Fratus ritira le dimissioni da sindaco: Insieme per Legnano commenta anche

Fratus ritira le dimissioni da sindaco, Insieme per Legnano: “Sconcerto e tristezza”

Sconcerto e tristezza.
Questo è lo stato d’animo dei legnanesi non appena appreso che l’ ex Sindaco Gianbattista
Fratus, – dal 16 maggio agli arresti domiciliari e accusato insieme all’ex vice sindaco Maurizio
Cozzi e all’assessore Chiara Lazzarini di turbativa d’asta e corruzione elettorale -, dimostrando
uno scarso rispetto verso le Istituzioni, pochi minuti dopo l’ordinanza del TAR, ritirava le
proprie dimissioni inviando una PEC all’ufficio protocollo del Comune!
Contestualmente, abbiamo appreso che, con una nota stampa, – il segretario della Lega Paolo
Grimoldi -, non si limitava a complimentarsi (!!) per la decisione dell’ ex Sindaco e
comunicando la vicinanza del Partito, ma si spingeva ben oltre, dichiarando che “…non sarebbe
giusto attendere i tempi troppo lunghi della Giustizia”.
Insieme per Legnano non permetterà che le nostra Città, già fortemente provata e ferita per
le note vicende politiche prima e giudiziarie poi, diventi il teatro di uno scontro tra Lega e
Magistratura.
Legnano e i nostri concittadini hanno subito fin troppo e non meritano altro fango e copertine
nazionali di mala politica.
Per la Città l’ ex Sindaco Fratus è politicamente e moralmente bocciato.
Per questo, invitiamo i Consiglieri attualmente in carica e che dal 26 di marzo tengono in scacco
la nostra Città: Federico Colombo (Capogruppo) il quale in data 24 maggio dichiarava alla
stampa “..reputo personalmente politicamente conclusa l’Amministrazione Fratus”, Ernesto Bernasconi,
Ornella Caimi, Alessandro Carnelli, Stefano Carvelli, Floriana Fantini e Luisella Rotondi per la
Lega; Gianluigi Grillo (Capogruppo), Pietro Cava, Roberta Chiappa, Roberta Paparatto per
Forza Italia; Alessandro Bonizzoni per Fratelli d’Italia, ad un sussulto morale e di dignità
politica : DIMETTETEVI!!
Date ai nostri concittadini la possibilità di andare a nuove elezioni e di decidere
democraticamente una nuova amministrazione.
Continuando a sostenere questa surreale e umiliante situazione rallentate la macchina comunale,
assumetevene le responsabilità.
Dimettetevi ora, fate presto!

Il Presidente Dario Selmo e il Direttivo
Insieme per Legnano