Crisi politica a Parabiago, la maggioranza non si presenta ancora alla seduta consiliare prevista per stamattina, sabato 9 marzo 2019. Il consigliere Alessandra Ghiani (centrosinistra) segnala la situazione al prefetto di Milano.

Crisi politica: ancora un nulla di fatto

Era stato convocato per stamattina, sabato 9 marzo 2019, la seduta del Parlamentino per riuscire ad eleggere il presidente del Consiglio comunale. Massima assise che, di fatto, non ha portato a niente. Assenti, ancora una volta, i consiglieri del centrodestra, ad eccezione di Ulisse Cherubelli (Lega) come presidente del Consiglio comunale pro tempore. La prima seduta, del 21 febbraio 2019, si era chiusa con un nulla di fatto dopo 50 votazioni. La maggioranza di centrodesrtra non aveva trovato la quadra. Nulla di fatto anche in quella del 23 febbraio 2019. Presenti, allora, solo il centrosinistra con Giorgio Colombo, Alessandra Ghiani, Anna Maria Cogliati ed Edoardo Bollati, il M5S con Christian Vitali e, della maggioranza, Luca Ferrario (Lega), Gianemilio Belloni (Forza Italia), Mario Grandini (Forza Italia) e Cherubelli sempre come presidente pro tempore. Dopo altre 3 votazioni, l’uscita dall’aula del centrodestra e la mancanza del numero legale per proseguire le votazioni.

Leggi anche:  Metropolitana fino a Rho Centro: la mozione dalla Lega in consiglio

La maggioranza diserta il Consiglio

Maggioranza assente in aula nella seduta consiliare di giovedì 7 marzo 2019. Anche in quel caso, quindi, non si è potuto votare il presidente del Consiglio comunale e proseguire con la discussione dei punti previsti all’ordine del giorno. La seduta era stata riconvocata per stamani, sabato 9 marzo 2019. Anche questa volta presenti solo il centrosinistra con Ghiani, Colombo e Cogliati, i 5 Stelle con Vitali e Cherubelli nel suo ruolo pro tempore. I banchi della maggioranza restano vuoti, il presidente del Consiglio non può essere votato e le discussioni previste devono essere rinviate. Ancora una volta.

La segnalazione al prefetto

L’opposizione non ci sta più a questa situazione kafkiana, da qui la decisione di Alessandra Ghiani (Noi Democratici Impegnati) di segnalare questa situazione di impasse al prefetto di Milano. L’annuncio è stato fatto dalla stessa conigliera al termine della seduta di sabato mattina. Una segnalazione fatta affinché vengano assunti, se previsti, provvedimenti.

LEGGI ANCHE: La maggioranza diserta il Consiglio, salta ancora la nomina del presidente

E ANCHE: Parabiago: nuova fumata nera per il presidente del Consiglio comunale