Dimissioni: a fare il passo indietro, questa volta, Paolo Rimoldi (Lega)dalla presidenza della commissione Bilancio e Affari generali.

Dimissioni: la decisione di Rimoldi

La decisione di dimettersi dalla presidenza della commissione Bilancio e Affari generali di Parabiago, presa dal consigliere del Carroccio Paolo Rimoldi, è stata annunciata durante il Consiglio comunale di lunedì 7 maggio. L’annuncio, per la precisione, è stato fatto durante la discussione del punto legato al bilancio di previsione 2018 dell’azienda speciale servizi Parabiago, ovvero della farmacia comunale. Un punto che, quindi, ha visto il voto di astensione dei gruppi di centrosinistra, del Movimento 5 Stelle e, appunto, del leghista Rimoldi.

“Alcuni punti che non condivido”

Rimoldi spiega quali sono quei punti che non condivide. Tra questi anche il fatto che “il nome del nuovo amministratore non sia stato condiviso nelle commissioni. Inoltre, l’amministratore uscente non ha risposto ad alcune problematiche poste. Il bilancio poi non è vero che è stato chiuso in utile, come era stato invece annunciato”. Parole che confermano, ancora una volta e dopo le passate “bagarre” politiche, che qualcosa nel gruppo di maggioranza effettivamente non va.

Leggi anche:  Casa dell'affido e dell'accoglienza: "Aperiserata" per presentare il progetto

Commissione Bilancio

A prendere in mano la commissione Bilancio e Affari generali, dopo le dimissioni del leghista Rimoldi, sarà il vicepresidente Andrea Lotterio, in quota Forza Italia.