Morimondo, il Comune ha recentemente acquisito la proprietà dell’Abbazia e investe 600mila euro in lavori. E si cerca un nuovo operatore per produrre la “Birra di Morimondo”.

Morimondo, 600mila euro per lavori in Abbazia

Venerdì 20 dicembre a Morimondo si è tenuto l’ultimo consiglio comunale del 2019. Molti i punti della serata che sono stati discussi, tra cui la ratifica al Bilancio di Previsione finanziario 2019/2021 e l’approvazione del Bilancio di Previsione per gli esercizi 2020/2022 e del Documento Unico di Programmazione 2020/2022.

Il sindaco Marco Marelli spiega: «Abbiamo approvato il Bilancio di Previsione del prossimo triennio, con vari interventi che vorremmo attuare. Abbiamo disposto una cifra di 600mila euro, con degli interventi che verranno svolti presso l’Abbazia; quest’ultima è passata da pochi mesi sotto la proprietà del Comune di Morimondo e nei prossimi anni abbiamo deciso di intervenire sul riscaldamento e nella sistemazione dei muri dell’Abbazia. Altri lavori che faremo saranno svolti nella prossima primavera, e toccheranno i tetti di due immobili per una cifra complessiva di 36mila euro. Verrà sistemato il tetto di un alloggio a Fallavecchia e quello dell’albergo presente nella Corte dei Cistercensi.

Leggi anche:  Mancano i documenti, salta la Commissione Antimafia

Birra dell’Abbazia: si cerca un nuovo operatore

E per quanto riguarda il fronte legato all’Abbazia, il Comune è attivo in questi giorni anche per rilanciare il progetto della birra a marchio «Morimondo»: il birrificio avviato nel 2014 non è riuscito a decollare e l’impresa precedente si è fatta da parte. Pochi giorni fa il Comune ha quindi pubblicato una nuova manifestazione di interesse per cercare un operatore interessato a produrre la «birra d’Abbazia» di Morimondo, che dovrà essere realizzata utilizzando lievito proveniente dal borgo. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE.