Elezioni San Vittore Olona: ecco la decisione di Alberto Fedeli, capogruppo della lista civica di opposizione “Patto Civico”.

Elezioni San Vittore, Fedeli a sostegno di Daniela Rossi

Si pensava potesse correre con la sua lista civica: invece Alberto Fedeli, candidato sindaco nel 2014 e attuale capogruppo della lista civica di opposizione “Patto Civico” non sarà tra i candidati sindaco che correranno alle elezioni comunali del 26 maggio ma darà il suo supporto a Daniela Rossi, candidato sindaco di una lista civica composta da un rinnovato gruppo di concittadini. Fedeli punta a un “vero rinnovamento civico in paese”.
Gli altri candidati in campo sono Roberto Morlacchi che guida l’alleanza tra Lega e Fratelli d’Italia(a supporto della lista c’è l’ex assessore alla Cultura Maura Alessia Pera) e Paolo Salmoiraghi a capo della lista civica espressione della giunta uscente.

L’addio a “Patto Civico” e il supporto a Rossi

“Con l’ultimo combattuto Consiglio comunale del 21 marzo scorso, ho concluso il mio mandato di consigliere di opposizione, che ho cercato di interpretare al meglio, facendomi portavoce delle esigenze e dei problemi dei miei concittadini – esordisce Fedeli -. In questo ho cercato sempre di non limitarmi alla sterile contestazione delle scelte della maggioranza, ma di avanzare con concretezza proposte costruttive, purtroppo non accolte per l’arrogante esibita autosufficienza dell’Amministrazione Vercesi. Si conclude anche l’esperienza della lista “Patto civico per S. Vittore Olona”, che già prima dell’estate avevamo ritenuto di sciogliere per consentire la nascita di un nuovo e più ampio gruppo civico. Questo gruppo ha visto la partecipazione di gente nuova e appassionata per il bene del nostro paese, con una vivacità di idee e proposte. Nel suo lavoro, da ultimo ha incontrato l’analogo gruppo civico costituito da Daniela Rossi, con cui ha ritenuto di collaborare, insieme ad altre realtà della società civile come gli amici che fanno riferimento all’associazione De Gasperi. La condivisione è stata naturale sull’approccio civico – prosegue Fedeli -, che vuol dire valorizzare le persone, per le loro idee e competenze, e non le appartenenze politiche, coinvolgere i cittadini sulla concretezza dei problemi e non sull’adesione a uno schieramento partitico, agire liberamente da cittadini senza vincoli dettati da segreterie partitiche.  Vuol dire anche e soprattutto trasversalità, ossia contributo di sensibilità politiche diverse, che arricchiscono la proposta senza escludere nessuno, accomunati dalla comune tensione a porre al centro le persone, le famiglie, la comunità. Condivisione, collaborazione, corresponsabilità– prosegue Fedeli -, sono caratteristiche che, se finalmente assunte, possono creare una vera novità per San Vittore Olona. Pretesa autosufficienza escludente e chiusura ciascuno nei propri gruppi, segnerebbe invece la perpetuazione di una vecchia politica ripiegata su se stessa”.

Leggi anche:  Terzo settore, debutta il neonato Forum Alto Milanese

“Importante il fattore novità”

“Altro elemento forte è infatti la novità – aggiunge Alberto Fedeli -. Una presenza civica nuova nelle persone e, soprattutto, nelle idee e nelle proposte, non diretta continuazione di passate esperienze.
Per agevolare questo unitario e forte progetto di rinnovamento civico, che si sta formando attorno alla candidatura di Daniela Rossi e che merita di essere sostenuto, e per dare il maggior spazio possibile in Consiglio comunale a nuove forze, ho ritenuto di non più candidarmi, tornando a dare il mio contributo da semplice cittadino, civicamente. Perché il primo e più importante incarico pubblico che tutti devono e possono adempiere è quello di essere cittadini attivi, sempre e non solo in occasione delle elezioni”.

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE