Vietato l’ingresso ai cani al cimitero. Il consiglio comunale di Settimo Milanese ha bocciato la proposta di Ruggiero Delvecchio, di Forza Italia.

Cani al cimitero: vietato l’ingresso

Salutare i propri cari accompagnati “da un componente della famiglia, anche se si tratta di un cane o un gatto”. Ciò a Settimo Milanese non è possibile e non lo sarà neanche nell’immediato futuro. A differenza di molti comuni, tra cui anche Milano, il Pd ha fatto le barricate e, insieme all’astensione del Movimento cinque stelle, ha votato contro all’emendamento proposto da Forza Italia durante la seduta serale del Consiglio comunale.

Il commento di Delvecchio

L’emendamento proponeva l’entrata nel camposanto dei piccoli animali d’affezione mediante trasportino e i cani muniti di guinzaglio e museruola.

“Molto dispiaciuto” si è dichiarato il proponente Ruggiero Delvecchio, consigliere e coordinatore di Forza Italia. “Si è persa un’occasione per dare un nuovo segnale di attenzione dell’Amministrazione nei confronti dei nostri amici a quattro zampe. Al tempo stesso, verso le cittadine e i cittadini di Settimo Milanese che amano i propri animali. Proibire l’ingresso ai cimiteri di cani e gatti, a tutti gli effetti membri di famiglia, non ha senso, e lascia spazio anche a margini di discrezionalità e ambiguità. Bisogna essere attenti non solo agli animali d’affezione, ma a tutti gli esseri senzienti che vivono in città e che vanno tutelati e rispettati. L’istanza ha visto anche il parere favorevole di tantissimi cittadini che hanno votato il nostro sondaggio sui social e che hanno chiesto a gran voce la modifica di una norma vetusta”.