famiglie, ma che sono poco meno del 6,7%.

A chi andrà il reddito di cittadinanza?

Secondo quanto annunciato dal M5S, ad aver diritto al reddito di cittadinanza, saranno le famiglie con Isee fino a 9.360 euro, ma i criteri potrebbero essere ancora rivisti. Il parametro che determinerà chi ha diritto all’assegno è proprio quello dell’Isee. In base ai dati riportati verrà pagato un assegno che può raggiungere la cifra massima di 780 euro.

Ecco la “classifica”

Ecco l’info grafica realizzata dal Sole.

(Fonte: elaborazione del Sole 24 Ore su dati “Il nuovo Isee. Rapporto di monitoraggio 2016”, ministero del Lavoro, e Istat).

Divario tra nord e sud

Le prime dieci posizioni in classifica, ovvero i territori dove il reddito di cittadinanza avrà un “peso specifico” maggiore, sono tutti al sud. Di contrasto gli “ultimi”, tra i quali ci siamo anche noi milanesi, sono tutti al nord. “Queste cifre – sottolinea il quotidiano economico – vanno rapportate agli abitanti. Se a Napoli e Palermo l’incidenza supera il ­20% delle famiglie residenti, a Torino e Roma è intorno al 9%”. In pratica se prendiamo 100 le famiglie con i requisiti d’ammissione, 48,6 sono al Sud e nelle Isole, 19 al centro e 32,4 al Nord.

E i nostri vicini di casa?

Anche a Varese e Monza Brianza, sempre in proporzione al numero totale dei residenti, la misura non andrà a favorire molte famiglie. Meno di 20mila nel Varesotto, con una percentuale pari al 5,1% e poco di più in Brianza, con una percentuale che non supera il 5,5%.

In Lombardia

Tra le province della nostra regione quella con più famiglie che avrebbero diritto all’erogazione è Brescia, al 52º posto della classifica, con un indice del 8,2%, seguita da Mantova al 64º e da Lodi all’83º. Ancora più in basso Pavia, Cremona, Bergamo, Lecco e Como. Infine, al 109° posto c’è Sondrio che, con solo il 3,3% degli aventi diritto, è seguita solamente dalla provincia di Bolzano.

LEGGI ANCHE: Maniaco si tocca davanti a una studentessa in treno

Continua la lettura di Reddito di cittadinanza, nel Milanese ne avrebbero diritto relativamente poche famiglie, i dati su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/economia/reddito-di-cittadinanza-nel-milanese-ne-avrebbero-diritto-poche-famiglie-i-dati/feed/ 0
Donne compravano grossi cani per fare sesso: smascherate https://settegiorni.it/cronaca/donne-compravano-grossi-cani-per-fare-sesso-smascherate/ https://settegiorni.it/cronaca/donne-compravano-grossi-cani-per-fare-sesso-smascherate/#comments Mon, 12 Nov 2018 15:40:40 +0000 https://settegiorni.it/?p=54712 Quattro donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni si spacciavano per volontarie e mettevano annunci nei siti riservati all’acquisto di cani di grossa taglia cambiando ogni volta generalità per non essere identificate. Dopo averli comprati abusavano di loro, singolarmente o in gruppo, per poi cederli in adozione a terzi. Donne compravano […]

Continua la lettura di Donne compravano grossi cani per fare sesso: smascherate su Settegiorni.

]]>
Quattro donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni si spacciavano per volontarie e mettevano annunci nei siti riservati all’acquisto di cani di grossa taglia cambiando ogni volta generalità per non essere identificate. Dopo averli comprati abusavano di loro, singolarmente o in gruppo, per poi cederli in adozione a terzi.

Donne compravano grossi cani per fare sesso

Sesso con cani di grossa taglia sull’asse Cuneo-Vercelli-Rho-Vicenza. La scoperta di questo giro è iniziata grazie ad un clochard milanese. Una rhodense, appartenete ad un gruppo di quattro donne tra i 40 e 56 anni, ha offerto 100 euro all’uomo per comprare il suo meticcio di grossa taglia. Avvisati i volontari di strada dell’AIDAA, questi si sono subito attivati per rintracciare la donna. La rhodense fa parte di un gruppo composto da altre tre donne rispettivamente delle provincie di Cuneo, Vercelli e Vicenza amanti dell’animal sex. Tutte e quattro sono molto note nel giro di ambienti e siti porno di scambisti del genere. Uno dei volontari di AIDAA, introdottosi in una chat riservata legata ad un sito dove venivano postati video ed incontri animal sex, si è finto interessato. In questo modo sono riusciti a capire il giro che stava dietro alla compravendita di questi animali: una di loro, a turno, acquistava un cane di grossa razza meglio se meticcio giovane. Dopo averne abusato ripetutamente, da sole o in gruppo, l’animale veniva con scuse varie posto in adozione o ceduto a persone che si presume facciano parte del giro dei video sexy amatoriali con animali.

Il racconto del presidente Lorenzo Croce di AIDAA

“Le quattro donne pare si siano conosciute in un social e scopertesi tutte amanti dello stesso genere si sono lanciate nell’orribile impresa da quanto abbiamo capito i cani venivano usati per divertimento personale e non ci sarebbero state cessioni dell’animale a pagamento come avvenuto in casi del passato quindi stiamo valutando il tipo di denuncia in relazione ai reati commessi dalle quattro nei confronti dei 3 cani sui quali abbiamo la certezza essere stati abusati ed almeno uno venduto ai possibili attori porno amatoriali, nei prossimi giorni comunicheremo eventuali sviluppi”.

LEGGI ANCHE: Sesso orale sulla panchina, amanti arrestati a Bussolengo

 

Continua la lettura di Donne compravano grossi cani per fare sesso: smascherate su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/donne-compravano-grossi-cani-per-fare-sesso-smascherate/feed/ 4
Postino investito da un’auto mentre consegna le lettere https://settegiorni.it/cronaca/postino-investito-auto-consegna-lettere/ https://settegiorni.it/cronaca/postino-investito-auto-consegna-lettere/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:37:52 +0000 https://settegiorni.it/?p=54720 Postino investito a Cerro Maggiore. Postino investito finisce in ospedale Stava consegnando la posta come faceva ogni giorno. Poi, all’improvviso, l’incidente all’incrocio.  E’ successo a Cerro Maggiore, poco prima delle 14, tra le vie Trento e Triste e Dell’Acqua. Brutto inizio pomeriggio per il postino di Legnano, che consegna la posta anche in paese. In […]

Continua la lettura di Postino investito da un’auto mentre consegna le lettere su Settegiorni.

]]>
Postino investito a Cerro Maggiore.

Postino investito finisce in ospedale

Stava consegnando la posta come faceva ogni giorno. Poi, all’improvviso, l’incidente all’incrocio.  E’ successo a Cerro Maggiore, poco prima delle 14, tra le vie Trento e Triste e Dell’Acqua. Brutto inizio pomeriggio per il postino di Legnano, che consegna la posta anche in paese. In sella al suo motorino stava facendo il giro del paese, poi l’impatto con un’auto di un’impresa di pulizie.

Le foto:

I soccorsi

Sul posto è arrivata la Polizia locale che si è occupata dei rilievi e di gestire la viabilità, insieme a loro anche l’ambulanza della Croce Rossa. Il portalettere, 33 anni, ha riportato fortunatamente solo qualche contusione: è stato portato, in codice verde, all’ospedale di Legnano.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Postino investito da un’auto mentre consegna le lettere su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/postino-investito-auto-consegna-lettere/feed/ 0
Possibili disagi viabilistici per l’abbattimento di un albero storico nel cortile della scuola https://settegiorni.it/attualita/possibili-disagi-viabilistici-per-labbattimento-di-un-albero-storico-nel-cortile-della-scuola/ https://settegiorni.it/attualita/possibili-disagi-viabilistici-per-labbattimento-di-un-albero-storico-nel-cortile-della-scuola/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:31:58 +0000 https://settegiorni.it/?p=54718 Albero da abbattere alla scuola Umberto e Margherita di Savoia ad Abbiategrasso, possibili disagi alla circolazione. Possibili disagi viabilistici per l’intervento di Amaga Come comunicato purtroppo da Amaga, che si occupa della cura del verde pubblico ad Abbiategrasso a seguito delle ultime analisi effettuate dagli agronomi, va abbattuto un albero storico nel cortile della scuola […]

Continua la lettura di Possibili disagi viabilistici per l’abbattimento di un albero storico nel cortile della scuola su Settegiorni.

]]>
Albero da abbattere alla scuola Umberto e Margherita di Savoia ad Abbiategrasso, possibili disagi alla circolazione.

Possibili disagi viabilistici per l’intervento di Amaga

Come comunicato purtroppo da Amaga, che si occupa della cura del verde pubblico ad Abbiategrasso a seguito delle ultime analisi effettuate dagli agronomi, va abbattuto un albero storico nel cortile della scuola Umberto e Margherita di Savoia. Saranno quindi possibili alcuni disagi nel tratto di via De Amicis prospiciente la scuola nei giorni 15 e 16 Novembre per l’esecuzione dei lavori nella fascia oraria dalle 9 alle 15,30.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Possibili disagi viabilistici per l’abbattimento di un albero storico nel cortile della scuola su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/attualita/possibili-disagi-viabilistici-per-labbattimento-di-un-albero-storico-nel-cortile-della-scuola/feed/ 0
Operazione Miracolo | Risiede a Settimo il capo dei narcos https://settegiorni.it/cronaca/operazione-miracolo-risiede-a-settimo-il-capo-dei-narcos/ https://settegiorni.it/cronaca/operazione-miracolo-risiede-a-settimo-il-capo-dei-narcos/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:07:29 +0000 https://settegiorni.it/?p=54713 Operazione Miracolo, 18 persone arrestate, tutti italiani, accusate di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di droga. Operavano soprattutto nel quartiere San Siro e a mettere fine alle attività criminali ci ha pensato la Polizia di Stato. Operazione Miracolo: risiede a Settimo il capo dei narcos Nella maxi operazione della Squadra Mobile di Milano ci sono […]

Continua la lettura di Operazione Miracolo | Risiede a Settimo il capo dei narcos su Settegiorni.

]]>
Operazione Miracolo, 18 persone arrestate, tutti italiani, accusate di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di droga. Operavano soprattutto nel quartiere San Siro e a mettere fine alle attività criminali ci ha pensato la Polizia di Stato.

Operazione Miracolo: risiede a Settimo il capo dei narcos

Nella maxi operazione della Squadra Mobile di Milano ci sono finiti anche Domenico Barbaro, 45 anni, residente a Corsico, Massimiliano Cannata, 35 anni di Buccinasco, e Alessandro Di Terlizzi Miracoli, 30enne, anche lui di Buccinasco. I tre, insieme, formavano “il gruppo di Buccinasco”, a cui il capo dei narcos di Milano, Michele Luongo (nato a Manfredonia e residente a Settimo Milanese) aveva provato a rifornirsi. Provato, appunto, perché l’affare che avevano imbastito era saltato e il “gruppo di Buccinasco” era diventato troppo inaffidabile per poter continuare il business.

Diciotto arresti

L’operazione della Squadra Mobile, nominata Miracoli, ha portato all’arresto di diciotto persone, tutti italiani. Oltre a Barbaro, Di Terlizzi, Cannata e Luongo (tutti già reclusi), anche Claudio Berri, Mattia Antonio Bertelli, Andrea Braj, Davide Cannone (autore della sparatoria di via Creta, dove era rimasto ferito, a dicembre dello scorso anno, il 29enne Mattia Bertelli, anche lui arrestato in questa operazione), Claudio Carabellese, Claudio Lo Surdo, Enrico Pietrasanta, Luca Ronzoni (tutti nati a Milano), Domenico Mesiano (di Melito di Porto Salvo, Reggio Calabria), Piero Negro (Galatina, Lecce), Antonio Paglia (Cesano Maderno), Massimo Girardi (Torre del Greco, Napoli), Carmelo Scalzo (Caltagirone, Catania) e Marco Varriale (Napoli).

Le indagini

Il gruppo movimentava chili di droga, prima cocaina poi anche marijuana, attraverso un’associazione ben organizzata, dove ognuno aveva il proprio spazio, diretto e coordinato da Luongo che ricopriva il ruolo di leader, assegnava i compiti e recuperava i soldi dai debitori in caso di bisogno. Lo Surdo e Scalzo organizzavano le piazze di spaccio, le consegne e la riscossione dei soldi. Cannone gestiva lo smercio al dettaglio, Braj e Pietrasanta mettevano a disposizione le proprie abitazioni come deposito per stoccare la droga, a Braj era stato trovato anche un mitragliatore da guerra di fabbricazione russa, con 68 cartucce. Tutti ubbidienti, nessuno poteva permettersi manovre fuori posto o di improvvisare.

Le comunicazioni

Per comunicare ed evitare di essere intercettati, utilizzavano linguaggi criptati, dove un minuto era una dose, un’ora 100 grammi, la ricciola la marijuana, una ragazza un chilo, sempre di marijuana, e i documenti i soldi. “Porta i documenti”, voleva dire che l’affare era fatto e serviva il contante. “Vai a prenderle tu le due bariste, quelle ricce?”, tradotto: provvedi al recupero di due chili di marijuana, presi poi, come viene fuori dall’indagine, a Rozzano.

I luoghi

Bazzicava anche Assago e Buccinasco la banda. Ad Assago, di fronte a una grande concessionaria, era stato programmato l’incontro, poi saltato, perché la droga era stata sequestrata dalle forze dell’ordine. Il gruppo di Buccinasco, guidato da Domenico Barbaro, dal cognome (e le parentele) pesanti delle cosche della ‘ndrangheta trapiantata alle porte di Milano, aveva cercato in un primo momento di rimandare l’affare, suscitando grande apprensione e fastidio da parte di Lo Surdo e Cannone che dovevano ritirare il pacco, per il quale era già stato versato un acconto di 15mila euro. Poi, una volta che il business era saltato definitivamente, il gruppo aveva abbandonato i tre di Buccinasco e aveva cercato altri fornitori, un canale alternativo a quello che si era rivelato “inaffidabile”. Barbaro e Di Terlizzi (titolare di un’agenzia di pompe funebri a Buccinasco) erano già stati arrestati, sempre per droga. A settembre si erano messi nei guai con un chilo di marijuana, mentre Cannata, spacciatore di Buccinasco esperto da sempre, lo avevano beccato con 270 grammi di cocaina. Era anche sotto sorveglianza speciale, ma l’aveva violata. Il gruppo guidato da Luongo, che possiede un lungo curriculum criminale, iniziando a collezionare condanne per furti, rapine e armi già in tenera età, spacciava nella zona di San Siro, in particolare in via Pinerolo, via Novara e via Tesio.

Continua la lettura di Operazione Miracolo | Risiede a Settimo il capo dei narcos su Settegiorni.

]]>
https://settegiorni.it/cronaca/operazione-miracolo-risiede-a-settimo-il-capo-dei-narcos/feed/ 0
Ritrovata cassaforte con una pistola https://settegiorni.it/cronaca/cassaforte-con-una-pistola/ Mon, 12 Nov 2018 15:01:14 +0000 https://settegiorni.it/?p=54721 Cassaforte scoperta da un passante in un campo a Misinto, all’interno anche una pistola. Il furto consumato nella notte fra giovedì e venerdì ad Appiano Gentile. Scoperta cassaforte con una pistola I Carabinieri della Compagnia di Seregno hanno recuperato una cassaforte aperta in un campo di Misinto, in via San Bernardo. All’interno anche una pistola, […]

Continua la lettura di Ritrovata cassaforte con una pistola su Settegiorni.

]]>
Cassaforte scoperta da un passante in un campo a Misinto, all’interno anche una pistola. Il furto consumato nella notte fra giovedì e venerdì ad Appiano Gentile.

Scoperta cassaforte con una pistola

I Carabinieri della Compagnia di Seregno hanno recuperato una cassaforte aperta in un campo di Misinto, in via San Bernardo. All’interno anche una pistola, con il caricatore e tre munizioni. Era il provento di un furto consumato nella notte fra l’8 e il 9 novembre in via Abbate San Pozzone ad Appiano Gentile, nel comasco.

Rubati monili, contanti e carte di credito

I malfattori sono riusciti ad introdursi nell’abitazione di Appiano Gentile, hanno rimosso la cassaforte da un mobile della camera da letto prima di scappare. Monili, denaro, carte di credito e altri documenti nel bottino, tuttora da quantificare. Il furto denunciato ai Carabinieri della Compagnia di Cantù.

Un passante ha notato il forziere

Nei giorni scorsi un passante di Rovellasca ha visto il forziere aperto e abbandonato in un campo. All’interno erano spariti ori e soldi ma non la pistola, regolarmente denunciata dal padrone di casa al quale è stata restituita.

Continua la lettura di Ritrovata cassaforte con una pistola su Settegiorni.

]]>