Boffalora non cambia idea sulla superstrada. L’assenza di un rappresentante del Comune alla conferenza stampa dei sindaci del sì, ha creato qualche rumors, messo però a tacere in una nota ufficiale.

Boffalora non cambia idea sulla superstrada

“In questi giorni si è ritornato a parlare di superstrada Vigevano-Malpensa e della Variante di Ponte Nuovo. Confermiamo la posizione del Comune di Boffalora Sopra Ticino, che è invariata dal 2008 ottemperando quanto deliberato ad unanimità dal Consiglio Comunale: favorevoli all’opera principale e contrari a questo progetto di Variante. La volontà di Boffalora come di Magenta è sempre stata quella di risolvere la questione del traffico di Ponte Nuovo, ma il problema non si risolve spostando il volume di traffico da un Comune all’altro, ma costruendo soluzioni alternative che rendano il territorio fruibile da tutti”.

Sì alla strada, no alla variante

Il Comune di Boffalora ha fatto ricorso al Tar contro l’attuale variante. “Nel caso la variante fosse realizzata, in accordo all’attuale progetto, tutto il flusso di auto e tir sarebbe deviato tal quale a ridosso del centro e i boffaloresi si troverebbero un tale traffico sulla via Magenta che impedirebbe l’uscita dal paese in quella direzione, creando code interminabili su una strada molto stretta, che non può essere ampliata e che è inadatta al passaggio di tutti i tir che circolano sulla ex statale. A tal proposito nei vari incontri che si sono susseguiti in questi anni, abbiamo richiesto modifiche e mitigazioni, sempre condivise ad unanimità dal nostro Consiglio Comunale. La delibera CIPE 2018 non è chiara ed esaustiva in merito alle nostre richieste, per questo motivo la nostra amministrazione ha intentato un ricorso al TAR con la finalità di risolvere le criticità del progetto di Variante e non di contrastare l’opera principale”, è la precisazione dell’ente.