Motta, nuove ordinanze da parte del sindaco Primo De Giuli: vietati i tuffi nel Ticino, nel Naviglio di Bereguardo e nei canali irrigui.

Motta, divieto di balneazione nel Ticino e nel Naviglio di Bereguardo

Estate di ordinanze per il sindaco di Motta Visconti Primo De Giuli: dopo i provvedimenti che nelle scorse settimane hanno vietato l’uso di stoviglie di plastica nel parco del Ticino, l’uso di alcolici da parte dei minorenni nei luoghi pubblici e all’aperto e il fumo nelle aree pubbliche verdi frequentate da bambini, ora giunge anche una doppia ordinanza che conferma il divieto di balneazione sia nel Ticino che nel Naviglio di Bereguardo e nei canali irrigui.

Il provvedimento tiene conto delle note giunte da Ats, che affermano come le acque del «Fiume Azzurro» non siano «idonee alla balneazione» e che navigli e canali non siano corsi d’acqua destinati alla balneazione e di come. L’ordinanza del sindaco ricorda inoltre che è nonostante questo, «frequente che le persone vi pratichino ugualmente la balneazione e che si verifichino incidenti o annegamenti». Da qui l’istituzione del divieto. Torna alla Home page.