Oggi l’incontro a Varese tra associazioni di categoria e Regione per discutere dell’emergenza cinghiali.

Emergenza cinghiali, via alla selezione

“Regione Lombardia sta dando una risposta importante all’esigenza di sicurezza dei cittadini della provincia di Varese dovuta all’emergenza cinghiali. Potranno infatti essere prelevati fino a 400 capi in un anno”. Il consigliere reginale della Lega Emanuele Monti interviene, tramite un comunicato, al termine dell’incontro tenutosi a Varese tra le associazioni di categoria e la Regione sulla forte presenza di cinghiali nel territorio e la loro minaccia alla sicurezza e alle coltivazioni. “Il piano di selezione sul nostro territorio – continua Monti –  come è stato illustrato dall’Assessore, prevede il prelievo di 400 cinghiali in un anno. Finora, in questa fase iniziale, ne sono stati prelevati 80”.

Troppi danni

Come già avevano ricordato gli imprenditori all’ultimo congresso annuale di Confagricoltura, il sovrannumero di cinghiali è un problema di sicurezza per tutto il territorio. “Nella nostra provincia nel 2018 gli animali selvatici hanno causato 90mila euro di danni all’agricoltura. E di questi ben 79mila sono dovuti ai cinghiali. La caccia in selezione, partita a livello regionale, servirà ad arginare questo problema e anche a garantire la sicurezza delle persone dai possibili attacchi dei cinghiali”, conclude il consigliere.

Leggi anche:  Tangenti in Lombardia, Paolo Orrigoni torna libero

LEGGI ANCHE: Cinghiali in A1 causano tragedia: un morto e 10 feriti nella notte