Liceo musicale, è bufera: anche progetto Magenta attacca la maggioranza che ha scritto una lettera alla dirigente chiedendo che invii l’istanza. “Abbiamo sottoscritto la richiesta di un consiglio comunale aperto e riceviamo dal Presidente del Consiglio Comunale l’invito a sottoscrivere una lettera al Dirigente Scolastico del Liceo Quasimodo di Magenta perché metta “in atto tutte le iniziative di cui Lei possa farsi carico al fine di richiedere quanto prima, all’USR nonché al Ministro la possibilità di deroga per la formazione della classe prima” del Liceo Musicale per il prossimo anno scolastico – spiega Progetto Magenta -. Una lettera di questo tipo è irrispettosa dei ruoli, delle prerogative e soprattutto non serve a nulla se non a scaricare responsabilità su altri”.

Liceo musicale, è bufera: anche Progetto Magenta attacca

Un passo falso sul piano istituzionale, secondo al civica: “Alla politica – quella seria non quella dei selfie ad una cena elettorale – non sarebbe mai venuto in mente di calpestare in questo modo l’autonomia di una istituzione scolastica e il ruolo del Consiglio Comunale”, è l’affondo.

“Brutta pagina per le istituzioni locali”

“La politica seria avrebbe cercato di attivare i suoi canali istituzionali perché il Ministro Bussetti intervenga e perché lo faccia quanto prima nell’interesse degli studenti, dei genitori e dell’intera comunità scolastica magentina. Ecco perché con il contributo dei consiglieri di maggioranza che hanno sottoscritto quella lettera è stata scritta un’altra brutta pagina per le istituzioni magentine”.

Leggi anche:  Forza Italia frena il rischio divisioni. Sala: "Contrattacchiamo con Salini"

Leggi anche:

“Caso liceo musicale, teatrino assurdo della Giunta Calati”