Consiglio comunale di San Vittore Olona nella bufera: la seduta di giovedì 21 marzo 2019 convocata  alle 16.30. Forti critiche di Alberto Fedeli (Patto Civico).

Consiglio comunale al pomeriggio, è polemica

“E’ sconcertante”. Così Alberto Fedeli, capogruppo della lista di opposizione “Patto Civico”, commenta la decisione della giunta di convocare il Consiglio comunale di giovedì 21 marzo 2019 nel cuore del pomeriggio: alle 16.30.
“Domani – afferma Fedeli – ci sarà un Consiglio con temi importanti temi quali il Pgt, Piano di governo del territorio, programma opere pubbliche, bilancio consuntivo, regolamento Commissione mensa, dismissioni partecipazioni in Accam. E quando lo convocano? Alle 16.30! Immagino già la grande partecipazione di pubblico. In questo modo mortificano non solo i cittadini ma anche i consiglieri comunali, soprattutto quelli di opposizione”.

I punti all’ordine del giorno e la posizione di Fedeli

“I cittadini – prosegue Fedeli – potrebbero pensare: ‘Avranno discusso ed esaminato queste importanti questioni con tempo e documenti alla mano’. Macchè. Siamo stati convocati 6 giorni fa con documenti consegnati lo stesso giorno (e alcuni integrati in queste ore). Poi un autentico schiaffo alle nostre funzioni consiliari: si prevede l’accensione di un mutuo di 700mila euro per la ristrutturazione della villa sequestrata alla mafia in via Mazzini. Tutto bene? Quante volte abbiamo anche noi chiesto che si intervenisse. Ma alla domanda in commissione ‘Per quale progetto sociale recuperiamo la villa?’ la risposta del vicesindaco Zerboni in Commissione è stata ‘Non ve lo diciamo, sarà una sorpresa che il sindaco darà in Consiglio comunale’ “. E no, mi spiace non si fa così! Altro vulnus alla partecipazione è il nuovo regolamento Commissione mensa. I cittadini diranno: ‘Avranno ovviamente sottoposto la bozza, prima di portarla in Consiglio, alla Commissione mensa per un suo parere. Ma no, dimenticate che siamo a San Vittore Olona e c’è la Signoria del sindaco Vercesi. Non è stato portato perchè inutile, hanno comunque recepito, dice il sindaco, tutte le osservazioni che erano emerse in commissione. Sentiti da me gli interessati, ho saputo che non è così. Si tratta di un regolamento in cui la principale preoccupazione è difendersi da genitori presenti nella Commissione mensa, intimorendoli con obblighi di riservatezza, richiami a responsabilità dei funzionari pubblici, obblighi di collaborazione senza contrasti con l’Amministrazione comunale e il gestore, presenza nella stessa Commissione del sindaco o delegato con diritto di voto (il controllato si fa controllore!). Ho presentato emendamenti, pur nel poco tempo concessomi. Vediamo”.
E il capogruppo di Patto Civico prosegue: “E mi taccio sulla non condivisione delle scelte del Pgt. Tra l’altro hanno rigettato le mie principali proposte di incentivazione dell’edilizia residenziale sociale nelle sue diverse forme. Peccato. Non per me ma per i sanvittoresi, specie le giovani coppie ma non solo, che faticano a trovare casa, o peggio, sono in pericolo di perderla. Ma a San Vittore Olona tutti stanno bene e forse è inutile preoccuparsi”. E Fedeli, strizzando l’occhio alle imminenti elezioni comunali del 26 maggio, annuncia: “Urge un cambiamento”.

Leggi anche:  Bareggio, Gibillini: “Parco 8 Marzo: Comune faccia manutenzione”

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE