Presidio di protesta lunedì 15 luglio 2019 per l’aumento delle tariffe Atm.

Presidio di protesta a Palazzo Marino contro l’aumento delle tariffe Atm

Si parte il 15 luglio: la Giunta comunale e l’Agenzia del bacino di Milano, Monza, Lodi e Pavia hanno approvato il nuovo ticket per viaggiare sui mezzi Atm. Il biglietto per utilizzare il trasporto pubblico dentro il capoluogo sale a 2 euro e sarà valido anche per la prima cintura dell’hinterland (il più avvantaggiato dalla riforma). Al contrario, gli abbonamenti rimangono invariati (annuale a 330 euro, per almeno 3 anni. Si può rateizzare il costo. Per i disoccupati da almeno 24 mesi l’annuale è di 50 euro). Molti cittadini milanesi però non sono d’accordo e per questo motivo lunedì 15 luglio a Palazzo Marino ci sarà un presidio contro l’aumento delle tariffe Atm. Tra i presenti l’Assessore Regionale Lombardia Stefano Bolognini, il Consigliere Regionale Gianmarco Senna, il Consigliere Regionale Massimiliano Bastoni, il Commissario Lega Milano Fabrizio Cecchetti, il Deputato l’On. Igor Iezzi, la Senatrice Maria Cristina Cantù, il Capogruppo Lega Milano l’On. Alessandro Morelli, il Consigliere Comunale Milano Laura Molteni, il Consigliere Comunale Milano Gabriele Abbiati, il Presidente Municipio 4 Paolo Bassi, il Presidente Municipio 2 Samuele Piscina, l’Europarlamentare Silvia Sardone  e l’Europarlamentare Alessandro Panza.

Leggi anche:  Nuovo terremoto politico a Magenta: si dimette Morabito 

LEGGI ANCHE: Biglietto Atm a 2 euro: al via il 15 luglio la riforma

 

 

A rendere nota la notizia è stato il deputato Fabrizio Cecchetti, Commissario della Lega di Milano e vicecapogruppo vicario della Lega alla Camera con un comunicato nel quale spiega che l’intenzione e quella di dare voce ai cittadini:

“Lunedì 15 luglio, alle 18, presidio di protesta della Lega a Palazzo Marino per dire ‘No’ all’aumento a 2 euro delle tariffe Atm voluto dal Sindaco Sala. Saremo lì per dar voce ai cittadini indignati e ribadire che i milanesi non sono un bancomat. Interverranno: l’assessore regionale Stefano Bolognini, i consiglieri regionali Gianmarco Senna e Massimiliano Bastoni, i parlamentari Igor Iezzi, Maria Cristina Cantù e Alessandro Morelli (capogruppo Lega Milano), i consiglieri comunali Laura Molteni e Gabriele Abbiati, i presidenti dei municipi 2 e 4 Samuele Piscina e Paolo Bassi, e gli europarlamentari Silvia Sardone e Alessandro Panza”.