Il caso di via Galli e i parcheggi in via Cavour: il Pd cittadino contro l’Amministrazione di centrodestra sul caos strade.

Caos strade, il Pd: “Situazione paradossale”

Cantieri improvvisi e parcheggi temporanei che diventano permanenti. Il Pd Tradate porta il caos strade sul tavolo del consiglio comunale con un’interrogazione presentata in questi giorni. “Quanto sta accadendo a Tradate è paradossale, laddove l’attuale amministrazione di centro-destra sta dando sfoggio di tutta la sua incapacità, mancanza di conoscenza del territorio e disorganizzazione”, attaccano i dem.

Il caso via Galli

Il primo punto riguarda via Galli, prossima sede dei lavori di sostituzione delle tubature del gas da parte di 2iRete Gas. Lavori che, stando all’ordinanza del 23 gennaio, sarebbero dovuti iniziare oggi (ma la strada risulta ancora aperta) e concludersi, forse, a marzo. E nel frattempo, chiusura totale al traffico, per residenti e non. “Una strada che, soprattutto durante il periodo scolastico con chiusura a determinati orari di via Dante, è estremamente trafficata – ricordano dal Pd – La via, oltre a collegare Abbiate Guazzone con Tradate, viene percorsa quotidianamente da centinaia di famiglie per raggiungere il vicino asilo infantile e le scuole medie di via Roma. I lavori che inizieranno domani non sono stati comunicati alla cittadinanza né tantomeno alle famiglie (circa cinquanta) che risiedono in via Galli e che, da domani, non potranno transitare liberamente”. “Non trattandosi di un’emergenza, ma di lavori necessari, se fossero state mantenute in vita le consulte cittadine di certo si sarebbe potuta trovare una soluzione ottimale e condivisa come già fatto in passato per il rifacimento della piazza adiacente la parrocchia SS. Pietro e Paolo, approntando un piano viabilistico alternativo e limitando al massimo il disagio per residenti e non. Evidentemente questa amministrazione tiene più alle promesse elettorali che al confronto coi cittadini. Noi del Partito Democratico crediamo che un’amministrazione puntuale e precisa, debba informare la cittadinanza e limitare, con piani viabilistici alternativi, i possibili disagi”, aggiungono.

Leggi anche:  Ha un malore in auto a Tradate: grave 31enne

I parcheggi in via Cavour

L’altro punto dell’interrogazione sono i parcheggi in via Cavour. Questi erano stati istituiti durante i lavori di rifacimento della via Santo Stefano per limitare i disagi ai residenti con la promessa, più volte ribadita dal vicesindaco Claudio Ceriani e dagli altri esponenti dell’Amministrazione, che alla riapertura della strada dotata di nuovi parcheggi le auto non avrebbero più potuto sostare ai lati della via che costeggia la piazzetta rosa. “Di fatto si sono trasformati in soste permanenti non regolamentate, col benestare del Comune a trazione leghista che si vanta di aver fatto cassa con multe per soste orarie scadute ove ne persiste l’obbligo – attaccano i consiglieri dell’opposizione – Parcheggi che comportato un enorme disagio ai residenti e soprattutto ai commercianti di via Cavour e limitrofi. Se questi parcheggi dovevano essere temporanei e limitati alla realizzazione delle opere di via Santo Stefano, per quale motivo non si è ripristinata la ciclopedonale? Dobbiamo dunque considerare ancora aperto il cantiere ?”.