Lucia Luciani si è dimessa da consigliere comunale di maggioranza di San Vittore Olona.

Lucia Luciani lancia accuse: “Nel gruppo nessun coinvolgimento”

Un altro terremoto politico a San Vittore Olona. Nel mese di novembre 2018 era stato l’ex assessore alla Cultura Maura Alessia Pera a lasciare la giunta del sindaco Marilena Vercesi, ora tocca al consigliere comunale di maggioranza Lucia Luciani: “Troppe crisi in maggioranza, non c’è serenità per andare avanti. Ci ho provato fino all’ultimo!”. Così Luciani ha rassegnato le dimissioni questo pomeriggio, giovedì 14 marzo. A pochi mesi dalla elezioni.
“La mia è una decisione politica in quanto da tempo non esistono più le condizioni per poter lavorare in maggioranza – chiarisce Luciani -. Le informazioni e le decisioni il più delle volte non vengono condivise, nonostante più e più volte abbia sottolineato quanto sia importante comunicare tra di noi e con i cittadini. La coesione è limitata a pochi esponenti dell’Amministrazione comunale e spesso ho appreso decisioni politiche dai giornali e non dal gruppo di cui ho voluto far parte“.

Si accende la campagna elettorale

“Quindi, a tre mesi dalle elezioni – prosegue Luciani -, voglio dare un segnale a questa maggioranza che sta organizzando la lista per le prossime elezioni. Avrei anche potuto continuare il percorso e ci ho provato finora, non sono abituata a “mollare” quando inizio qualcosa, ma ho dichiarato apertamente al gruppo di non voler continuare il cammino con loro per le prossime elezioni. Non posso e non voglio più camminare accanto a chi per cinque anni non mi ha permesso di interagire e di essere utile. Era una decisione che avrei dovuto prendere tempo fa e di certo non l’ho presa a cuor leggero. Il fatto è che c‘è uno scollamento interno, mi dimetto amareggiata e mortificata soprattutto perché, nonostante le mie continue sollecitazioni, non c’è mai stata la comunicazione necessaria per fare squadra, per valorizzare le persone e per tenere compatto un gruppo che avrebbe dovuto remare nella stessa direzione. Avrei voluto dare e fare di più per il paese in cui sono cresciuta, ma non ne ho avuto la possibilità perché non hanno mai creduto in me fino in fondo. Andavo bene cinque anni fa, ora non più. Ringrazio – conclude l’ormai ex consigliere di maggioranza – chi mi ha sostenuta e chi mi ha ritenuta un possibile mezzo per evidenziare le problematiche sanvittoresi anche se, purtroppo, non mai avuto risposte concrete da questa maggioranza».

Leggi anche:  Gli attivisti di Vittuone lasciano il Movimento 5 Stelle

Leggi anche:

Elezioni San Vittore, Paolo Salmoiraghi candidato sindaco della giunta uscente

Elezioni San Vittore, Pera: “Sosterrò uno dei candidati sindaco”

Elezioni San Vittore: Roberto Morlacchi candidato di Lega e FdI

Elezioni San Vittore, Rossi: “Mi candido per vero rinnovamento”

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE