Questo pomeriggio, mercoledì 20 febbraio 2019, il sindaco di Saronno Fagioli ha tenuto una conferenza stampa riguardo la questione di via Roma.

Questione via Roma, parla il sindaco

“In questi ultime settimane ho voluto approfondire accuratamente il progetto relativo a via Roma per valutarne tutti gli aspetti. Questo perché gli interventi fatti e che andremo a compiere si basano sempre su due principi fondamentali: investire efficacemente i soldi dei saronnesi e garantire ai nostri concittadini la massima sicurezza. Relativamente a questo secondo principio, bisogna sottolineare che la crescita delle radici è la principale causa della rottura dei marciapiedi, cordoli, sottoservizi e in alcuni anche dei muri di cantine, come ci viene segnalato da alcuni residenti. A loro volta i marciapiedi danneggiati sono la causa principale di incidenti ai pedoni e ciclisti. Inoltre, proprio per andare incontro alle necessità dei ciclisti, la nostra volontà è quella di costruire una pista ciclabile a doppio senso di marcia e la legge impone che sia fatta di una larghezza di 2 metri e mezzo. Progetto realizzabile solo se gli attuali alberi venissero sostituiti con essenze arboree meno impattanti: cosa che abbiamo valutato e che andremo a compiere”.

LEGGI ANCHE: 

Via Roma, ecco la soluzione per salvare le piante e migliorare la sicurezza

Alberi abbattuti in via Roma a Saronno, raccolta firme online

Riguardo al discorso economico

“Sul discorso economico, riporto alcuni importanti dati. Mediamente il costo per sistemare un metro lineare di strade e marciapiede è di 500 euro, ciò vuol dire che nel caso venissero rifatti tutti i 91.000 metri di strade della nostra città occorrerebbero non meno di 45 milioni di euro. Con gli attuali bilanci comunali per compiere tale operazione servirebbero 90 anni. Questo significa che tutti gli interventi da compiere debbono essere fatti in maniera efficace e in economia, utilizzando bene i soldi dei nostri concittadini. Sempre da un punto di vista economico, sarebbe poco conveniente sostituire gli attuali alberi con esemplari identici, perché nel giro di pochissimi anni saremmo costretti ad intervenire nuovamente per sistemare i marciapiedi danneggiati dagli alberi. La nostra intenzione è dunque quella di sostituire gli attuali alberi con essenze arboree meno impattanti. Ci tengo a sottolineare che ad oggi gli alberi di proprietà del Comune sono oltre 9.000. Mediamente ogni anno vengono sostituiti tra i 70 e i 100 alberi con esemplari più giovani”.

Un progetto importante

“Il progetto di via Roma è dunque importante e ambizioso ed è nostro dovere tenere in considerazione tutti gli aspetti richiamati prima di procedere alla sua realizzazione. Questo fondamentalmente il motivo per il quale ho deciso di posticipare di qualche giorno l’inizio dei lavori. A me e alla mia amministrazione stanno a cuore i soldi dei saronnesi e prima di investirli è necessario che si analizzino tutti gli aspetti: questo per noi significa essere seri e pensare alla nostra gente. In conclusione mi spiace per Legambiente, che pur il mio assessore Dario Lonardoni con grande impegno ha cercato di coinvolgere, ma noi andremo dritti per la nostra strada perché ce lo chiedono i saronnesi che ci hanno eletti per mettere in campo un nuovo metodo di lavoro, ed è quello che stiamo facendo”.

I lavori di riqualificazione previsti

Il progetto in perizia di variante prevede delle migliorie e integrazioni al progetto iniziale. I marciapiedi verranno realizzati, come già previsto, in masselli autobloccanti con cordoni in granito. Gli alberi esistenti verranno abbattuti per piantumare 60 nuove essenze arboree meno invasive (intervento di competenza dell’Ufficio Verde). Pertanto, si potrà realizzare una pista ciclabile a doppio senso di marcia di larghezza 2,50 m sul marciapiede e sarà caratterizzata da tappetino bituminoso color rosso e delimitata dalla sede stradale da un cordolo in granito realizzato a misura per la sicurezza del ciclista. Si interverrà, inoltre, anche sulla rete di smaltimento dei pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, danneggiata dalle radici degli alberi, non più in modo puntuale sul singolo pozzetto e allacciamento, ma in modo definitivo realizzando una nuova rete. In merito al collettore principale della fognatura, la società Saronno Servizi, gestore della rete fognaria, verificato con video-ispezione infiltrazioni puntuali di radici, interverrà a risanare incamiciando il collettore nelle zone critiche. Infine, verrà risagomata la strada intervenendo con fresature e successive ricariche in conglomerato bituminoso. Nel progetto si è data particolarmente attenzione all’utenza debole in carrozzina e ai non vedenti oltre a rispettare la normativa per il superamento delle barriere architettoniche anche realizzando pavimentazione tattile planare integrata con TAG per percorsi intelligenti. In merito agli impianti semaforici, le paline saranno dotate di dispositivi con relativi pulsanti per non vedenti, che metteranno segnali sonori solo su richiesta e di lanterne specifiche per regolamentare il flusso dei ciclisti.