Oggi, venerdì 30 agosto, il premier incaricato Conte ha parlato in merito al rapporto che il suo nuovo ed eventuale governo dovrà tenere con il Nord del paese. Conte si dice pronto al dialogo con le regioni settentrionali che hanno richiesto l’autonomia. Ecco cosa ha detto Simone Giudici a riguardo…

Conte è pronto al dialogo con il Nord, Giudici “sa molto di presa in giro”

“La notizia è davvero surreale e sa molto di presa in giro – sostiene Simone Giudici – dato che Conte ha avuto un anno di tempo e non gli è mai seriamente interessata la questione legata all’autonomia, che ricordo essere stata richiesta a gran voce da milioni di Lombardi, Veneti e anche dal consiglio regionale della, ancora per poco rossa, Emilia Romagna.
In diverse occasioni purtroppo sia il governatore Attilio Fontana che Luca Zaia sono partiti con entusiasmo per Roma per trattare la questione ma come spesso accaduto sono rientrati a casa con il solito NO del Movimento Cinque Stelle, a cui purtroppo eravamo abituati.
Dato che Conte per cercare di recuperare credibilità con tutti i cittadini del nord ha fatto questa dichiarazione gli chiediamo, qualora ricevesse la fiducia in Parlamento, di mettere subito all’odg, insieme al taglio dei parlamentari, la questione delle autonomie.
Questa si che sarebbe una riforma epocale che potrebbe avere risvolti economici davvero importanti per il nostro paese.
Aspettiamo quindi – conclude Giudici – che Conte dia seguito alle sue parole, come Lombardi ne abbiamo le scatole piene dei continui no”.