Elezioni Rescaldina, presentato il programma del candidato sindaco Maria Angela Franchi del Centrodestra unito.

Elezioni Rescaldina, i progetti di Franchi

Maria Angela Franchi, candidato sindaco del Centrodestra unito (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) ha presentato il programma alla cittadinanza lunedì 6 aprile in auditorium.
Presenti tanti esponenti politici, tra cui gli onorevoli Marco Osnato di Fratelli d’Italia, Fabrizio Cecchetti e Fabio Boniardi entrambi della Lega, Fabio Altitonante sottosegretario in Regione, consigliere comunale di Forza Italia a Milano ed ex assessore regionale e Roberta Paparatto di Forza Italia candidata alle europee.
Tra il pubblico anche il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus (Lega).
A moderare la serata, l’ex sindaco Paolo Magistrali (Forza Italia), che dà il benvenuto ai presenti: “Ho partecipato con grande entusiasmo alla formazione di questa coalizione. L’obiettivo comune è stato quello di creare una lista unita e coesa per il bene di Rescaldina, per dare risposte concrete e convincenti ai problemi dei cittadini”.
È il segretario della Lega  Ambrogio Casati, a presentare Maria Angela Franchi: “È una donna con le idee chiare, che incarna la gentilezza ma anche la fermezza. Saprà guidare Rescaldina con la concretezza di cui ha bisogno il paese: l’esperienza non le manca, per 5 anni è stata presidente del Consiglio comunale e ha presieduto tutte le commissioni consiliari. Anche se socio militante della Lega da oltre 10 anni, rappresenterà i valori della coalizione del Centrodestra unito”.
Prende la parola il candidato sindaco Franchi: “Ringrazio la mia squadra che sta lavorando tutti i giorni, sono commossa per quello che stanno facendo i candidati. Il nostro è uno stile semplice, il programma che abbiamo costruito è vicino alla gente. Vogliamo una Rescaldina vivibile: ordinata, pulita e sicura. La differenza tra un obiettivo e un sogno è un numero: lavoriamo su cose semplici e concrete. Noi ascoltiamo, valutiamo, agiamo e verifichiamo: vi garantisco che saremo rigorosi sul controllo delle risorse e sui tempi di azione. Dopo aver ascoltato i rescaldinesi nelle piazze, chi produce lavoro (industriali, commercianti, agricoltori, artigiani), le associazioni presenti sul territorio e chi si occupa di educazione e istruzione, ecco la sintesi del programma del Centrodestra unito: Partecipazione: intendiamo avviare gruppi di ascolto per aiutare l’amministrazione a mettere a tema i problemi del paese, Politiche per la famiglia e natalità: vogliamo aiutare e sostenere la famiglia nell’adempimento del dovere di mantenere, educare e istruire i figli realizzando politiche a sostegno della natalità; Terza età: oltre a mantenere le attività che consentono all’anziano di vivere a casa propria ricevendo gli aiuti necessari (pasti a domicilio, trasporti verso gli ospedali) pensiamo anche di sostenere l’avvio di esperienze di accoglienza famigliare; Sanità: l’Amministrazione dovrà promuovere l’erogazione nel territorio comunale di tutte le prestazioni di carattere non strettamente ospedaliero. Particolare attenzione dovrà essere posta alle cure domiciliari; Disabilità: per assicurare protezione e inclusione ai soggetti con disabilità o non autosufficienti è necessario superare la frammentazione degli interventi e promuovere momenti culturali di contrasto ai pregiudizi, Vogliamo indirizzare e sostenere le famiglie al progetto “dopo di noi”.

E ancora: “Lavoro: riteniamo che l’uomo acquisti dignità non attraverso una politica di aiuti ma attraverso il lavoro. Studieremo la possibilità di istituire borse lavoro e attivare inserimenti lavorativi nell’ambito dei servizi di pubblica utilità. Le scuole, inoltre, devono rivestire il ruolo di orientare i ragazzi a una scelta mirata del percorso di studi. Sosterremo gli imprenditori ma anche i piccoli negozi rivedendo la viabilità; Scuola: il luogo privilegiato dove trasmettere valori fondamentali quali il rispetto della cultura, dei costumi, della tradizione del paese, della libertà del singolo cittadino rispetto agli altri membri della comunità, l’amore per l’ambiente naturale . Il nostro programma non prevede nuove scuole per l’infanzia ma la razionalizzazione dell’uso degli spazi già esistenti per far fronte a necessità reali. Riteniamo buona cosa che nella nostra Rescaldina continui a esistere una realtà di scuola paritaria per consentire alle famiglie di scegliere non solo dove lasciare i figli ma anche secondo quali valori educarli; Sport: saremo alleati di tutte le associazioni sportive presenti in paese affinché possano continuare a svolgere la loro attività e crescere. Vigileremo sulla manutenzione e sul corretto utilizzo degli impianti sportivi da parte dell’ente gestore; Immigrazione e accoglienza: in osservanza dei diritti costituzionalmente garantiti, l’accoglienza sarà commisurata alle nostre capacità e al rispetto delle nostre tradizioni; Sicurezza e legalità: siamo convinti che l’ordine e l’armonia non limitino la libertà ma innalzino la qualità della vita; la bellezza è educativa e nobilita l’ambiente sociale, raffina le relazioni umane, tiene a distanza la volgarità, la grossolanità, la prepotenza e la bassezza di intenti”.
Ha proseguito Franchi: “Animali: desideriamo creare apposite aree cani per la salute del proprio animale. Territorio e urbanistica: riteniamo doveroso valutare le legittime aspettative di quei cittadini che, a seguito di esigenze famigliari, aspirano a costruire su appezzamenti di terreni di dimensioni contenute, da anni proprietà di famiglia. Favoriremo tutte le opportunità di finanziamento per le seguenti opere: il centro ricreativo e teatro cinema di Rescaldina, villa Saccal, villa Rusconi, la chiesa di san Giuseppe alla Pagana;Ambiente e agricoltura: manca la percezione di un paese pulito nel suo insieme: aree verdi, boschi, periferie: vogliamo agire per rimuovere gli ostacoli alla sicurezza fisica e psicologica dei cittadini. Riteniamo necessario intervenire sulle aree agricole abbandonate collaborando con gli agricoltori”.

TORNA ALL’HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DI SETTEGIORNI