I risultati delle elezioni nei Comuni della Valbossa.

Elezioni Valbossa, i risultati

Comune per Comune, i risultati del voto per le amministrative in Valbossa:

Lozza: Licata bis, il figlio di Maroni sconfigge la Lega

Ribaltone europee e centrosinistra riconfermato alla guida del paese. Il sindaco uscente Giuseppe Licata è stato rieletto per il secondo mandato con il 68% dei voti raccolti dalla civica di area centrosinistra “Comunità e Comune uniti per Lozza”, superando la lista della Lega ferma al 32% e la candidata Mara Rossi.  La vittoria di Licata e del centrosinistra permette inoltre l’ingresso in consiglio comunale, e in maggioranza, di Fabrizio Maroni, figlio dell’ex governatore lumbard e Ministro dell’Interno Roberto.

LEGGI ANCHE: Elezioni Lozza, il figlio di Roberto Maroni corre contro la Lega

Malnate al ballottaggio

Partita ancora aperta invece a Malnate, dove l’assessore alla Cultura uscente Irene Bellifemine (Pd, Malnate Sostenibile, Lista Insieme)fronteggerà Daniela Gulino, candidata della coalizione di Lega, Forza Italia e Malnate per Tutti dopo l’improvvisa scomparsa del candidato sindaco Massimo Pavesi. Bellifemine parte in vantaggio col 45,48% dei voti, Gulino invece da un 38,69% cui potrebbe sommarsi almeno parte dell’8,59% del candidato sindaco di Fratelli d’Italia Sandro Damiani. Sarà decisivo l’eventuale apporto di voti del Movimento Cinque Stelle di Domenico Mancino, escluso dal ballottaggio col 7,24% dei voti.

A Solbiate Arno riconfermato Battiston

La Lega non sfonda nemmeno a Solbiate Arno: qui con 1303 voti e il 57% delle preferenze è stato riconfermato per il secondo mandato il sindaco uscente Oreste Battiston, candidato con la lista Insieme per Solbiate. Al 21,6% Elena Mazzetti di Siamo Solbiate, solo terza la Lega di Christine Grosso ferma al 12%. Ultima Primavera Solbiatese di Antonio Riccardi col 9% dei voti.

Leggi anche:  Ballottaggio Malnate, la città resta col centrosinistra

A Morazzone conferma leghista

Il Carroccio non ha faticato invece a Morazzone, dove il candidato sindaco uscente Matteo Bianchi, responsabile provinciale della Lega e deputato ha collezionato il record di preferenze personali (214) contribuendo non poco alla vittoria di Maurizio Mazzucchelli (Lega-Il Paese Che Vorrei) grazie al 65,61% dei voti. Nulla da fare per lo sfidante Mario Lotti di Progetto Futuro che ha raggiunto il 34,39% delle preferenze.

Centrodestra primo anche a Castronno

Il centrodestra con Lega, Forza Italia e Civica riunite vince con distacco anche a Castronno, consegnando la fascia tricolore a Giuseppe Gabri grazie al 50,51% dei voti. Dietro Luca Vasoli di Progetto Comune col 32,48% e Roberto Tabano di Insieme per Castronno con il 17,01%.

La Lega perde Gazzada

Lega sconfitta dopo 10 anni di Amministrazione a Gazzada Schianno, dove la carica di sindaco passa a Paolo Trevisan, candidato di Futuro Comune scelto dal 43,86% dei cittadini. Dietro di un centinaio di voti (col 39,72%) Marco Maffiolin spinto da una lista formata da Lega e Indipendenti Insieme. Terzo, ma comunque in consiglio,Francesco Bosco di Insieme Si Può col 16,42% delle preferenze.

LEGGI ANCHE: Speciale Elezioni Comunali 2019 Settegiorni e La Settimana TUTTI I RISULTATI