Il vice capogruppo vicario della Lega alla Camera, Fabrizio Cecchetti, e il consigliere regionale del Carroccio, Simone Giudici,  si esprimono a proposito dell’esito dell’incontro avvenuto a Roma al Ministero dello Sviluppo economico tra la proprietà di Gca General market, Governo e sindacati per affrontare la crisi dei supermercati Superdì e Iperdì. Cecchetti si è subito interessato alla questione non solo portandola in Regione assieme al consigliere regionale della Lega Giudici, ma anche presentando un’interrogazione alla Camera con il deputato della Lega Boniardi.

Crisi Superdì e Iperdì: parlano Cecchetti e Giudici

“La notizia della stipula dei primi contratti per la cessione di alcuni rami d’azienda è molto positiva perché permette di raggiungere quell’obiettivo che ci siamo posti sin dall’inizio della crisi Superdì e Iperdì: la salvaguardia dei posti di lavoro. E ora dobbiamo proseguire su questa strada. Dopo aver assicurato la cassa integrazione a 669 lavoratori del gruppo, da Roma è giunta una buona notizia: la proprietà ha stipulato tre contratti preliminari di compravendita per la cessione di diversi punti vendita ad operatori di settore. Tra questi c’è anche quello di Rho ceduto a Italmark, assieme ad altri nove sparsi in tutta la Lombardia”.

“Si tratta di un’ottima notizia – sottolineano Cecchetti e Giudici -. Continueremo a monitorare la situazione, ma di certo rispetto ad alcuni mesi fa ci sono prospettive decisamente diverse per i lavoratori. Un plauso al Governo per l’azione intrapresa: è la dimostrazione che grazie all’impegno di tutti quanti non solo si sono prese a cuore le problematiche dei lavoratori, ma molte di esse sono anche state risolte”.

LEGGI ANCHE: Crisi Superdì e Iperdì: si apre uno spiraglio per i lavoratori