“Avere una città con un decoro urbano almeno decente è e rimane un obiettivo di difficile realizzazione per questa Amministrazione; sembra davvero che chi è oggi in piazza Formenti ce la metta proprio tutta a fare in modo che il salotto di Magenta (via Roma) rimanga nello stato di abbandono che è sotto gli occhi di tutti”, attacca Progetto Magenta.

La polemica

“Dopo le calde polemiche di fine estate sulle fioriere cotte e ricotte di via Roma, ora ci troviamo con le stesse che rimandano a visioni di marcite e nature morte. Forse il tutto per fare giustamente “pendant” con l’altra marcita che è la fontana di via De Gasperi! Il fatto è che non è obbligatorio fare sempre qualcosa, cioè non è obbligatorio fare fioriere o fontane, però quando si decide di farle, allora bisognerebbe farle al meglio e al meglio gestirle e curarle”, è l’affondo del gruppo guidato da Silvia Minardi.

“Fioriere di via Roma, spettacolo indecente”

“Un po’ come l’intervento programmato in via Garibaldi: se non hai soldi o capacità per farlo bene, meglio aspettare tempi migliori… Oggi le fioriere di via Roma sono uno spettacolo indecente; tranne qualche pianta sempre verde sparsa qua e là che soffre di solitudine, per il resto il marciume dilaga. Magari in comune, in certe riunioni di qualche tavolo della bellezza si starà decidendo come porvi rimedio, ma per ora lo spettacolo è quello che si può vedere”.