Caso Scurati: pochi giorni fa si è tenuta la presentazione della lista a sostegno della candidata sindaco di Castano Primo Morena Ferrario. Tra i presenti anche Silvia Scurati, consigliera regionale salviniana, il sottosegretario Garavaglia e ad altri esponenti del centrodestra. Facendo riferimento a un sottopasso stradale ancora non realizzato, ha detto “in caso Morena diventerà sindaco nel mese di giugno effettueremo una variazione di bilancio per mettere mano, insieme a Regione e alle ferrovie, alla problematica viabilistica che avete. Questo è l’impegno che ci prendiamo.”

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

L’attacco di Bussolati a Silvia Scurati

Il consigliere regionale Pd Pietro Bussolati attacca Silvia Scurati.

“Scurati si è resa protagonista di un ricatto bello e buono dimostrando ancora una volta come ragionano i leghisti di governo, ovvero nell’interesse solo dei loro amici. Io chiedo al presidente Fontana se è a conoscenza di questo fatto e se condivide le dichiarazioni inaudite della consigliera del suo partito: il minimo che può fare è prendere le distanze. Ma in fondo per i castanesi è una buona notizia, perché comunque vadano le elezioni, e io credo che non andranno come spera Scurati, la Regione a questo punto non può che stanziare quelle risorse. Sarò io stesso, in assestamento, a presentare un emendamento e vedremo come voteranno Scurati e i componenti del suo gruppo.”

Solidarietà a Silvia Scurati da parte della Lega di Bareggio

“La sezione della Lega di Bareggio esprime piena solidarietà al consigliere regionale Silvia Scurati, vittima dell’ennesimo attacco politico da parte di una sinistra alla disperata ricerca di un consenso che non ha. Il sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello, balzato agli onori delle cronache per avere tentato di costruire una moschea nel suo Comune, ha denunciato Scurati in maniera strumentale. Durante la presentazione pubblica del candidato sindaco Morena Ferrario (centrodestra), Silvia si è presa l’impegno a portare avanti la battaglia del centrodestra castanese per il problema del sottopasso di via Lonate. Una delle tante questioni aperte che l’attuale sindaco non ha risolto e per la quale non ha mai chiesto aiuto alla Regione. Ora, non contento, addirittura denuncia chi si è interessato del problema.
E dobbiamo purtroppo constatare che, ancora una volta, il capogruppo del Pd di Bareggio Tina Ciceri, interviene in vicende che non la riguardano, e che forse neanche conosce, al solo scopo di attaccare personalmente Silvia. Invece di guardare continuamente in casa d’altri, forse sarebbe stato meglio che si fosse concentrata, nell’ultimo mandato e nei decenni scorsi, su quello che le sue Giunte non sono state in grado di fare a Bareggio, lasciando il paese nelle condizioni che tutti sappiamo.
Silvia, “non ti curar di loro, ma guarda e passa”. Vai avanti così e lascia bollire nel rancore e nell’invidia gli esponenti di un partito ormai alla frutta. Anzi, già al digestivo.”