La Commissione Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità ha approvato la proposta di istituire un’indagine conoscitiva sullo stoccaggio e il traffico illecito di rifiuti.

Indagine sui rifiuti approvata all’unanimità

Oggi, lunedì 29 ottobre, è stata approvata all’unanimità in Commissione Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità, la proposta di istituire un’indagine conoscitiva sullo stoccaggio e il traffico illecito di rifiuti  E’ questa la risposta di Regione Lombardia, a cui in realtà si lavorava da un mesetto, all’aumento dei casi di incendi, spesso correlati alla presenza delle organizzazioni mafiose.

Le parole di Monica Forte

La Presidente della Commissione Antimafia Monica Forte, del Movimento 5 Stelle, ha spiegato:

“I recenti incendi che hanno coinvolto l’area milanese hanno reso quanto mai urgente e attuale l’istituzione di questa indagine conoscitiva , anche perché, come evidenziato anche dal Ministro Costa e dal sostituto procuratore nazionale antimafia Roberto Pennisi, la gestione dei rifiuti è oggi il nuovo businnes delle mafie. Pertanto questo tema non può più essere affrontato solo con un approccio di natura ambientale o legato alla ricerca e sperimentazione di innovazioni tecnologiche gestionali, ma deve investire anche e soprattutto ambiti di sicurezza e legalità, con azioni di prevenzione e contrasto al rischio di nuove ingerenze della criminalità organizzata”.

L’iter amministrativo

La proposta istitutiva, a cui la Commissione sta lavorando da fine settembre, una volta presentata formalmente con il programma dettagliato delle azioni e delle iniziative che si intendono sviluppare, dovrà essere approvata dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale. Nel rispetto di quanto contenuto nell’art.20 dello Statuto d’Autonomia e nell’art.42 del Regolamento generale del Consiglio regionale.

Leggi anche:  Bilancio approvato a Ceriano davanti alla stazione dello spaccio

La formazione civile contro le mafie

La Commissione ha anche dato l’ok all’accordo di collaborazione sottoscritto tra la Giunta regionale e l’associazione “Avviso pubblico”. L’accordo prevede, per la prima volta in Lombardia e grazie a specifici finanziamenti regionali, nel 2019 consentirà di attivare un programma di corsi e appuntamenti per la formazione civile contro le mafie.

LEGGI ANCHE: Rifiuti e incendi, la Regione corre ai ripari

 Incendio in una ditta di rifiuti: “La Lombardia non è la terra dei fuochi”

Incendio in un deposito di rifiuti nella periferia Milanese FOTO

Incendio nella notte in una ditta di riciclo rifiuti a Novate VIDEO