Le ronde sulla tratta Milano-Bergamo di Trenord avevano suscitato numerose polemiche. Ecco la risposta di Forza Nuova, affidata al coordinatore regionale del partito nazionalista Salvatore Ferrara.

Ronde sui treni: i pendolari non si sentono al sicuro

Forza Nuova Lombardia ha risposto alle polemiche suscitate dalle ronde sui treni di Trenord della tratta Milano-Bergamo. Le ronde erano iniziate il 4 ottobre,  a bordo di un treno serale, con il dichiarato scopo di garantire la sicurezza dei pendolari.

Le parole di Salvatore Ferrara

Ferrara spiega che il termine ronde non è corretto e che coloro che salgano sui treni, armati solo di cellulare, pagano sempre il biglietto. L’esponente del partito nazionalista sottolinea che in realtà Forza Nuova, con la sua iniziativa, sta colmando un vuoto nel servizio offerto da Trenord: la mancanza di sicurezza. Poi aggiunge:

“Fate un sondaggio reale sui treni e chiedete quanti si sentono sicuri nel tragitto casa-scuola e casa-lavoro. Nemmeno i pennivendoli, nemmeno quelli dell’Anpi, nemmeno quelli del PD sono al sicuro sui treni”.

E chiude minacciando:

“A questo punto ogni azione atta a screditare il nostro operato con calunnie e falsi moralismi, rigirando contro di noi la verità, sarà da oggi querelata”.

LEGGI ANCHE: Forza Nuova a Saronno Sud: “Delinquenti spregiudicati, politici disinteressati”