Il sindaco di Venegono Superiore Ambrogio Crespi si dice disponibile a guidare la coalizione alle prossime elezioni comunali ma il partito nicchia: “Decisione spetta ai vertici”.

Elezioni comunali, Crespi disponibile al bis

“Uniti vinciamo. E io sono disponibile a correre per un altro mandato se il partito mi chiama”. Ambrogio Crespi avanza la propria candidatura alle prossime elezioni comunali che si svolgeranno quest’anno. Una disponibilità dichiarata anche martedì sera, in una riunione in municipio con i vertici locali e provinciali e di circoscrizione. “Negli ultimi 15 anni quando la Lega mi ha chiamato ci sono sempre stato – continua – E negli ultimi 5, ho fatto tanto per Venegono. Basta fare un confronto coi Comuni del territorio, nessuno ha investito quanto noi: Più di sei milioni di euro, senza accendere un mutuo e pagando quelli trovati. Il ciclo non si è ancora chiuso, c’è tanto da fare”.

Dubbi nel centrodestra

La sua candidatura però è lontana dall’essere certa. Fonti raccontano di una certa agitazione alla riunione di martedì sera. E la possibilità che il commissario di Forza Italia Fabiano Lorenzin corra, forse proprio come candidato sindaco, insieme ai consiglieri d’opposizione Mariolina Ciantia e Bruno Zoccola è la prova che il futuro sia tutt’altro che scontato. Al centro ci sarebbe proprio la figura del sindaco, causa di qualche mal di pancia sia all’interno della sezione cittadina sia nei rapporti con l’alleato forzista. Lorenzin in particolare. Tanto che, sempre stando a quanto trapelato dalla riunione, ci sarebbe un altro nome. Quello di Roberto Castiglioni, che nel 2018 era candidato con Venegono Sociale di Roberto Pellegrini e da qualche mese avvicinatosi alla sezione leghista. Infine il terzo alleato naturale, Fratelli d’Italia, a Venegono rappresentato da Fabrizio Passannante. Che, a quanto dichiara, avrebbe “ricevuto carta bianca dal partito” e sarebbe pronto a impegnarsi proprio nel nuovo soggetto promosso da Ciantia, Zoccola e Lorenzin.

Leggi anche:  Raduno di Pontida, Salvini: “Questa è l’Italia, un'Italia che vincerà” FOTO

“Parola ai provinciali”

Il segretario di circoscrizione Fabio Tonazzo e quello di sezione Fabio Mantovani non si sbilanciano. E non confermano, né smentiscono, gli animi mossi in casa Lega. “Nei prossimi giorni si riuniranno i vertici. A loro la decisione sul candidato”, commentano. E sulle alleanze: “Oggi la Lega amministra il paese insieme a Forza Italia, e come il 4 marzo ci sono altre liste vicine a noi. Ad oggi ci sono tutti i presupposti per continuare a lavorare in coalizione. Se gli alleati vedono dei problemi, siamo pronti a discuterne e cercare la soluzione migliore per tutti”.