Anche il segretario lombardo della Lega esprime solidarietà all’ex candidata della Lega a Malnate Daniela Gulino, minacciata in mattinata con una busta contenente due proiettili.

Minacce all’ex candidata, solidarietà da Grimoldi

“Solidarietà e vicinanza alla nostra consigliera di Malnate Daniela Gulino”. Si apre così la nota diffusa dall’onorevole e segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi dopo la notizia della busta ricevuta dalla malnatese contente due proiettili e un fotomontaggio di Matteo Salvini ostaggio delle Brigate Rosse.

“Vigliacco volantino anonimo”

Busta ovviamente anonima, con unica firma una “A” anarchica. Ma è anche il fotomontaggio, col leader leghista imbavagliato davanti alla scritta e al simbolo delle Br a richiamare, come fa notare Grimoldi, “la purtroppo celebre immagine nota a tutti di Aldo Moro durante il suo rapimento”. “Nel volantino – continua il leghista – ci sono esplicite minacce alla Gulino e ovviamente la minaccia è rivolta anche a Salvini implicitamente. Che dire? Ancora kompagni che sbagliano? Forse gli altri kompagni, quelli che stanno per andare al Governo, dovrebbero dire qualcosa a riguardo. Perché il silenzio a volte è complice”.

Leggi anche:  Viceministri e sottosegretari: il nuovo Governo ne pesca sette in Lombardia

LEGGI ANCHE: Busta con proiettili all’ex candidata sindaco di Malnate: “Non mi lascerò intimorire”