I due onorevoli di Fratelli d’Italia Ignazio La Russa e Daniela Santanchè hanno fatto tappa venerdì a Tradate per l’apertura del circolo guidato da Innocenzo Giammetta.

La Russa e Santanchè, i big per Giammetta

Ignazio La Russa, Daniela Santanchè, Riccardo De Corato e i rappresentanti di tutta la provincia: Fratelli d’Italia ha lanciato in grande stile la campagna elettorale per Amministrative ed Europee venerdì sera al bar In&Out. L’occasione è stata l’inaugurazione del nuovo circolo del partito, portato in città da Innocenzo Giammetta.

“Continuiamo a crescere, guardiamo all’Europa”

L’obbiettivo è importante, confermare il trend di crescita del partito visto alle politiche dell’anno scorso e alle regionali di quest’anno. “Solo noi, insieme alla Lega, siamo cresciuti – ha fatto notare La Russa – Ieri (giovedì, ndr) ho incontrato Matteo Salvini e Silvio Berlusconi: non vogliamo trascurare l’importanza dello stare insieme ma c’è bisogno di un nuovo centrodestra, capace di rifondarsi e guardare all’Europa come un territorio da conquistare con le nostre idee”.

“Mandiamo a casa il 5 Stelle, è un jettatura”

Che sull’esito del voto alle Europee si basi la tenuta del Governo, non è certo mistero anche se viene negato sia dal Movimento 5 Stelle sia dalla Lega. Ed è per questo che, ha spiegato Santanchè, il partito deve continuare a crescere: “Questi risultati saranno il nostro spartiacque, non possiamo continuare ad essere un partito del 4,5%. Più voti riuscirà a raccogliere Fratelli d’Italia, più certezze ci saranno di poter mandare a casa il Movimento 5 Stelle che è una jettatura per il Paese. Non vogliamo diventare il centro profughi d’Europa, vogliamo essere forti e tenere la barra dritta sui nostri valori non negoziabili: sicurezza, tricolore, orgoglio di essere italiani”.

Leggi anche:  Successo della Lega, ma per il Pd di Legnano c'è un "ma"

E Tradate?

Che succederà a Tradate? In quasi tutti gli altri Comuni che li vedono presente col suo simbolo, Fratelli d’Italia sarà in coalizione con la Lega e Forza Italia, come visto anche un anno fa a Venegono Superiore. Accordo più difficile a Tradate, dove il Movimento Prealpino di Franco Accordino ha già raccolto da tempo buona parte dell’elettorato di Alleanza Nazionale (e non solo, comunque) su cui si basa anche Fratelli d’Italia. E col candidato del centrodestra, Giuseppe Bascialla, deciso solo una settimana fa, ogni trattativa è slittata. “L’unica certezza è che noi ci saremo – fa sapere Giammetta – Se in coalizione o da soli, si vedrà nelle prossime settimane”.

LEGGI ANCHE: Elezioni Europee, Forza Italia punta su Comi