Assolombarda presenta l’Agenda territoriale del Nord Milano: dodici proposte progettuali per rilanciare il territorio.

Obiettivi di Agenda Nord Milano

E’ stato presentato questa mattina, lunedì 11 marzo, al Grand Hotel Villa Torretta di Sesto San Giovanni l’elaborato che fissa i paletti per una visione del futuro sviluppo della zona omogenea a Nord di Milano e identifica temi prioritari e progetti concreti, da realizzare in partnership pubblico-privato, quindi promuovere la competitività e l’attrattività del territorio e orientare lo sviluppo economico locale.

Una dichiarazione d’intenti

L’evento di questa mattina è stato anche l’occasione per siglare una dichiarazione di intenti tra i Comuni del Nord Milano – Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni – con l’obiettivo di condividere le finalità dell’Agenda e riconoscersi nella sua visione e nelle priorità strategiche e progettuali definite. L’intesa individua, inoltre, nella cooperazione sovracomunale la premessa fondamentale per un’efficace programmazione e implementazione delle politiche locali a sostegno del sistema produttivo.

Le parole di Massimiliano Riva

“Per dare sostegno alla competitività delle imprese siamo convinti che sia sempre più necessario sostenere anche la competitività del contesto in cui le aziende operano e mettere a sistema mondo produttivo, istituzioni e attori locali in una visione condivisa di sviluppo e in un’ottica di collaborazione pubblico-privato – ha dichiarato Massimiliano Riva, Presidente Zona Nord di Assolombarda –. Con questa Agenda abbiamo voluto dare il nostro contributo proprio in questa direzione, elaborando una serie di proposte concrete per vincere le molte sfide che questo territorio ha davanti. Crediamo, infatti, che la Zona Nord abbia le potenzialità per diventare un’area di eccellenza produttiva unica nel panorama metropolitano, attraverso un programma di interventi coordinati e mirati”.

Leggi anche:  Orti didattici, pioggia di euro per scuole e Comuni

Gli interventi previsti

Nei prossimi anni il Nord Milano sarà interessato da alcuni grandi interventi infrastrutturali, per esempio il prolungamento della M1 e della M5, il nuovo hub intermodale di Bettola, e di trasformazione urbana, il progetto Città della Salute e della Ricerca, l’ampliamento del sistema verde con il Parco del Grugnotorto e la riqualificazione dell’area ex Falck.  A tutto ciò si aggiungono le dodici proposte progettuali intorno alle quali mettere al lavoro le energie pubbliche e private. Tra cui, l’istituzione di un Tavolo permanente per l’innovazione, l’ampliamento del progetto iBicocca,lo sviluppo dell’Open Innovation Lab Bicocca, il dialogo tra scuole e imprese e istituire, un corso biennale ITS sulle Scienze della Vita, un network sulle life science,   un Centro di ricerca e innovazione nell’ambito della bio-sostenibilità e dell’economia circolare, il riutilizzo dell’ex Istituto Scolastico Peano, la crescita del settore turistico locale, una cabina di regia sulle opere infrastrutturali, una rete di Mobility Management aziendali.