Il gruppo regionale del Partito Democratico ha presentato un progetto di legge che mira a riforestare la Lombardia nell’arco di 10 anni.

Riforestare la Lombardia, la sfida del Pd

Diecimila nuovi ettari di verde entro il 2030, praticamente un’area grande quanto due città di Varese, due terzi del Lago di Como o quasi seimila Piazze del Duomo. E’ il cuore della proposta di legge depositata dal gruppo Pd in Regione alla vigilia della Giornata Nazionale dell’Albero del 21 novembre. L’obbiettivo, spiegano, è di “realizzare entro il 2030 dieci mila ettari di nuovi boschi, sistemi verdi e forestazione urbana per contribuire all’abbattimento dell’inquinamento, contrastare i cambiamenti climatici, incentivare la biodiversità e migliorare la qualità della vita”.

LEGGI ANCHE: Lo smog uccide anche gli animali: i dati

Idea non nuova ma mai attuata

In fondo, la proposta del Pd non è nulla di nuovo. Anzi, in teoria lo si sarebbe già dovuto fare, come spiegano i consiglieri regionali Samuele Astuti e Matteo Piloni: “L’idea che non nasce certo oggi, ma che è il frutto di un lungo lavoro di confronto e ascolto con esperti del settore. In Regione Lombardia se ne parla dal 2008, quando nel testo unico dell’agricoltura (l.r. 31/08) è stato previsto di realizzare 10 mila ettari di sistemi verdi, ma ad oggi ne sono stati realizzati solo un terzo“.

Leggi anche:  Dopo tanta attesa, si parte coi lavori al centro sportivo

Un progetto da 20 milioni

“Con il nostro progetto di legge – spiegano –  incentiviamo la realizzazione e la manutenzione dei sistemi verdi tramite il pagamento dei servizi ecosistemici forniti sul territorio, attraverso un fondo di 20 milioni di euro per un programma, almeno quinquennale, che sostenga interventi promossi dagli enti locali e dagli operatori del settore agricolo”.

Salvaguardia ambientale priorità dei prossimi anni

“Diecimila ettari equivalgono a 15 milioni di alberi, ma in realtà significa incentivare tutti i sistemi verdi (siepi, filari, marcite ecc) per contribuire ad aumentare la biodiversità, la produzione agricola e dunque a migliorare la qualità dell’ambiente della nostra regione sia nelle aree urbane, sia nelle aree agricole – concludono i consiglieri Pd – La salvaguardia ambientale e la lotta al cambiamento climatico devono essere le priorità dei prossimi anni e come Pd ci impegneremo affinché questo progetto diventi legge, confidando nel sostegno di tutte le forze politiche, anche per stanziare le risorse necessarie già dal prossimo anno”.

LEGGI ANCHE: Giornata Mondiale del Clima: perchè l’;inquinamento deve spaventarci, parola ai medici