Aumento della tassa rifiuti a Cerro Maggiore: Progetto Comune torna sulla decisione dalla giunta Berra. L’Amministrazione Comunale risponde.

Aumento della tassa rifiuti a Cerro Maggiore

“Come richiesto invano mesi fa, la maggioranza ha evitato una serata di spiegazioni alla cittadinanza, che ora si ritrova con un aumento di circa il 7% della tassa. La lista civica non entra nel merito della scelta, perchè di questo si tratta, una scelta di aumentare la tassazione,  ma teme  che potrebbe essere non com preso da molti, visto l’aumento della raccolta differenziata effettuata dai cittadini, e l’ormai rodato uso corretto dei bidoncini.
Progetto Comune quindi propone alla giunta Berra ,a fronte di questo aumento, che il Comune fornisca alla cittadinanza i sacchetti per la raccolta.
Sarebbe un’azione positiva che crediamo incentiverebbe maggiormente i cittadini”.

 

Replica amministrazione comunale di cerro

“In questi giorni sta arrivando nelle case il bollettino per il pagamento dell’imposta comunale sui rifiuti.
Come abbiamo sempre detto, vista la problematica contingente riguardante il ciclo dei rifiuti, non siamo riusciti a mantenere le tariffe uguali allo scorso anno, ma abbiamo dovuto ritoccarle di un 7% medio.

Questo aumento è stato contenuto proprio grazie alla grande capacità ed impegno che cerresi e cantalupesi hanno dimostrato nell’uso del nuovo bidoncini cippato.

Queste affermazioni sono supportate da fatti concreti e anche altri ‘comuni ricicloni’, come il Comune di Rescaldina, hanno prodotto lo stesso identico risultato: un aumento della tariffa dovuto a fattori esterni non preventivabili e non gestibili.

Certamente alcuni miserrimi personaggi in cerca d’autore cercano di fomentare il malcontento per meri interessi personali, ottenendo un grave effetto di scoraggiamento, tale per cui diminuisce la raccolta, aumentano i rifiuti abbandonati e quindi creando i presupposti di un possibile aumento futuro della tariffa dei rifiuti.
Se a questo aggiungiamo le bugie la frittata è fatta. Infatti, come dicevamo, nel Comune di Rescaldina la TARI NON è DIMINUITA come sostengono le malelingue, ma è AUMENTATA come a Cerro.

Rescaldina: aumento del 6.9% medio su tutta la popolazione.
Cerro Maggiore: aumento della tariffa è stato del 7,3% medio su tutta la popolazione.

Come per altro si vede nella tabella sottostante il nostro comune risulta essere ancora il più efficiente ed economico della zona.

Infine due doverose precisazioni: il bidoncino cippato è uno strumento di analisi statistica e il suo utilizzo o il numero delle raccolte non incide sul costo della tariffa perché non è puntuale, ma le eventuali differenze dei costi dipendono da elementi soggettivi (superficie dell’immobile, i componenti del nucleo famigliare, eventuali detrazione) previsti dalla legge che non possono essere valutati o variati politicamente.
Secondo e più importante punto è dato dall’obbligo normativo della copertura completa dei costi della raccolta. Questa previsione normativa non consente agli amministratori di premiare gli sforzi sulla differenziata, specialmente come nel nostro caso se trattasi di sperimentazione appena avviata.

Per tutto questo diciamo che per qualsiasi richiesta di chiarimento gli uffici Comunali sono sempre disponibili a dare risposte a domande che riguardano casi singoli e di informarsi bene su un argomento così complesso, non dando retta a chi vuole distruggere o fomentare con cattiveria la disobbedienza, perché alla fine chi paga saremo sempre noi.
Da parte nostra l’impegno a continuare a migliorare i servizi, trovando soluzioni sempre migliori, economiche e di qualità.

Grazie a tutti per la comprensione e ricordiamoci di riciclare per il bene primario dell’ambiente in cui viviamo, perché tutti gli altri effetti positivi verranno da soli!”