Bareggio, il consigliere comunale Monica Gibillini sul parco 8 Marzo in attesa della sua assegnazione: “Il Comune intanto faccia manutenzione”.

Bareggio, Gibillini: “Parco 8 Marzo: il Comune faccia manutenzione”

Parco 8 marzo, Monica Gibillini della lista civica Bareggio 2013 fa il punto sulla situazione dell’area di San Martino in attesa dell’assegnazione ad un nuovo gestore e di conoscere la valutazione della commissione di gara in merito all’unica proposta pervenuta a luglio. Nel frattempo, dichiara Gibillini, «ho ricevuto le risposte del sindaco sull’interrogazione che ho presentato visto lo stato di trascuratezza del parco che, da febbraio, è tornato in carico al Comune a seguito della rinuncia del precedente gestore».

Nelle risposte del sindaco, prosegue il consigliere, si legge che «i servizi igienici si trovano nell’edificio adibito a bar che è senza elettricità e acqua perché i contratti erano intestati al gestore del parco. In base all’esito della gara i contatori saranno volturati al nuovo gestore o al Comune, qualora si dovesse decidere di non assegnare a un privato la gestione del parco. Gli interventi di pulizia dei vialetti vengono effettuati quanto necessario, il compito di vigilare è in capo all’ufficio tecnico del Comune. Il taglio dell’erba viene fatto ogni 20 giorni e quello delle siepi 3 volte l’anno. Gli interventi di sanificazione da vespe, calabroni e formiche vengono fatti regolarmente, l’ultimo risale al 25 luglio e ne sono previsti altri 2. Lo stato manutentivo dei giochi al parco viene monitorato dai tecnici comunali, che hanno in previsione la sostituzione dell’altalena e di un gioco a molla. L’apertura e chiusura del parco è affidata alla Cooperativa Solaris che si occupa già della manutenzione del verde urbano».

Leggi anche:  Raduno di Pontida, Salvini: “Questa è l’Italia, un'Italia che vincerà” FOTO

«Non resta che attendere – è il commento di Gibillini – l’esito della gara, auspicando che nel frattempo il Comune posizioni al più presto la nuova altalena rimossa a luglio per motivi di sicurezza e si occupi in modo più adeguato della pulizia del parco, visto che nei prossimi giorni, al rientro delle vacanze tornerà a essere frequentato dalle famiglie. Qualora nei prossimi giorni la gestione del parco dovesse essere assegnata a un privato è, infatti, difficile che riesca a essere operativo in così breve tempo». TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE