Caso via Roma Saronno: il comitato ha aspettato qualche giorno per far sapere i suoi pensieri a riguardo.

La posizione del comitato

Il comitato non condivide la soddisfazione del presidente Raffaele Fagioli: “Ci è sembrato più un sentire, ma non un ascoltare, visto che l’Amministrazione non ha fatto nulla di concreto per aprire un dialogo a cui ribadiamo come cittadini siamo ancora disponibili”. Il comitato è favorevole ad una riqualificazione di via Roma, ma lamministrazione non dovebbe fare altro che valutare un progetto che salvi gli alberi. “Non esistono documenti, ne’ relazioni di tecnici che dicono che occorre necessariamente abbattere tutti i bagolari. A tutti gli effetti pare si tratti solo di una scelta di gusto personale, ma non suffragata da altro”.

Le domande del comitato

Il comitato si domanda come mai non sia stato preso in considerazione un progetto alternativo. Inoltre viene ribadito come non sia ancora stato pubblicato il costo della riqualifica di via Roma, pensando che il progetto sia molto approsimativo e  poco chiaro sia ai cittadini che alla stessa amministrazione: “Non vale la pena rifarlo
bene per spendere correttamente i soldi dei cittadini?”.

L’insoddisfazione sul consiglio comunale

Il comitato inoltre si ritrova fortemente insoddisfatto su come si è svolto il consiglio comunale, ritendendo inopportuno come il presidente del consiglio abbia ritenuto gli applausi un atto provocatorio e disturbante. Secondo loro nessuno è nè andato contro il regolamento, nè ha portato scompiglio nè sono stati appesi striscioni, come invece apparso da immagini sui social.

Leggi anche:  Rap antipopulista, anche Librandi tra i politici "canterini" VIDEO

Gli applausi

“L’applauso è stato un atto spontaneo, un modo per incoraggiare e sostenere quei cittadini che hanno deciso di prendere la parola e che non sono avvezzi a parlare in pubblico. Qualcuno si è trovato d’accordo con quelle parole ed è partito un applauso di qualche secondo” ribadisce il comitato. Inoltre quest’ultimo sottolinea come sembrerebbe strano che i cittadini abbiano firmato per un consiglio comunale aperto e siano venuti solo per creare disturbo durante la seduta. comunicazione. “Gravissimo a nostro avviso aver ordinato di allontanare tre cittadini a caso in seguito agli applausi. Una decisione che ha creato un evidente imbarazzo anche ai vigili che l’hanno dovuta poi mettere in pratica” dice il consiglio, il quale successivamente evidenzia come siano messi in discussione i principi basilari della politica.

Le richieste del comitato

Il comitato domanda quale siano i motivi  di tale abbattimento, visto che a loro avviso sembra insignificante l’allargare la pista ciclabile di soli 10cm, la quale dovrebbe essere, secondo il progetto, di 2.50 metri.

“Ribadiamo che durante il consiglio non è stata data alcuna risposta in merito alla decisione di abbattere 60 alberi e non è stato dato alcun riscontro riguardo il progetto alternativo di viabilità proposto dai cittadini, progetto che riqualifica i marciapiedi, abbatte le barriere architettoniche e consente la libera circolazione dei disabili.” si conclude così il comunicato stampa del comitato #SalvaViaRoma.

LEGGI ANCHE: Caso via Roma: il comitato presenta un esposto al Prefetto