Nella notte tra il 13 e il 14 gennaio si è sviluppato un incendio all’interno dell’area su cui sorge l’inceneritore ACCAM di Busto Arsizio che smaltisce il rifiuto indifferenziato del territorio. Il Consigliere Roberto Cenci, esperto ambientale, ieri ha presentato in consiglio regionale una mozione a riguardo.

LEGGI ANCHE: Inceneritore Accam a fuoco: sul posto sette squadre di pompieri

Incendio Accam, Olgiati: “E’ ora di chiudere”

“Sono anni che lottiamo per la chiusura di un impianto obsoleto che non ha più alcuna ragione di esistere anche alla luce della sovracapacità di incenerimento della nostra Regione – sostiene Riccardo Olgiati, gruppo M5S Legnano – In questi anni abbiamo assistito ormai a tutto, smaltimento ecoballe, arresti di una gran parte del CDA, proroghe senza alcuna prospettiva di piano industriale per un impianto in cui ancora oggi si naviga a vista senza sapere che cosa ne sarà del suo futuro.
Adesso anche l’incendio dell’ultima notte che ha subito allertato i tecnici della Regione che tramite ARPA dovranno accertare la qualità dell’aria.
Abbiamo prontamente informato anche il ministero dell’ambiente di quanto accaduto ed ora attendiamo che si faccia chiarezza sull’episodio con la speranza che diventi un ulteriore motivo per procedere nella direzione per cui da tempo ci battiamo.
Per questi motivi il Movimento 5 Stelle Lombardia tramite il consigliere Roberto Cenci ha presentato subito ieri mattina una mozione urgente per chiedere che in Regione si torni a parlare seriamente di inceneritori valutando nel concreto la possibilità di chiudere un impianto che sta continuando a dimostrare tutti i suoi limiti e la sua pericolosità per i cittadini del territorio circostante“.

LEGGI ANCHE: Inceneritore Accam in fiamme: Cenci presenterà una mozione