Abbiatense al voto: devono scegliere il sindaco gli elettori di Cusago, Albairate, Vermezzo con Zelo, Gudo, Gaggiano, Ozzero, Morimondo, Bubbiano, Besate, Motta. Il punto

Abbiatense al voto: il punto Comune per Comune

Numerosi i Comuni dell’Abbiatense in cui si voterà per l’elezione del sindaco domenica 26 maggio. Ad una settimana dalla scadenza per la presentazione delle liste, la situazione comincia ormai a delinearsi con una certa chiarezza, ma non manca qualche incognita. Facciamo il punto Comune per Comune.

A Cusago si confrontano due liste a trazione centrodestra: la prima vede candidato l’assessore Gianni Triulzi in continuità con l’attuale sindaco Daniela Pallazzoli per La nostra Cusago. Ma a scompaginare le carte c’è il ritorno dell’ex primo cittadino Luigi Cairati, voluto direttamente da Silvio Berlusconi per guidare una civica che conta sul supporto di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia.

Tre le liste in campo ad Albairate: l’attuale sindaco Gianni Pioltini passa la mano, suo erede designato per “Vivere Albairate” è l’assessore Flavio Crivellin. “Per Albairate” punta su Emanuele Dotti, mentre “Siamo Albairate”, sostenuta dai tre principali partiti di centrodestra, candida Daniele Morani.

Per Vermezzo con Zelo si tratta di elezioni storiche: le prime del nuovo ente nato dalla fusione dei due Comuni di Vermezzo e Zelo Surrigone. Ma al momento i possibili protagonisti non svelano le carte. Il solo Giancarlo Guerra, già sindaco di Zelo, ha recentemente annunciato la propria candidatura. Ma i prossimi sette giorni si preannunciano ricchi di novità e aggiornamenti.

A Gudo Visconti Omar Cirulli punta al bis alla guida di “5 punti per Gudo”. Non si profilano altri candidati all’orizzonte: in caso di una sola lista in campo, l’avversario è l’astensionismo. Diventa infatti necessario che alle urne si rechi il 50% degli aventi diritto, altrimenti sarebbe commissariamento.

A Gaggiano la campagna elettorale è già entrata nel vivo da tempo: a confrontarsi ci sono il sindaco in carica Sergio Perfetti, alla guida della lista di centrosinistra Insieme per Gaggiano, ed Enrico Baj, scelto dalla lista di centrodestra Rilanciamo Gaggiano.

Leggi anche:  Pullman con studenti fuori strada, è maxiemergenza

Sfida a due ad Ozzero: il sindaco in carica Guglielmo Villani (Tutti per Ozzero) affronta Simona Posla, alla guida di una nuova realtà, Ozzero merita, in continuità con l’esperienza di Progresso per Ozzero.

Situazione ancora in divenire a Morimondo: il sindaco in carica Marco Marelli (Una comunità a misura d’uomo) diversamente da cinque anni fa non correrà da solo. Si è già presentato infatti Gabriele Pindilli, alla guida di una lista civica il cui nome è ancora da definire. Ma dovrebbe scendere in campo anche un terzo candidato, con una civica sostenuta dai partiti di centrodestra. Il maggiore indiziato è Stefano Azzalin.

A Motta Visconti il primo a lanciare la corsa è stato Leonardo Morici, alla guida della lista di centrosinistra Più Motta. A centrodestra si è consumata la rottura all’interno di Liberamente Motta, attuale lista di maggioranza. Mancato l’accordo tra il sindaco Primo De Giuli e la Lega, ci saranno due distinte liste. Liberamente Motta sostiene De Giuli in continuità con l’attuale mandato, mentre la Lega sta allestendo una propria lista civica guidata dall’assessore Angelo De Giovanni.

A Besate maggioranza e minoranza stanno trovando la convergenza per presentare una lista unica. Il candidato sindaco, salvo sorprese, sarà il presidente del Parco del Ticino Gian Pietro Beltrami, con una lunga esperienza da amministratore nel piccolo Comune.

Infine a Bubbiano: superato qualche (presunto) attrito tra l’attuale sindaco Stefano Cantoni ed il vicesindaco Alessandro Torrini, la lista “Bubbiano per voi” sta per ripresentarsi agli elettori con un candidato. Manca ancora il nome ma si sa che sarà donna. Non dovrebbero esserci altre liste in campo. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE