Il 2019 porterà a Fagnano Olona opere per milioni di euro

Opere, milioni

Quattro grandi interventi

Nuova illuminazione pubblica su tutto il territorio, bonifica della ex Tintò, riqualificazione termica degli edifici comunali, palestra di via Venegoni di servizio alle scuole medie. Opere già messe a bando che saranno realizzate nel corso del 2019, lavori certi per milioni di euro. Tutti alla fine. «Così diranno che li abbiamo fatti all’ultimo come spot elettorale – commenta il vicesindaco Luigi Monfrini – anche se le cose non stanno così e avremmo anzi voluto averli fatti prima. Ma i tempi tecnici e burocratici ci hanno costretti a passaggi lunghi e siamo contenti ora di chiudere il mandato consegnando al paese opere importanti avviate, anche se non sarà questa amministrazione a inaugurarle».

Illuminazione pubblica

Monfrini entra nei dettagli di ciascuna. Illuminazione pubblica, valore 4milioni 600mila euro, tempo di esecuzione circa 9 mesi: «Partirà dalla sostituzione delle luci del campo sportivo, che è la priorità per poter subito dopo realizzare il nuovo sintetico di calcio a 5. Poi si passerà al led per tutti i 1500 punti luce del territorio comunale, riscattati a luglio. I lavori riguarderanno anche interventi sulle linee, il rifacimento dei quadri elettrici, la posa di 20 nuovi punti luce in zone buie, tra le quali la via 8 marzo, peduncolo di collegamento a Pedemontana dove sono da tempo state evidenziate criticità legate all’assenza di punti luce, la nuova illuminazione dei parchi Da Vinci e Avis-Aido». Nel bando di gara – che si chiude a fine gennaio – anche precise condizioni di pronto intervento, una costante manutenzione, la sostituzioni dei pali vetusti e la possibilità di proporre migliorie per ottenere un punteggio superiore.

Leggi anche:  Saronno, ripartono i lavori di riqualificazione della città

Bonifica ex Tintò

Bonifica Tintò, finanziata dalla Regione a fondo perduto per 500mila euro, poi ridotti dal progetto a 360mila, tempo di esecuzione circa 4 mesi: «Demolizioni e operazioni di bonifica sono state integrate in un unico intervento, il 12 gennaio si chiude la gara e finalmente si risolverà il problema dopo 15 anni». Cosa sarà dopo la bonifica dell’area, gestita dal curatore fallimentare, è da vedere: c’è l’ipotesi che la Regione possa avvalersi sulla proprietà per l’acquisizione.

Riqualificazione termica

Riqualificazione termica degli edifici comunali, progetto da 2milioni 500mila euro: «Sostituiremo le caldaie e alcuni impianti nei quattro plessi scolastici, in biblioteca e in municipio. Tra gli obiettivi che raggiungeremo un efficientamento energetico complessivo e la possibilità di gestire ogni centrale termica da remoto».

Nuova palestra

Infine, la nuova palestra di via Venegoni, valore circa 900mila euro che con progettazione e acquisto terreno arriva a 1milione 200mila euro: «Abbiamo avuto gli ultimi via libera dai Vigili del fuoco e dal Coni e ora finalmente si può emettere il bando di gara. Sarà idonea per il volley e non per il basket, servirà soprattutto per la vicina scuola media, è stata progettata dall’architetto De Martino, specialista in impianti sportivi, sarò pronta nel corso del 2019 e, data la struttura modulabile, in futuro sar ampliabile verso ovest, qualora si rendesse necessario aumentarne le dimensioni».