Rotatoria A7 di Binasco, il vicesindaco di Città metropolitana Arianna Censi: “Fine lavori il 27 aprile”. Solo dopo tale data valutabili penali per i ritardi.

Rotatoria A7 di Binasco: fine lavori il 27 aprile

C’è una data per la conclusione dei lavori alla rotatoria del casello della A7 a Binasco, porta d’accesso anche per molti Comuni dell’Abbiatense per Milano e le tangenziali: è il 27 aprile. Solo dopo tale data si potrà parlare di ritardi nei lavori e valutare eventuali sanzioni nei confronti dell’operatore che ha in carico il cantiere. E’ il messaggio che il vicesindaco di Città metropolitana Arianna Censi manda in risposta a Nicola Di Marco, consigliere regionale dei Cinque Stelle che aveva invitato l’ente metropolitano a mobilitarsi per ottenere penali da parte dell’impresa.

«Il 4 luglio dello scorso anno – sono le sue parole riportate dalla stampa in questi giorni – era stata effettuata una consegna parziale dei lavori per limitare i disagi alla sola rotatoria di Binasco nel periodo di luglio e agosto. L’iniziale obiettivo di apertura della viabilità in rotatoria entro agosto 2018 aveva l’intento di limitare il disagio inevitabile del cantiere nell’ipotesi di impedire la svolta a sinistra tra SP 30 e casello autostradale a beneficio della disponibilità delle aree del cantiere e dell’avanzamento dei lavori».

Leggi anche:  "No alla Turchia in Europa"

Ma l’intento alla prova dei fatti si era tradotto in un peggioramento delle condizioni viabilistiche. Da qui la scelta di mantenere invariata la viabilità preesistente al cantiere «a scapito però – annota Censi – dell’organizzazione ottimale dei lavori e quindi della velocità di avanzamento degli stessi, ma a questo punto rimanendo invariata la viabilità veniva a cadere l’imperativo dell’apertura della circolazione in rotatoria ad agosto. Per quanto riguarda le penali, esse saranno eventualmente applicate in caso di superamento del termine fissato al 27 aprile 2019. L’asfaltatura di completamento potrà essere eseguita quando le temperature lo consentiranno, presumibilmente tra i mesi di marzo e aprile 2019».

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE